Collio 6.62 a Mosca, Verdecchia 6.61 a Modena




 
Fuoco alle polveri dello sprint azzurro. Partono con il piede giusto, i velocisti, nell'esordio stagionale al coperto. Simone Collio è secondo nei 60 metri del permit IAAF di Mosca (Russian Winter) in 6.62, dopo un altrettanto significativo 6.65 centrato in batteria. Una partenza tutt'altro che fulminante nella finale appesantisce il risultato del milanese delle Fiamme Gialle, che però, a dimostrazione del buono stato di forma già raggiunto, riesce comunque a chiudere in un crono di rilievo, alle spalle del cubano Freddy Maiola (6.56). A Modena è Luca Verdecchia, compagno d'allenamento di Collio, a mettere a segno la miglior preformance di giornata: la fiamma oro marchigiana vince i 60 metri in 6.61 (6.63 in batteria), mettendo una mezza conferma al clamoroso 6.59 centrato a Rieti venerdì pomeriggio (tempo ottenuto in batteria, con un 6.71 in finale), sul quale peserebbero però - stando ai commenti di diversi tra i presenti - i sospetti di una partenza non proprio pulitissima. Nella gara di Modena, seconda piazza per Massimiliano Donati (Fiamme Gialle), 6.73, compagno di allenamenti di Collio e Verdecchia, sotto la guida di Roberto Bonomi. Sempre a Modena, di scena anche le ragazze della velocità: nei 60 metri, vittoria per Elena Sordelli (Tris) in 7.48, davanti a Daniela Graglia (Fondiaria Sai, 7.49) e Anita Pistone (Tris, 7.62, 7.59 in b.). Nelle due prove con gli ostacoli vittorie per Andrea Giaconi (Fiamme Gialle) in 7.79 e Micola Cattaneo (Carabinieri) in 8.45. A Vienna, oggi pomeriggio, in una riunione locale, bel successo nei 1500 metri di Eleonora Berlanda (Quercia Marsilli), che si è imposta in 4:22.55. Sempre a Vienna, Nella giornata di ieri, vittoria negli 800 metri di Christian Neunhauserer (Forestale) in 1:49.90, davanti all'altro italiano Paolo Caruana, 1:50.24. Tornando in Italia, a Caravaggio, oggi pomeriggio, 2,22 di Andrea Bettinelli nel salto in alto. File allegati:
- RISULTATI COMPLETI DA MOSCA



Condividi con
Seguici su: