Colella, salto di qualità: 5,53 a Foggia

29 Giugno 2019

Il 23enne astista delle Fiamme Gialle si migliora tre volte nella stessa gara, con un progresso di 13 centimetri. A Viterbo 73,71 dell’allievo Giorgis nel martello.


 

Tredici centimetri di progresso, tre volte il record personale. Una gara da incorniciare per Luigi Robert “Gino” Colella che a Foggia, nel salto con l’asta, è cresciuto oggi fino a 5,53. Il 23enne delle Fiamme Gialle ha realizzato il primo miglioramento alla quota di 5,42, valicata al primo tentativo, ritoccando il 5,40 ottenuto quasi due anni fa con il sesto posto nella finale degli Europei under 23 a Bydgoszcz. Poi l’asticella è salita a 5,46 per un salto ancora riuscito alla prima prova, quindi ha superato 5,53 alla seconda. In precedenza 5,02 senza errori, seguito da 5,22 e 5,32 al secondo ingresso in pedana. Adesso è il capolista italiano nella stagione all’aperto, davanti al 5,52 di Alessandro Sinno, mercoledì scorso proprio a Foggia. “Gino” appartiene a una storica dinastia di atleti e tecnici di salto con l’asta: il fondatore della “scuola” foggiana è stato il nonno Luigi, scomparso nel 2005, e suo papà Antonio (personale di 5,45 nel 1990) si è poi trasferito negli Stati Uniti per esercitare l’attività di allenatore in ambito collegiale. Il giovane azzurro, che vive e si allena in California, si è messo in evidenza fin da cadetto (primatista italiano di categoria con 4,56), diventando poi il quinto allievo di sempre in Italia e il sesto alltime tra gli juniores.

VIDEO | ASTA: GINO COLELLA 5,53 A FOGGIA

MARTELLO: L’ALLIEVO GIORGIS A 73,71 - Sulla pedana di Viterbo, protagonista l’allievo Gregorio Giorgis (Libertas Città di Castello). Il giovane umbro spedisce a 73,71 il martello di categoria da 5 chilogrammi, al secondo tentativo, per un progresso di più di tre metri in un colpo solo e diventa il quarto under 18 italiano di sempre. Migliorato il precedente personale di 70,43, ottenuto il 24 marzo a Rieti, anche con il terzo lancio a 70,50 nel corso delle Tusciadi. Alla recente rassegna tricolore di Agropoli si era piazzato secondo (67,52) mentre il ligure Davide Costa aveva confermato il suo titolo con 70,31. [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: