Consiglio Nazionale 2016

La Relazione Quadriennale del Fiduciario Nazionale Luca Verrascina è stata al centro dell’ultimo Consiglio Nazionale del quadriennio, svoltosi a Roma presso la sede federale nella Sala Consolini.

In un’ora e mezzo di intervento si è ricostruito il cammino del Gruppo Giudici Gare in questi quattro anni e che vede lo stesso uscire più solido e moderno, oltre ad aver aumentato la professionalità dell’intervento anche a livelli più bassi rispetto agli standard precedenti.

Tra gli elementi che hanno contraddistinto l’operato del Fiduciario e della Commissione Tecnica uscente vi sono la il ringiovanimento degli albi, l’immissione di 37 giudici nazionali e 400 regionali negli stessi albi, la preparazione ed il rilascio del nuovo Regolamento GGG dopo ampia consultazione della base, la nascita di un sito web dedicato ed aggiornato costantemente, l’abolizione della quota di tesseramento, l’aumento del rimborso chilometrico, l’aver portato da 8 a 17 i giudici negli Albi internazionali, i 29 giudici mandati al seguito delle nazionali, l’informatizzazione della gestione della giuria controlli attraverso il progetto Tablet, una intensa e capillare attività di formazione.

La Relazione, corredata dei dati statistici del quadriennio, è stata approvata all’unanimità ed è disponibile per il download qui: Relazione del Quadriennio 2013 - 16. Al seguente link è disponibile su YouTube il video della Relazione: video della Relazione del Quadriennio 2013 - 16.

Il Consiglio è stata anche occasione per annunciare i risultati dei Corsi di Specializzazione Nazionale, chiusisi la settimana prima con gli esami, e di quelli Regionali, svoltisi in buona parte delle regioni d’Italia.

È stata inoltre comunicata la composizione degli Albi Nazionali oltre che quella degli Elenchi speciali, anche a seguito degli esiti delle verifiche ex art. 26 del Regolamento GGG svolte negli ultimi anni.

Il Consiglio ha rappresentato anche l’occasione per un proficuo scambio di idee tra tutti i Fiduciari Regionali (tutte le regioni presenti, due con delegati) oltre che per la premiazione dei Benemeriti di Terzo Grado e di alcuni giudici particolarmente distintisi negli anni.




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate