Chia, Europei di Cross. Oro per il Team U23 Italiano e Bronzo per Alice Cocco

11 Dicembre 2016

Dominio della Turchia. Oro del team under 23 maschile, l'argento junior di Yohanes Chiappinelli e il bronzo a squadre delle azzurre under 23

di Sardegna

(Roberto Spezzigu) - Chia (Domus de Maria) . Nella fantastica 23^ edizione dei Campionati Europei di corsa campestre che fanno entrare l’atletica leggera sarda nella storia di questa importante rassegna continentale domina la Turchia. Con gli atleti degli altopiani keniani Polat Kemboi Arikan, Ali Kaya, Yasemin Can e Meryem Akda occupa, con una dimostrazione di assoluta superiorità, i primi due posti dell’assoluta maschile e femminile.


Si difende però bene anche l’Italia, con quattro medaglie totali grazie all'oro del team under 23 maschile capitanato da Yeman Crippa  (anche il bronzo individuale), l'argento junior di Yohanes Chiappinelli e il bronzo a squadre delle azzurre under 23, prova che riserva gloria anche per l’atletica leggera sarda con l’alaese Alice Cocco che festeggia con il team ed è  autrice, tutto sommato, di una buona gara individuale.

 La ventitreesima edizione dei campionati europei di corsa campestre, disputata in una giornata da clima primaverile nel fantastico scenario natuaralistico e paesaggistico del centro turistico-costiero di Domus de Maria, ieri ha assegnato 6 titoli individuali e altrettanti a squadre di questa spettacolare e affascinate disciplina della corsa, equamente ripartiti tra maschili e femminili per le categorie Senior, under 23 e under 20.

  Le gare, corse sul circuito ricavato nella lingua di terra tra la laguna dei fenicotteri e la torre di Chia con un giro di 500 metri e uno lungo di 1500, hanno regalato spettacolo e emozioni ai tanti appassionati presenti offrendo gare di alto contenuto tecnico-agonistico.

  Nelle due attese prove assolute i turchi-keniani Aras Kaya e  Polat Kemboi Arikan, oro nel 2014 oro europeo 2012 e 2016 dei 10.000 metri, fanno gara di testa assieme, contrastati all’inizio dai britannici Callum Hawkins e Andrew Butchart. Alla fine sarà questo l’ordine d’arrivo con gli inglesi che si aggiudicano l’oro per team grazie al quinto posto di Andy Vernon . L’Italia invece finisce quinta (82 punti) con il miglior piazzamento ad opera di Marouan Razine, nono in 28:27.


Dietro di lui nell'ordine è la volta di Marco Salami (15°, 28:48), Stefano La Rosa (20°, 29:01), Giuseppe Gerratana (38°, 29:43) e  Yassine Rachik (41°, 29:51).   La Turchia invece si aggiudica il terzo oro senior maschile di fila, con tre atleti diversi (Polat Kemboi Arikan nel 2014, Ali Kaya nel 2015, Aras Kaya nel 2016) e diventa la prima  nazione che vince tutti e due gli ori senior individuali, tra l’altro in entrambi i casi con una doppietta di atleti al primo e secondo posto. Anche nella prova assoluta femminile infatti sono le gazzelle turco-keniane a menar le danze sin da subito creando una voragine tra se e le più dirette inseguitrici. Alla fine tutto si risolve con una lunga volata all’ultimo giro che vede vincitrice Yasemin Can (campionessa europea in carica di 5000 e 10.000 metri) in 24’46”davanti alla connazionale  Meryem Akda (24’56”) a Karoline Bjerkeli Grovdal (Norvegia) in  25’26”, Ancuta Bobocel (Romania) e all’irlandese  Fionnula McCormack, già vincitrice di due titoli continentali. Decimo posto per l'Italia (162). La migliore delle azzurre è la piemontese Valeria Roffino (22esima, 26:36) seguita dalla triatleta Sara Dossena (45esima, 27:13), Francesca Bertoni (47esima, 27:20), Federica Dal Ri (48esima, 27:21), Sara Brogiato (53esima, 27:33) e Silvia La Barbera (58esima, 27:50

    Nelle altre prove buon debutto tra gli under 23 del  bicampione europeo junior di cross Yeman Crippa, che ha seguito i migliori per tutta la gara giocandosi vittoria e podio nello sprint finale, volata che ha visto vincere Isaac Kimeli (Belgio,22’48”) davanti allo spagnolo Carlos Mayo (22’53”) con il nostro Crippa ottimo terzo in  22’54. Meno fortunata invece (rispetto alle aspettative della vigilia) la prova negli junior  di Yohanes Chiappinelli, U20 l'oro europo junior dei 3000 siepi, che dopo una prima parte di gara corsa in testa alla fine ha dovuto cedere al norvegese Jakob Ingebrigtsen, primo in 17’06” contro il 17’14” di Chiappinelli.  Per Alice Cocco, alaese classe 1995 che corre per il Cus Sassari, una medaglia di bronzo e una prova individuale in chiaroscuro che però fa ben sperare per il futuro:”Sono molto contenta per la medaglia a squadre ma individualmente mi aspettavolo di riuscire a fare un po meglio- dice l’atleta sarda che continua-“ Ho avuto poco coraggio e la tensione mi ha frenato. Alla partenza ero spaventata perchè ero l’ultima della squadra a uscire dai cancelletti e sono partita proprio piano. Sarà comunque un’esperienza che mi servirà per il futuro, anche perchè ho ancora un altro anno nella categoria under 23”.

I Risultati

Nota Webmaster - Nella Galleria fotografica , sono disponibili numerose foto della manifestazione realizzate da Roberto Spezzigu.




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 Campionati Europei di Cross.