Chiusa la vicenda Fofana, no agli EuroJuniores




 

E' emersa nei giorni scorsi, a margine delle convocazioni per i Campionati Europei Juniores di Tallinn (diramate sabato mattina), la dolorosa vicenda che riguarda Hassane Fofana, il promettente ostacolista dell'Atletica Bergamo '59 Creberg. Il ragazzo, di origine ivoriana, ma cittadino italiano a tutti gli effetti, non ha potuto essere inserito nella lista degli azzurrini per la rassegna continentale perché privo del necessario requisito di eleggibilità richiesto dalla IAAF. In altre parole, l'iscrizione agli Euro Juniores di Fofana, regolarmente effettuata la scorsa settimana, è stata rifiutata dalla Associazione Europea, perché la FIDAL, dopo l'acquisizione della cittadinanza da parte del ragazzo (avvenuta sul finire del 2010), avrebbe dovuto richiedere alla Federazione Internazionale il via libera a schierarlo, come già accaduto per altri giovani (l'ultimo caso, risolto in meno di 48 ore, quello del giovane Mohad Abdikadar, somalo di nascita ma residente a Sezze).

Invece, per una somma di vari errori in larga parte riconducibili, purtroppo, alla Federazione, la procedura non è stata mai avviata. Colpa di tanti: colpa, sicuramente, ed in primis, della Federazione; ma colpa, probabilmente, seppure in misura minore, anche di tanti altri, esperti o non, vicini a Fofana o no, che mai si sono accorti del fatto che i tempi del ragazzo non risultassero in nessuna lista europea tra le tante disponibili, per dire, su internet.

Il presidente della Atletica Bergamo '59 Creberg, Dante Acerbis, ha scritto una lunga lettera pubblica di condanna della vicenda, ottenendo, in risposta, l'immediato intervento del Presidente federale Franco Arese, che ha espresso la propria personale vicinanza, come ex atleta oltre che come Presidente FIDAL, al ragazzo ed alla società. Ecco perché il nome di Hassane Fofana non compare nell'elenco dei convocati per gli Europei Juniores di Tallinn, composto dal DT Francesco Uguagliati con il conforto dell'assistente al giovanile Tonino Andreozzi. La vicenda si è chiusa formalmente poco fa, quando la IAAF ha pronunciato il proprio no definitivo alla richiesta italiana di una deroga al regolamento. Il giovane ostacolista, invitato a far parte comunque della spedizione azzurra, ha rinunciato al viaggio.

Marco Sicari

Nella foto d'archivio, Hassane Fofana (Federico Modica/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: