CdS: Bracco ed Enterprise vincono gli scudetti

24 Settembre 2017

A Modena, affermazione delle milanesi che ripetono il titolo di due anni fa e conferma per i campioni uscenti del sodalizio campano. Per entrambi i club è il secondo successo tricolore in bacheca.


 

La Finale Oro di Modena incorona i club campioni d'Italia 2017. Al maschile conferma del sodalizio campano dell'Enterprise Sport & Service che svetta nettamente con 113 punti su Atl. Riccardi Milano 1946 (75.5) e i padroni di casa de La Fratellanza 1874 (71.5). Tra le donne, il titolo dopo due anni torna a Milano sulle casacche della Bracco Atletica che con 102 punti precede la Studentesca Milardi Rieti (89) e l'Atletica Brescia 1950 (72). Lontano dal podio le pluriscudettate dell'ACSI Italia Atletica, alle prese con diverse assenze per infortunio. Per l'Enterprise sei vittorie individuali di cui cinque firmate dagli atleti lettoni in forza al club di Benevento: Janis Leitis (400m), Janis Baltuss (400hs), Mareks Arents (asta), Elvijs Misans (triplo), Rolands Strobinders (giavellotto) e il ventista azzurro Francesco Fortunato (10.000m marcia). Per le milanesi della Bracco, invece, si impongono in quattro: Federica Casati (3000 siepi), Nicla Mosetti (100hs), Valentina Trapletti (5000m marcia) e le staffettiste Tassani-Spadotto Scott-Trevisan-Battaglia (4x400). Nel bel mezzo della seconda giornata di gare arriva anche un temporale che, però, non rovina la colorata festa delle premiazioni. 

BILANCIO SOCIALE - A metà giugno la Bracco Atletica del presidente Franco Angelotti aveva raggiunto un altro importante traguardo: la presentazione, primo caso in Italia per una società di atletica, del bilancio sociale. Si tratta di un documento redatto sulla base di un’analisi approfondita di dati statistici, mappatura degli stakeholder e riscontri di esperti, descrivendo l’operato del club rispetto alle atlete e alla loro salute, agli obiettivi educativi e al rapporto con le famiglie.

ENTERPRISE YOUNG - Il sodalizio campano guidato dalla presidentessa Antonella De Donato e dal direttore generale Antonio Paone conquista uno scudetto che è stato vissuto con grande entusiasmo anche dai tanti ragazzi dell'Enterprise Young. E' la società con sede allo stadio San Paolo di Napoli e che da alcuni anni svolge un'intensa attività di promozione a partire dalle scuole elementari del capoluogo campano con oltre 2000 giovanissimi coinvolti.

MARTELLATA DI FALLONI 74,42 - L'acuto di oggi arriva dalla gabbia del martello dove l'azzurro Simone Falloni (Studentesca Milardi Rieti) lancia 74,42 realizzando la sua quarta prestazione in carriera. Gara sospesa per la pioggia nel peso dove il bronzo europeo U23 Sebastiano Bianchetti (Studentesca Milardi Rieti) si impone con 18,77. La "golden girl" dei 400hs Ayomide Folorunso (CUS Parma) non ha rivali sul giro di pista con barriere (58.34), mentre i 200 metri vedono l'affermazione di Mario Di Giambattista (Atl. Futura Roma) in 21.44 (+1.1). Al femminile, doppietta della lettone Gunta Latiseva-Cudare (GS Valsugana Trentino), ieri vincitrice dei 400 e oggi al successo sui 200 in 23.26 (+0.4) ovvero la specialità che le ha messo al collo la medaglia d'argento alle Universiadi tra le azzurre Siragusa e Bongiorni. A proposito di doppiette, spicca quella dei gemelli Zoghlami. I 23enni del CUS Palermo replicano il verdetto dei 3000 siepi con Ala che, sotto l'acquazzone, mette il naso davanti al fratello Osama (crono 14:19.10 per entrambi). Sugli 800 concede il bis lo scapigliato Enrico Riccobon (Brugnera Friulintagli) che si aggiudica la volata in 1:52.44. Nel lungo, l'azzurra Laura Strati (Atl. Vicentina) stampa nella sabbia un 6,40 (+0.8) battuto soltanto dal 6,51 (+1.3) della lettone Lauma Griva (GS Valsugana Trentino). Nell'analogo concorso maschile 7,71 (0.0) di Alessio Guarini (SEF Virtus Emilsider Bologna), mentre la pedana dell'asta femminile è teatro dell'ultima gara da astista di Elena Scarpellini. Per la cronaca, la bergamasca dell'ACSI Italia Atletica finisce seconda (3,90 come la vincitrice Letizia Marzenta, Atl. Firenze Marathon) dopo essersi generosamente cimentata anche nella contemporanea gara di salto in lungo.

CDS: LAVORI IN CORSO - La formula dei Campionati Italiani di Società è in fase di revisione. Nelle ultime settimane una serie di proposte partite da comitati regionali e società sono state discusse e condivise in due riunioni promosse dalla FIDAL a Roma e Modena.  

FINALE ORO - LE CLASSIFICHE
Uomini: 1. Enterprise Sport & Service 113 punti (CAMPIONI D’ITALIA 2017); 2. Atl. Riccardi Milano 1946 75,5; 3. La Fratellanza 1874 Modena 71,5; 4. Atl. Studentesca Rieti Andrea Milardi 68; 5. Cus Palermo 64,5; 6. Athletic Club 96 Alperia Bolzano 60; 7. Assindustria Sport Padova 53,5; 8. Atl. Futura Roma 51; 9. Atl. Firenze Marathon 44; 10. Atl. Biotekna Marcon 41; 11. Sef Virtus Emilsider Bologna 39; 12. Atl. Brugnera Friulintagli 39.
Donne: 1. Bracco Atletica 102 punti (CAMPIONESSE D’ITALIA 2017); 2. Atl. Studentesca Rieti Andrea Milardi 89; 3. Atl. Brescia 1950 72; 4. Gs Valsugana Trentino 60; 5. Atl. Vicentina 60; 6. La Fratellanza 1874 Modena 58; 7. Cus Parma 54; 8. Acsi Italia Atletica 53; 9. Us Quercia Trentingrana Rovereto 52; 10. Atl. Firenze Marathon 49; 11. Atl. Malignani Libertas Udine 35; 12. Atl.

Libertas Arcs Cus Perugia 35.

RISULTATI/Results - ORARIO/Timetable - FOTO/Photos - LA PRIMA GIORNATA

TV E STREAMING - Una sintesi televisiva, autoprodotta dalla FIDAL, andrà in onda su RaiSport in base al seguente programma: lunedì 25 settembre, ore 15.15-17.15 (prima giornata); martedì 26 settembre, ore 13.55-15.50 (seconda giornata). La registrazione della diretta streaming delle due giornate della Finale Oro è disponibile su atletica.tv.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

IL RACCONTO delle GARE

DONNE
400hs -
Ayomide Folorunso fa valere il suo rango di campionessa europea U23 e oro alle Universiadi. Ieri sui 400 metri si è dovuta accontentare del secondo posto, oggi sul "suo" giro di pista con barriere non c'è storia. La poliziotta azzurra del CUS Parma mette tutte in fila in 58.34. L'unica che, oltre a lei, scende sotto il minuto è Flavia Battaglia (Bracco Atletica), seconda in 59.37 su Jessica Peterle (US Quercia Trentingrana) 1:00.22.

800m - La ventenne Elena Bellò è l'atleta da battere. La portacolori dell'Atletica Vicentina aspetta la campana e poi prende il largo andando a vincere in 2:08.60. Le sta dietro una generosissima Maria Enrica Spacca (Studentesca Milardi Rieti): la quattrocentista, colonna della 4x400 azzurra, porta a termine la sua prova sulla doppia distanza in 2:10.93. Terza l'atleta di casa Chiara Casolari (La Fratellanza 1874) in 2:12.02.

Disco - Gli 8 punti vanno in casa della Studentesca Milardi Rieti grazie al 54,43 di Valentina Aniballi. La affiancano sul podio l'under 23 Giada Andreutti (Udinese Malignani Libertas UD) 53,91 e Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950) 51,37. Settima con 41,95 la giovanissima figlia d'arte Diletta Fortuna (Atl. Vicentina), medaglia d'oro all'EYOF.

UOMINI
Martello - E' il 24 settembre, ma Simone Falloni sembra aver lasciato qualche buona cartuccia per questa occasione. Il 26enne dell'Aeronautica oggi torna a vestire la maglia della Studentesca Milardi Rieti realizzando un'ottima serie di lanci culminata con un 74,42 che ne rappresenta la sua quarta migliore prestazione in carriera. L'azzurro apre la gara con 66,87, poi le altre martellate sono tutte oltre la soglia dei 70 metri: 70,13 - N - 72,18 - 74,42 - 73,64. Per l'allievo dell'argento olimpico Nicola Vizzoni (oggi atteso in gara nella Finale Argento di Agropoli) un bel modo di chiudere una stagione che l'ha visto incrementare il PB a 75,73 e poi vestire la maglia della Nazionale ai Mondiali di Londra. Alle sue spalle a Modena si piazzano l'esperto lettone Igors Sokolovs (Enterprise Sport & Service) 63,60 e Patrizio Di Blasio (Biotekna Marcon) 63,22.

Lungo - Il lunghista Alessio Guarini stamattina centra il bersaglio grosso: atterra a 7,71 (0.0) e conquista 8 punti per la SEF Virtus Emilsider Bologna. Per il 32enne poliziotto - che nel 2013 è entrato nel club degli ottometristi azzurri con 8,00 - si tratta del primato stagionale. Lo affiancano sul podio il campano Stefano Tremigliozzi (Enterprise Sport & Service) 7,61 (+0.7) e il siciliano Antonino Trio (CUS Palermo) 7,53 (+0.4).

400hs - L'Enterprise Sport & Service prende sempre più il largo in vetta alla classifica maschile. Una leadership a cui contribuisce anche il lettone Janis Baltuss, vincitore dei 400hs in 52.15. Secondo Davide Piccolo (SEF Emilsider Bologna) 52.57 che ha la meglio sul senegalese Moustapha Crespi (Athletic Club 96 Alperia). Giornata non particolarmente ispirata per l'argento europeo U20 Alessandro Sibilio (Atl. Riccardi Milano 1946), al traguardo in 54.15.

800m - Doppietta per lo scapigliato Enrico Riccobon. Il 22enne bellunese dopo il successo di ieri nei 1500, si aggiudica anche il doppio giro di pista e diventa il "Mister 16 punti" della Brugnera Friulintagli. A fare la differenza è ancora una volta la volata che Riccobon conclude davanti a tutti in 1:52.44. Dietro di lui, ma a ranghi invertiti, gli stessi due atleti che aveva già battuto negli 800: Abdessalam Machmach (Athletic Club 96 Alperia) 1:52.60 e Riccardo Tamassia (La Fratellanza 1874) 1:52.85.

Alto - Il sammarinese Eugenio Rossi - che spesso si allena proprio a Modena sotto l'esperta guida di Giuliano Corradi - è l'unico a vincere il duello con l'asticella a 2,08. Oggi al 25enne della Biotekna Marcon (PB 2,27) basta questo per mettersi in tasca gli 8 punti della vittoria. Alle sue spalle quattro atleti con 2,05: l'irriducibile Nicola Ciotti (Atl. Riccardi Milano 1946), Kelvin Purboo (La Fratellanza 1874), Nicolas De Luca (Atl. Futura Roma) e lo junior Davide Saltarello (Assindustria Sport Padova).

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Enterprise Sport & Service (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: