Chesani, rientro a quota 2,23 a Padova

27 Gennaio 2016

Il vicempione europeo indoor torna a gareggiare a quasi un anno dall'operazione al tendine d'Achille. "Tecnica da migliorare, ma la condizione è buona".


 

Il vicecampione europeo indoor di salto in alto Silvano Chesani è tornato a gareggiare questa sera a Padova vincendo alla quota di 2,23. L’azzurro delle Fiamme Oro ha suggellato così il rientro agonistico a 46 settimane dall’argento nella rassegna continentale al coperto di Praga e a 300 giorni dall’operazione al tendine d’Achille destro. Oggi, sulla pedana patavina, il 27enne trentino ha realizzato una progressione immacolata grazie alle misure di 2,10 - 2,16 - 2,19 - 2,23 superate alla prima prova. Poi, tre tentativi a 2,26, di cui il secondo sbagliato in fase di richiamo delle gambe. Al secondo posto si è classificato Andrea Lemmi (Fiamme Gialle) con 2,19.

“Sono contento - commenta Chesani a caldo - alla fine ho avuto la conferma di stare molto bene fisicamente, e di essere molto indietro tecnicamente. Il tutto è decisamente migliorabile, l’unico salto che mi è piaciuto è il secondo a 2,26, sbagliato di un nulla. Ma era importante rompere il ghiaccio perché l’emozione, quando sono entrato in pedana, era tanta. Ora guardo ai meeting in Slovacchia e Repubblica Ceca (Banská Bystrica giovedì 4 febbraio, Třinec domenica 7 febbraio, Hustopeče sabato 13 febbraio ndr). L’obiettivo della stagione indoor è saltare almeno 2,29”. 

a.c.s. (Ha collaborato Mauro Ferraro/FIDAL Veneto)

RISULTATI/Results

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

 



Condividi con
Seguici su: