Consiglio, le linee guida per l'attività 2006




 
Il Consiglio federale, nel corso della riunione svoltasi oggi a Roma, ha tracciato le linee guida del bilancio di previsione 2006. Il documento, che verrà varato definitivamente nella prossima riunione di Consiglio (fissata per il 30 novembre prossimo), sarà il frutto di una politica mirata, ancor più che in passato, alle attività tecniche. Queste assorbiranno, nel complesso, oltre il cinquanta per cento delle entrate previste per la prossima stagione, con particolare attenzione agli interventi per atleti e tecnici, alle attività delle squadre nazionali, e a quelle organizzate sul territorio. La quota destinata alla gestione è valutabile, al momento, in una misura vicina al quindici per cento delle entrate; il complesso delle attività di funzionamento (gestione più comunicazione), è valutabile ben al di sotto del venti per cento. Obiettivi fondamentali dell’azione FIDAL nel corso del 2006 saranno, oltre alla preparazione degli atleti per gli appuntamenti di vertice (con gli Europei all'aperto di Goteborg posti in primo piano), il progresso culturale dell’atletica italiana, la cura delle manifestazioni federali, e soprattutto il cosiddetto “Progetto Talento”, destinato alla crescita di una nuova generazione di atleti italiani. La Giunta federale del 24 novembre provvederà a rendere esecutiva l’iniziativa, in attesa della sua presentazione ufficiale, prevista al momento per la metà di dicembre.


Condividi con
Seguici su: