CdS U23: in luce Montini, Scotti e Mandusic

22 Settembre 2018

Partita la caccia agli scudetti giovanili per club. A Pavia nei 110hs lo junior (14.09) sfiora il record di categoria, 400 metri in 47.65 per il primatista italiano under 20, cresce l’astista (5,30).


 

Prima giornata di sfide tricolore a Pavia, per la Finale Nazionale dei Campionati Italiani di Società under 23. Al giro di boa, le squadre con i punteggi più alti sono il Cus Parma tra gli uomini e l’Atletica Brescia 1950 Ispa Group al femminile, entrambe a quota 101 punti, senza tener conto dei vincoli previsti dal regolamento (almeno 9 risultati ottenuti da atleti juniores). In chiave individuale, ancora in evidenza Mattia Montini che nei 110 ostacoli sfiora la migliore prestazione nazionale juniores con 14.09 sulle barriere senior da 106 centimetri, nonostante il vento contrario (-1.3) sulla rinnovata e veloce pista. Per il 19enne della Lecco Colombo Costruzioni c’è il primato personale, ritoccando il 14.15 del meeting di Savona, e la terza posizione nelle liste alltime a soli cinque centesimi dal limite italiano di categoria (14.04 di Lorenzo Perini nel 2012). Quest’anno il giovane lombardo ha realizzato il record indoor (7.64 nei 60hs) prima di diventare il secondo di sempre nei 110hs (13.49 con gli ostacoli da un metro) e di raggiungere la semifinale iridata.

Sulla pedana dell’asta cresce anche il ventenne Max Mandusic (Trieste Atletica) con 5,30 alla terza prova, per aggiungere dieci centimetri al personal best. Il primatista italiano junior dei 400 metri Edoardo Scotti (Cus Parma) si impone in scioltezza con la sua ormai consueta rimonta finale in 47.65 davanti a Giorgio Trevisani (Studentesca Rieti Milardi, 47.99), poi squalificato, e quindi il secondo posto va all’altro campione mondiale under 20 di staffetta Klaudio Gjetja (Pro Sesto, 48.35) mentre al femminile la piemontese Aurora Casagrande Montesi (Cus Parma) con 54.89 precede Ilaria Verderio (Pro Sesto/Fiamme Gialle, 55.22) e il compagno di club Tobia Bocchi (Cus Parma/Carabinieri) piazza un 15,67 (-0.6) vincente nel triplo.

Nel martello la campionessa italiana assoluta Sara Fantini (Cus Parma/Carabinieri), che da pochi giorni ha festeggiato il 21° compleanno, si conferma sopra i 65 metri in questo finale di stagione con 65,39. La pesista Martina Carnevale (Studentesca Rieti Milardi) continua a migliorarsi e coglie un nuovo record personale con 15,68 piazzando anche un’altra spallata (15,67) oltre il precedente primato di 15,60.

Al maschile Alessio Mannucci (Atl. Livorno) spedisce il disco a 53,62 e batte il tricolore del peso Sebastiano Bianchetti (Studentesca Rieti Milardi/Fiamme Oro), che in versione discobolo oggi è secondo con 50,95. Duello sul filo dei centimetri nel giavellotto: 67,84 di Matteo Masetti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) per superare il 67,74 di Giovanni Bellini (Studentesca Rieti Milardi).

Sul rettilineo dello sprint il ventenne Alex Zlatan (La Fratellanza 1874 Modena) conquista il massimo dei punti nei 100 metri con 10.61 (+1.4) e la tricolore under 20 Margherita Zuecco (Atl. Vicentina) corre in 12.00 (+0.3). Con Ayomide Folorunso in ultima frazione, il quartetto del Cus Parma lanciato da Sara Dall’Aglio, dalla junior Desola Oki ed Elisa Di Lazzaro vince la staffetta 4x100 in 45.92. Capitolo mezzofondo: nei 3000 siepi Matteo Spanu (Atl. Malignani Libertas Udine) con 9:04.86 sorprende Simone Colombini (La Fratellanza 1874 Modena, 9:08.67) e tra le donne prevale la junior Vanessa Campana (Atl. Brescia 1950 Ispa Group, 11:07.08), nei 1500 metri successi dello junior Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 3:50.62) e di Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) in un tattico 4:54.06 con ultimo giro in 58.5, invece sui 5000 di marcia un decimo della fatica per il cinquantista Stefano Chiesa (Atl. Cento Torri Pavia) con 21:02.16 sul 18enne Riccardo Orsoni (Cus Parma, 21:15.47 PB) dopo la squalifica di Ettore Grillo (Atl. Firenze Marathon) che era in testa fino a 200 metri dal termine. Domattina la seconda e decisiva giornata con le restanti nove gare maschili e femminili in programma e l’assegnazione dei titoli nazionali per club.

Luca Cassai

(ha collaborato Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: