Consiglio, approvati gli indirizzi per il bilancio




 
Il Consiglio federale, nella riunione svoltasi sabato scorso a Roma, ha approvato gli indirizzi per la composizione del bilancio di previsione 2007, il documento di indirizzo dell’attività tecnica per il prossimo biennio, e le proposte di modifica alle norme dell’attività relative alla stagione che sta per prendere il via. Bilancio di previsione 2007 Il valore complessivo del bilancio ammonta ad Euro 10.764.578,34, inferiore al consolidato 2006 per l’impossibilità di dare piena espressione, in questa fase, ad alcune voci passibili di una prossima concretizzazione; tra queste, le principali sono quelle relative al contratto con la RAI per la cessione dei diritti radio-televisivi (in via di definizione), e al Golden Gala (i cui contratti di partnership commerciale sono in corso di ridiscussione). Vale la pena di sottolineare la conferma dei contributi del CONI, sia quelli ordinari, per Euro 5.284.246, sia quelli destinati alla Preparazione olimpica, iscritti per 1.992.594, e la prossima realizzazione di nuove, ulteriori entrate proprie per la Federazione, come conseguenza della sottoscrizione di rapporti di partnership commerciale. Sul fronte delle uscite, confermati tutti i principali impegni già posti in essere nel corso dell’esercizio 2006, con un ulteriore rafforzamento della priorità d’indirizzo già manifestata in passato nei confronti dell’Area tecnica. Area tecnica - Gli atleti, ed in particolare gli atleti di vertice, i cosiddetti “Top” (sia assoluti che giovani; vedi il paragrafo successivo, dedicato al documento di indirizzo dell’attività tecnica), saranno l’obiettivo principale dell’impegno federale, con il fine ultimo di consentire loro di progredire nel rendimento tecnico-agonistico. Ciò sarà possibile anche grazie al contributo speciale erogato dal CONI, 756.000 Euro destinati all’alto livello, per la realizzazione di progetti ad hoc (fasce Top 1 e 2, terza fascia, progetti maratona, mezzofondo, marcia, staffette, fasce Top 1 e 2 giovanile). Tutte le specialità, dallo sprint ai lanci, dal mezzofondo alle prove multiple, dalla marcia alla corsa in montagna, dai salti alla maratona, godranno di attenzioni chiare. Agli atleti ulteriore sostegno sarà fornito anche grazie alla specifica assistenza sanitaria, la cui crescente importanza ha assunto al giorno d’oggi un rilievo indiscutibile. Ma il 2007 potrebbe in un certo senso essere considerato come l’anno dei tecnici, ai quali in sede di bilancio di previsione è stato riconosciuto un notevole incremento delle risorse, tra l’altro razionalizzate e riunite (dai tanti rivoli precedenti) in un’unica forma. Nel dettaglio, agli allenatori personali degli atleti, qualora non inseriti nella Struttura tecnica nazionale, andranno premi per 225.000 Euro, cifra più che raddoppiata rispetto ai 110.000 del bilancio 2006. Attenzione anche per i tecnici giovani: 6 borse di studio, dell’ammontare di 5.000 Euro ciascuna, saranno erogate nel corso del 2007 d’intesa con l’ASSITAL, con l’obiettivo di contribuire alla crescita di una nuova generazione di allenatori. Prosegue l’impegno sul “Progetto talento”: la quota stabilita per le attività del 2007 è di 512.000 Euro, la cui parte principale (262.000 Euro) è destinata al sostegno delle società i cui atleti sono parte del progetto. Area Organizzazione - L’Area Organizzazione attuerà il proprio impegno sostenendo i principali eventi agonistici federali (massimi campionati italiani assoluti e giovanili, individuali e per club, su pista, di cross, di specialità), fornendo consulenza ed assistenza tecnico-organizzativa, ed ampliando la diffusione del programma SIGMA di gestione. Confermati anche gli impegni per la Conferenza del calendario 2008 e per le attività del settore Master; queste ultime comprendono il sostegno alle manifestazioni di maggior rilievo e ai partecipanti alle manifestazioni internazionali, la più importante delle quali, va ricordato, verrà ospitata in Italia, a Riccione. Sostegno a Società e Comitati regionali - Il concreto sostegno alle società, prerogativa specifica – e troppo spesso sottaciuta - della Federazione Italiana di Atletica Leggera, trova una straordinaria forma di attuazione nei contributi all’attività (indennità chilometriche, progetto “Qualità/continuità”, maglie azzurre), che assommano a complessivi 850.000 Euro. Senza contare la quota già menzionata di risorse del “Progetto talento”, 262.000 Euro destinati ai club i cui atleti sono stati inseriti nell’apposito elenco. L’altra voce di assoluto rilievo sul fronte delle attività sul territorio, è quella destinata ai Comitati Regionali, che godranno nel corso del 2006 di una attribuzione di ben 900.000 Euro, divisa tra contributi ordinari (800.000) e attività indoor (100.000). Quest’ultima voce nasce dall’esigenza di potenziare l’attività invernale al coperto, anche in funzione di un percorso di crescita che porterà l’Italia ad ospitare i Campionati Europei nel marzo 2009, a Torino. Centro Studi e ricerche - Il Centro Studi e Ricerche della FIDAL proseguirà nel suo ruolo di perno dell’azione di formazione dei quadri tecnici e dirigenziali dell’atletica, e di principale strumento nel campo della ricerca. Nel dettaglio, è confermata l’esecuzione delle attività didattiche (corsi per allenatori, seminari) e di ricerca (nell’ambito del Progetto talento, per le attività del Comitato Tecnico scientifico, per convegni internazionali), oltre che la produzione della rivista trimestrale “Atletica Studi”. Novità sul fronte formazione: in linea con l’impostazione generale mirata al progresso di atleti e tecnici, verrà organizzato un Master per 15 giovani allenatori. Area Comunicazione - L’Area Comunicazione FIDAL darà vita anche nel 2007 alla consueta attività di relazione con i Media (comunicati e conferenze stampa, gestione rapporti con la RAI e le altre emittenti radio-televisive, organizzazione dei servizi stampa-radio-tv nelle principali manifestazioni nazionali ed in quelle internazionali in programma in Italia), all’aggiornamento della sezione news del sito internet, alla produzione della rivista bimestrale “Atletica” e dell’Annuario federale, sostenendo inoltre la produzione televisiva di alcune importanti manifestazioni FIDAL. Area Promozione - Le attività promozionali vedono confermati anche nel bilancio di previsione 2007 tutti i progetti già avviati nel corso del 2006, tra i quali “L’atletica va a scuola”, “Scuola e società”, “Io e il doping”. Confermato anche il sostegno ai Giochi sportivi studenteschi. E da questo fronte, però, dal rapporto con la scuola, che si attendono significativi progressi nel corso del prossimo anno. D’intesa con il Ministero dello sport, verranno gettate le basi per l’avvio, nel corso del 2008, di un progetto mirato alla diffusione dell’atletica nella scuola elementare e media. Funzionamento - Le spese di funzionamento, infine, ammontano a 850.000 Euro, somma inferiore al dieci per cento del budget complessivo. Documento di indirizzo attività tecnica 2007-2008 L’Area tecnica ha presentato al Consiglio, che l’ha successivamente approvato, il piano di indirizzo dell’attività per il prossimo biennio. Numerose le novità introdotte, al fine di invertire la tendenza (considerata negativa sia dai responsabili d’Area che dal DT Nicola Silvaggi) del biennio appena trascorso. Rivoluzionato il sistema di gestione degli atleti di vertice: si agirà con mezzi e strumenti diversi su gruppi diversi, composti in base al livello e alle attese agonistiche di coloro che ne saranno chiamati a far parte. Modificati anche i criteri di assistenza, secondo un principio unico: più premi e meno borse di studio. Top1 (circa 20 componenti, tra uomini e donne): vi saranno inseriti atleti in grado di eccellere a livello internazionale, ai quali sarà riservata la più mirata e completa assistenza personalizzata (p.e., lunghi e frequenti periodi di allenamento nei Centri di preparazione; assegnazione di borse di studio da erogare in più rate nel corso dell’anno dopo la verifica del puntuale rispetto degli obiettivi tecnico-agonistici prefissati e concordati). Top 2 (circa 30 componenti): atleti che hanno ampi margini di miglioramento e possibilità di partecipare a manifestazioni importanti con risultati di eccellenza; assistenza diretta ma ridotta rispetto alla fascia precedente (p.e., raduni mensili non superiori a 6 giorni; Criteri simili varranno per gli atleti inseriti nei seguenti progetti speciali: maratona, mezzofondo, marcia, staffette). Terza fascia (tutti gli altri atleti che, pur non rientrando nelle prime due fasce di qualificazione, si presume siano convocabili per l’attività internazionale): assistenza prevalentemente indiretta, fondata su contatti frequenti tra tecnici di società e tecnici federali; all’occorrenza messa a disposizione di esperti in campo sanitario e tecnico-scientifico; premi diversificati a consuntivo dell’attività annuale. Raduni in vista di eventi importanti per prove multiple e corsa in montagna. Suddivisione anche per gli atleti giovani, suddivisi in “fasce di sviluppo”: Ai più meritevoli, verrà data, tra le altre cose (a richiesta della società e della famiglia) anche la possibilità di entrare a far parte di un college permanente all’interno di un centro di preparazione federale. 2° fascia di sviluppo (atleti Under 23, provenienti dal settore giovanile che presentano notevoli potenzialità ma non hanno ancora ottenuto risultati di alto livello): è la naturale prosecuzione del Progetto talento, un bacino dal quale attingere una vasta fetta di atleti per le suqdre nazionali del futuro più prossimo. 3° fascia di sviluppo (competenza dell’Area territoriale); (atleti appartenenti alle categorie giovanili non più parte però del Progetto Talento per passaggio di categoria; rapporto costante tecnici di società-FTR, verifica periodica dei programmi). Progetto Talento: la formula 2007 sarà più snella, con una probabile riduzione del numero di 80 appartenenti al progetto nazionale e potenziamento di quelli regionali (ma anche intensificazione dei rapporti tra tecnici sociali, FTR, struttura tecnica nazionale, per una maggior condivisione dei percorsi e degli obiettivi, ed un più capillare monitoraggio del lavoro svolto). L’Area tecnica si doterà di una “cabina di regia”, organi di Programmazione e Controllo, presieduta dal Presidente federale, nella quale agiranno il Segretario federale, il Direttore tecnico ed altre persone incaricate dal Presidente stesso. Novità per i tecnici personali (qualora non inseriti nella Struttura Tecnica Nazionale): a loro andranno compensi pari al 25% della quota percepita dagli atleti allenati. Il dato è in realtà una stima di bilancio, mentre nel dettaglio i premi saranno diversificati a seconda dell’appartenenza o meno ad una struttura militare dell’atleta (esempio: ai tecnici che allenano atleti civili, andrà una quota pari al 40% del premio spettante all’atleta; ai tecnici che allenano atleti militari: quota pari al 20% del premio spettante all’atleta). Il Consigliere Cova rimette le deleghe Il Consiglio, nella parte conclusiva, ha ascoltato l’intervento del consigliere Alberto Cova, che, a seguito di una richiesta di chiarimento, a sua volta motivata da un periodo di collaborazione ritenuta non costruttiva, ha rimesso al Presidente le deleghe attribuite (Progetto Talento, Grand Prix di cross e Campionati Europei di cross 2006). Il Presidente ha accettato la restituzione delle deleghe, esprimendo comunque rammarico per la scelta di Cova.

Condividi con
Seguici su: