CdS: Santiusti e Bongiorni, buona la prima

07 Maggio 2017

La seconda giornata della fase regionale dei Societari Assoluti vede gli esordi dell’ottocentista in 2:05.51 a Bussolengo e della sprinter sui 200 in 23.80 ad Arezzo. Ancora in luce la 16enne Coiro: 2:07.91 al debutto sugli 800.


 

Nella seconda giornata della prima fase per i Campionati di Società Assoluti 2017, a Torino il martellista Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever) con 77,23 migliora il primato stagionale, superando nuovamente i 76 metri dello standard di iscrizione ai prossimi Mondiali di Londra (4-13 agosto) per la quarta volta in altrettante gare disputate nell’ultimo mese. Ad Arezzo, la velocista Anna Bongiorni (Cus Pisa/Carabinieri) sfiora il personale sui 200 metri in 23.80 (+2.0) davanti a Irene Siragusa (Atletica 2005/Esercito), 23.86. A Bussolengo (Verona) negli 800 metri l’azzurra Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova), quinta agli Europei e semifinalista olimpica, si impone con 2:05.51 e a Roma la 16enne Eloisa Coiro (Atl. Roma Acquacetosa), al debutto sulla distanza all’aperto, con 2:07.91 entra subito nella top ten italiana under 18 di sempre, in ottava posizione, dopo il successo di ieri nei 400 in 54.72. A Modena il maltempo condiziona l’esordio sui 400 ostacoli dell’azzurra Ayomide Folorunso (Cus Parma/Fiamme Oro), che chiude in 58.83 su pista bagnata senza forzare, mentre a Udine firma il personal best Ilaria Vitale (Libertas Friul Palmanova) con 57.06. A Torino prima gara dell’anno per l’ostacolista José Bencosme (Fiamme Gialle), nei 200 metri in 21.54 (-0.1), invece si migliora il ventenne Daniele Corsa (Folgore Brindisi) a Matera con 20.97 (+0.7), come Gaetano Di Franco (Enterprise Sport & Service) in 21.02 (-0.5) a Napoli dove Stefano Tremigliozzi (Enterprise Sport & Service/Aeronautica) salta 7,65 ventoso (+2.3) nel lungo.

CdS Assoluti 2017 - le sedi prima prova regionale (6-7 maggio)
Abruzzo:
Sulmona (AQ); Alto Adige/Trentino: Bolzano; Basilicata/Puglia: Matera; Calabria: Siderno (RC); Campania/Molise: Napoli; Emilia-Romagna: Modena; Friuli-Venezia Giulia: Udine; Lazio: Roma; Liguria: Genova; Lombardia (uomini): Busto Arsizio (VA); Lombardia (donne): Bergamo; Marche: Ancona; Piemonte/Valle d’Aosta: Torino; Sardegna: Cagliari; Sicilia: Palermo; Toscana: Arezzo; Umbria: Orvieto (TR); Veneto: Bussolengo (VR)

ABRUZZO - Sulla pista di Sulmona (L’Aquila), esordio stagionale di Leonardo Capotosti (Atl. Vomano Gran Sasso/Fiamme Gialle) che corre in 52.95 sui 400 ostacoli. Nei 200 metri l’allievo Leonardo Puca (Atl. L’Aquila) coglie in successo con 22.13 (+0.6).

CALABRIA - Nella due giorni allo stadio Raciti di Siderno (Reggio Calabria), lo junior Attilio Trapasso (Cs Giovanile Catanzaro Lido) si migliora nei 10.000 di marcia con 44:46.48.

CAMPANIA/MOLISE - Al campo Virgiliano di Napoli, ancora in evidenza gli atleti dell’Enterprise Sport & Service che ha conquistato l’ultimo scudetto al maschile. Sui 200 metri si migliora di otto centesimi il 23enne Gaetano Di Franco con 21.02 (-0.5), mentre in altra serie il carabiniere Giuseppe Leonardi corre in 21.53 (+1.6), e nel lungo Stefano Tremigliozzi atterra a 7,65 con vento troppo favorevole (+2.3) per battere il lettone compagno di club Elvijs Misans 7,62 (-0.4). Arrivano dal paese baltico anche i vincitori di 400 ostacoli, Janis Baltuss in 52.33 davanti a Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre, 53.34), e getto del peso, Maris Urtans con 17,80. Nel martello Igors Sokolovs (64,30) regola Ainars Vaiculens (63,85), al femminile l’altra lettone Aiga Grabuste (Gioiatletica Cilento) salta 6,19 (+1.8) nel lungo.

EMILIA-ROMAGNA - Meteo inclemente a Modena, anche per la seconda giornata. Nel suo debutto stagionale sui 400 ostacoli l’azzurra Ayomide Folorunso (Cus Parma/Fiamme Oro), quarta agli Europei di Amsterdam oltre che finalista olimpica e primatista italiana della staffetta 4x400 metri, chiude in 58.83 sulla pista bagnata, senza forzare soprattutto nella prima parte. Al maschile 52.17 per Davide Piccolo (Sef Virtus Emilsider Bologna), mentre sugli 800 metri l’ex tricolore indoor Gabriele Bizzotto (Cus Parma) in 1:51.36 si lascia alle spalle Yassin Bouih (Atl. Reggio/Fiamme Gialle, 1:53.31), nella seconda serie 1:55.13 per l’allievo Edoardo Scotti (Cus Parma, 1:55.13), primatista italiano under 18 dei 400 indoor. Sui 200 metri 24.89 (-0.5) della junior Desola Oki (Cus Parma), nei 5000 metri Barbara Bressi (Self Atl. Montanari & Gruzza) in 16:40.58 precede Christine Santi (La Fratellanza 1874 Modena/Esercito), 16:52.22. A causa delle avverse condizioni atmosferiche, posticipate cinque gare a mercoledì 10 maggio: alto e asta, sia uomini che donne, e giavellotto maschile.

FRIULI-VENEZIA GIULIA - Ancora un record personale di Ilaria Vitale (Libertas Friul Palmanova), che oggi a Udine si migliora nettamente sui 400 ostacoli per scendere a 57.06 con quasi un secondo di progresso. La sorella e compagna di club Ylenia Vitale si aggiudica invece i 200 in 24.46 (-1.3). Nel disco 52,77 di Giada Andreutti (Atl. Malignani Libertas Udine) e sugli 800 metri primeggia Joyce Mattagliano (Atl. Brugnera Friulintagli/Esercito) in 2:07.64.

Sulla pedana del giavellotto la 16enne Federica Botter (Atl. Brugnera Friulintagli), tricolore cadette nella scorsa stagione, porta a 46,17 il personale con l’attrezzo da 600 grammi. Al maschile 65,30 di Marco Bortolato (Atl. Malignani Libertas Udine/Fiamme Oro) nel martello.

LAZIO - Allo stadio della Farnesina di Roma, di nuovo protagonista l’allieva Eloisa Coiro (Atl. Roma Acquacetosa) che al suo esordio negli 800 all’aperto fa subito l’ingresso tra le migliori under 18 italiane di sempre, all’ottavo posto. La 16enne romana vince in 2:07.91 bissando il successo nei 400 di ieri, che l’aveva inserita in quinta posizione nelle graduatorie nazionali alltime di categoria con 54.72. Nata il 1° dicembre 2000 e residente ai Parioli, era la più giovane della squadra azzurra che l’anno scorso ha partecipato agli Europei U18 di Tbilisi, dove ha raggiunto la semifinale dei 400 e ha corso la batteria della staffetta mista. Dopo aver praticato nuoto e tennis, ha iniziato con l’atletica nel 2013 ma si è rivelata solo nella passata stagione, cresciuta sotto la guida tecnica di Emilio De Bonis. Alle sue spalle si migliora la junior Martina Tozzi (Fiamme Gialle Simoni), 2:09.24. Doppietta anche per la velocista Elisabetta De Andreis (Acsi Italia Atletica) che si aggiudica i 200 metri con il record personale di 24.30 (vento nullo), stesso crono di Francesca Romana Cattaneo (Lazio Atl. Leggera), mentre l’allieva Chiara Gherardi (Studentesca Rieti Milardi) scende a 24.70. Nel martello 62.29 della promessa Tiziano Di Blasio (Atl. Futura Roma). L’allieva Maria Roberta Gherca (Atl. Velletri), fuori classifica, salta 3,70 nell’asta e poi commette tre errori a 3,90. Nell’alto maschile 2,15 per Nicolas De Luca (Atl. Futura Roma) ma si rivede il 22enne Alessandro Norgbey (Rcf Roma Sud), tricolore allievi nel 2012, che dopo due anni di sostanziale inattività supera 2,06, a quattro centimetri dal personale.

LIGURIA - A Genova l’allievo Luca Biancardi (Atl. Arcobaleno Savona) corre in 22.19 (+1.9) sui 200 metri, con la compagna di colori Stefania Biscuola prima negli 800 in 2:14.07. Domani, lunedì 8 maggio, saranno recuperate le gare non disputate nella giornata di sabato.

LOMBARDIA (donne) - Sulla pista di Bergamo, la promessa Alessia Niotta (Atl. Brescia 1950) conquista anche i 200 metri e si migliora con 24.26 (-1.1) davanti alla junior Sofia Bonicalza (Pro Sesto Atletica, 24.29) e alla quattrocentista Elena Bonfanti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 24.48), nella seconda serie 24.65 (-1.6) dell’allieva Noemi Cavalleri (Pol. Olonia) e nella terza 24.74 (-0.7) per Lucia Pasquale (Brixia Atletica 2014). La junior Linda Olivieri (Atl. Monza) vince i 400 ostacoli in 1:00.19. Negli 800 metri Serena Troiani (Cus Pro Patria Milano) con 2:09.84 ha la meglio nei confronti di Elisa Bortoli (Atl. Brescia 1950), seconda in 2:10.22. Sulla pedana del disco 51,83 per Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950) davanti al 45,82 della junior Sydney Giampietro (Cus Pro Patria Milano/Fiamme Gialle), nel lungo l’allieva Adanis Cuesta (Atl. Rigoletto) cresce fino a 5,98 (+1.0). Nei 5000 metri 17:09.72 di Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano).

LOMBARDIA (uomini) - A Busto Arsizio (Varese), nei 400 ostacoli vinti da Lorenzo Vergani (Cus Pro Patria Milano) in 52.05, si fa notare il 18enne Alessandro Sibilio (Atl. Riccardi Milano 1946): alla sua seconda esperienza con le barriere senior, il campione europeo allievi scende a 52.40. Bel progresso dello junior Nicholas Nava (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) che aggiunge ben cinque centimetri al personale e supera la quota di 2,12 nel salto in alto. Due under 20 al comando degli 800 metri, Leonardo Cuzzolin (Pro Sesto Atletica) e Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo 1959 Creberg), separati da appena un centesimo: 1:51.81 contro 1:51.82. Vento contrario sui 200 maschili, con Giacomo Tortu (Atl. Riccardi Milano 1946) a 21.63 (-1.9). Nel lungo vince Stefano Braga (Atl. Riccardi Milano 1946) con 7,54 (+2.0) sul 7,29 (+1.3) di Fabrizio Schembri (Atl. Rovellasca/Carabinieri), nel martello 63,60 per Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni).

MARCHE - Ad Ancona vittoria in solitaria della tricolore promesse Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) sugli 800 metri in 2:10.74, mentre l’allieva Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) debutta nei 400 ostacoli con 1:02.24. Sulla pedana del peso 16,71 per Lorenzo Del Gatto (Team Atletica Marche/Carabinieri).

PIEMONTE/VALLE D’AOSTA - Non c’è solo Marco Lingua (77,23 nel martello) allo stadio Nebiolo di Torino. Prima gara dell’anno per José Bencosme (Fiamme Gialle): l’ostacolista azzurro si mette alla prova sui 200 metri e vince in 21.54 (-0.1), a poco più di due decimi dal personale sulla distanza, seguito da Davide Re (Cus Torino/Fiamme Gialle, 21.70) e Michele Tricca (Atl. Susa/Fiamme Gialle), 21.77. Negli 800 metri 1:51.70 per Soufiane El Kabbouri (Cus Torino) e sui 5000 vittoria per Martina Merlo (Cus Torino/Aeronautica) in 17:07.31 davanti alle juniores Michela Cesarò (Cus Torino, 17:27.21) e Valentina Gemetto (Atl. Saluzzo, 17:27.83), mentre nei 400 ostacoli 1:01.39 della non ancora ventenne Eleonora Marchiando (Atl. Sandro Calvesi).

PUGLIA/BASILICATA - Anche oggi, al campo Duni di Matera, l’uomo-copertina è lo sprinter Daniele Corsa (Folgore Brindisi) che per la prima volta in carriera scende sotto i 21 secondi nei 200 metri con 20.97 (+0.7). Classe 1996, è stato quinto due anni fa agli Europei juniores e argento con la staffetta 4x400 azzurra. Nel getto del peso, esordio con l’attrezzo senior da 7,260 kg per l’allievo Carmelo Musci (Atl. Aden Exprivia Molfetta) con 14,67.

SARDEGNA - Vento ancora padrone della pista a Cagliari nella seconda giornata. Antonio Moro (Delogu Nuoro) corre i 200 in 21.72, nettamente primato personale, ma l’anemometro gli invalida il risultato segnando +2.4. In realtà il vento è molto più potente ma soffia trasversalmente al rettilineo d’arrivo, tanto che i velocisti se lo ritrovano in piena faccia all’avvio e in curva. Invece l’allieva Dalia Kaddari (Tespiense Quartu) ferma il cronometro su 24.85, primato personale (aveva un 25.61 del 2016 nella sua unica uscita in carriera sulla distanza) questa volta regolare (+0.1). In apertura di pomeriggio nel martello Nicola Sundas (Amsicora) aveva lanciato l’attrezzo a 59,81 mentre l’azzurra Zahra Bani (Cus Cagliari/Fiamme Azzurre) subito dopo ha scagliato il giavellotto a 51,67. Nell’alto Eugenio Meloni (Cus Cagliari/Carabinieri) si ferma a quota 2,12 saltando completamente controvento e rinunciando in pratica ai successivi tentativi a 2,16.

Nella pedana del lungo successo per Andrea Pianti (Shardana), che atterra a 7,04 (-1.4).

SICILIA - Crescono i giovani sprinter siciliani. A Palermo si migliora anche sui 200 la siracusana Alessia Carpinteri (Cus Palermo) in 24.64 (-1.6) davanti alla 16enne compagna di squadra Martina Cusumano (25.11). Sui 200 maschili vince Federico Ragunì (Cus Palermo), 21.55 (+1.3), e in altra serie lo junior Nicholas Artuso (Atl. Villafranca) corre in 21.92 (0.0). Dopo i 1500 Ala Zoghlami (Cus Palermo) si aggiudica anche gli 800 in 1:53.12, sui 5000 metri 14:33.61 per il gemello Osama Zoghlami (Cus Palermo) davanti a Giuseppe Gerratana (Libertas Running Modica/Aeronautica), 14:39.32. Nel lungo Antonino Trio (Cus Palermo) salta 7,46 (+1.0).

TOSCANA - Tante velociste azzurre in pista anche oggi, allo stadio Tenti di Arezzo. Vince ancora Anna Bongiorni (Cus Pisa/Carabinieri) che sfiora di tre centesimi il personale sui 200 metri in 23.80 con vento appena entro la norma (+2.0) davanti a Irene Siragusa (Atletica 2005/Esercito, 23.86) e alla quattrocentista Maria Enrica Spacca (Carabinieri), fuori classifica e al traguardo in 24.24. Poi Audrey Alloh (Atl. Firenze Marathon/Fiamme Azzurre) in 24.41 e Chiara Bazzoni (Toscana Atl. Empoli/Esercito), 24.54. Sfida azzurra anche nel disco femminile: 53,67 per Valentina Aniballi (Esercito), presente fuori classifica, sul 53,13 della campionessa italiana Stefania Strumillo (Atletica 2005), nella pedana del peso 17,83 per il ventenne Leonardo Fabbri (Atl. Firenze Marathon). Nei 5000 metri l’ugandese Jacob Kiplimo (Atl. Prato), campione mondiale U20 di cross, con 13:59.74 precede i gemelli Lorenzo Dini (14:06.46) e Samuele Dini (14:10.26), entrambi finanzieri provenienti dall’Atletica Livorno. Il mezzofondista Joao Bussotti (Atl. Livorno/Esercito) corre invece gli 800 metri, per imporsi in 1:48.49. Nell’asta 4,00 di Letizia Marzenta (Atl. Firenze Marathon) e nel giavellotto 50,66 per la campionessa italiana Eleonora Bacciotti (Atl. Firenze Marathon), mentre l’allievo Giacomo Belli (Atl. Libertas Runners Livorno), tricolore indoor di categoria, si aggiudica l’alto con 2,06, stessa misura di Andrea Lemmi (Atl. Livorno).

TRENTINO/ALTO ADIGE - A Bolzano, nei 5000 metri la promessa Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana) realizza il primato personale con 16:26.57, invece sui 400 ostacoli Caren Agreiter (Bruneck Brunico Volksbank) si impone in 59.17. Nel giavellotto 47,47 per la non ancora ventenne Luisa Sinigaglia (Gs Valsugana Trentino). Fra gli uomini Brayan Lopez (Athletic Club 96 Alperia) conquista anche i 200 a suon di record personale in 21.69 (-0.1), negli 800 metri 1:49.65 di Abdessalam Machmach (Athletic Club 96 Alperia). Per i concorsi, nell’alto si migliora con 2,06 lo junior Lorenzo Naidon (Us Quercia Trentingrana) e nel peso 16,62 di Marco Dodoni (Athletic Club 96 Alperia), con il martellista Michele Ongarato (Athletic Club 96 Alperia) a 63,68.

UMBRIA - Doppietta a Orvieto (Terni) della lanciatrice Monia Cantarella (Atl. Libertas Arcs Cus Perugia), prima anche nel disco con 48,33. Sui 200 metri Marco Emilio Gai (Atl. Libertas Orvieto) prevale in 22.06 (+1.0).

VENETO - A Bussolengo (Verona), una delle culle nazionali degli 800 metri grazie al lavoro del tecnico Ghidini, il miglior risultato della seconda giornata non poteva che arrivare dal doppio giro di pista. Merito dell’azzurra Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova) che ha fermato il cronometro a 2:05.51, portandosi in scia la ventenne Elena Bellò (Atl. Vicentina/Fiamme Azzurre), autrice di un bel 2:06.28. Marco Pettenazzo (Atl. Città di Padova) ha vinto la gara maschile in 1:52.16 e Lodovico Cortelazzo (Assindustria Sport Padova), dopo il successo di ieri nei 100 (10.62), è stato il più veloce anche nei 200 (21.48/+1.3). Nel giavellotto Ilaria Casarotto si è imposta con 45,48, nel lungo Carol Zangobbo (Assindustria Sport Padova) si è fermata ad un soffio dai 6 metri (5,98/-0.7), nell’asta 4,00 per Elisa Molinarolo (Aristide Coin Venezia 1949). Doppio successo oggi per Greta Zin (Assindustria Sport Padova) che in mattinata ha vinto il martello, al campo Avesani di Verona con 52,98, e nel pomeriggio si è ripetuta a Bussolengo nel disco con 47,17. Nel weekend le cattive condizioni meteorologiche hanno penalizzato soprattutto le specialità più tecniche.

LE TAPPE DELLA CORSA SCUDETTO - Alla prima fase seguirà la seconda del 20-21 maggio, mentre la terza prova si disputerà nell’ambito dei vari campionati regionali assoluti (24-25 giugno). I risultati potranno essere integrati poi con quelli realizzati in occasione degli incontri con la Nazionale, nel periodo dall’8 maggio al 25 giugno. Per quanto riguarda le staffette 4x100 e 4x400 sono validi anche i risultati realizzati al Challenge Nazionale di staffette del 27-28 maggio a Celle Ligure (SV).

LE FINALI - Gli scudetti saranno in palio nella Finale Oro di Modena che andrà in scena il 23 e 24 settembre con in campo i 12 migliori club maschili e i 12 migliori club femminili. Nello stesso fine settimana appuntamento invece ad Agropoli (SA) per la Finale Argento, cui partecipano sempre 24 club. Le Finali B sono divise in 4 raggruppamenti di 12 società ciascuno: il Nord-Est (Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Trentino e Veneto) ad Arzignano (VI), il Nord-Ovest (Liguria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta) a Torino, mentre sono da definire le sedi della finale Adriatico (Abruzzo, Emilia-Romagna, Marche, Molise, Puglia e Umbria) e Tirreno (Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Sardegna, Sicilia e Toscana).

LEGGI ANCHE: IL RACCONTO DELLA PRIMA GIORNATA DEI CDS 2017

(hanno collaborato Carlo Carotenuto, Mauro Ferraro, Alessandro Floris, Lorenzo Magrì, Simone Proietti, Cesare Rizzi, Giorgio Rizzoli, Stefano Ruggeri, Myriam Scamangas)

Società ammesse alle finali del CdS Assoluto su pista 2017 (previo punteggio di conferma)

Elenco atleti militari autorizzati a partecipare nei CdS con la società di provenienza

Elenco società iscritte alla 1ª e 2ª prova regionale del CdS Assoluto su pista

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: