CdS Assoluti, i giovani guadagnano punti




 

Conclusa, tra sabato e domenica, la seconda fase regionale dei Campionati di Società Assoluti. I risultati più significativi di questo intenso week-end agonistico sono arrivati soprattutto dai giovani che, ad una settimana dai Tricolore Juniores e Promesse di Pescara, sono scesi in pista per difendere i colori dei loro club e testare la propria condizione in vista dell'importante rassegna nazionale di categoria. Su tutti l'exploit ad 1,90 dell'altista Elena Vallortigara che, nella prima giornata a Padova, ha eguagliato il record italiano Under 20 e la migliore prestazione mondiale Juniores 2010. In campo anche diversi atleti militari schierati, come da regolamento, per le società civili di provenienza. I punteggi ottenuti in questa seconda tornata di gare andranno ora a definire le classifica generale grazie a cui sarà stabilita, tra conferme, arretramenti e promozioni, la composizione delle Finali Nazionali del 25 e 26 settembre. A giocarsi gli scudetti di club campioni d'Italia saranno quelli ammessi alla Finale Oro di Borgo Valsugana (TN). Di seguito un riepilogo delle migliori prestazioni in arrivo dalle varie sedi regionali.
     
In gara a Modena i club dell'Emilia Romagna. Tra le cose migliori, 5,40 nell'asta per l'aviere Matteo Rubbiani che ha così portato in dote alla Fratellanza 1874, con cui gareggia nel CdS, 5 centimetri e 10 punti in più di quelli ottenuti nella prima fase di Imola. Nei 100 la uzbeka Guzel Khubbieva, da alcuni anni tesserata per il Cus Bologna, ha vinto in 11.78 (+0.5), davanti all'11.84 di Martina Balboni (Self Montanari Gruzza). Terza l’allieva Judy Udochi Ekeh (Reggio Event’s) con 12.01. Nei 400 si è imposta le lettone Ieva Zunda (Cus Parma) in 53.33, (per lei anche 58.54 nei 400hs, ndr) sulla cubana Lizmelys Rolando Viada (Atl. 85 Faenza) con 54.32. Subito dietro di loro Tiziana Grasso (Cus Parma) con 54.47, prima sui 200 in 24.07 (+0.5). Nei 100hs il miglior crono assoluto è stato il 13.52 ventoso (+2.1) di Alessandra Arienti (Atl. Interflumina) che in una serie extra, ha prevalso sul 14.30 della compagna di club e campionessa italiana juniores dei 100 hs, Alessandra Feudatari. Nei 400hs, bene il diciannovenne Davide Piccolo (Virtus Emilsider Bologna) che sulla scia del 52.83 vincente del cubano Yasel Lisme Abril (Atl. 85 Faenza), ha realizzato un 52.91 al di sotto del minimo per i prossimi Mondiali Juniores. Nei salti, seconda la triplista Silvia Cucchi (Fiamme Oro/CUS Parma) con 13,13 (+0,2), mentre nell'alto Giulio Ciotti (La Fratellanza/Fiamme Azzurre) ha valicato 2,20, 4 centimetri meglio del fratello Nicola (2,16). Nei lanci si rivede la primatista nazionale del martello Ester Balassini (Fiamme Gialle) che non ha negato un prezioso lancio da 51,47 al suo CUS Bologna. Sui 5 km di marcia, infine, in luce l'allieva Francesca Cocchi (Corradini Rubiera), terza al traguardo in un notevole 23:55.31. Nei giorni scorsi, invece, mezzofondisti in luce al Memorial Cavulli di Imola con lo junior Andrea Sanguinetti (Edera Atl. Forlì/14:48.23) e la promessa Lucia Colì (Esercito/17:19.73) primi sui 5000. Nei 1500 successo di Marco Salami (Esercito/3:48.60), mentre Antonella Riva (CUS Parma) ha chiuso in 2:06.80 gli 800 vinti, tra le allieve, da Silvia Gianaroli (Mollificio Modenese Cittadella) in 2:12.07. Nei salti, 2,21 per Giulio Ciotti nell'alto e 4 metri per l'astista Giorgia Benecchi (CUS Parma). Nella velocità 100 metri in 10.91 (-0.6) per l'allievo, terzo sui 200 di Mosca, Luca Valbonesi (Imola Sacmi Avis).      

A Rieti, sede della fase regionale del Lazio, lo junior Lorenzo Valentini (Studentesca CaRiRi) è stato il più veloce sui 200 in 21.40 (+1.2), 14 centesimi sotto il minimo richiesto dal settore tecnico FIDAL per la rassegna iridata Under 20 di Moncton. Al femminile, la vittoria è andata con 24.38 (+1.4) ad Ilenia Draisci (Fondiaria-SAI/Esercito), con Jessica Paoletta (CaRiRi/Esercito) ad 11.79 (+0.1) il giorno prima sui 100, quando Maria Enrica Spacca (Forestale) aveva vinto il giro di pista in 54.10. Nei 400hs, invece, affermazioni della promessa Francesco Cavazzani (E-Servizi Futura Roma) con 52.87 e della junior Giulia Latini (CaRiRi) 59.81 e minimo per i Mondiali canadesi. Le barriere alte vedono, quindi, dopo il bel 13.40 ottenuto mercoledì scorso all'Olimpico in Occasione del Silver Gala, un'altra vittoria per Veronica Borsi (Fondiaria-SAI/Fiamme Gialle), stavolta in 13.45 (0.0). Alle sue spalle la promessa Giulia Pennella (Fondiaria-SAI/Esercito) con 13.61. Nei lanci, infine, 53,38 per la discobola Valentina Aniballi (CaRiRi/Esercito) e 69,60 per la martellista Zalina Marghieva (CUS Tirreno Atletica). In Campania, a Salerno, uno Stefano Tremigliozzi (Aeronautica/Amat. Benevento) in versione sprinter ha vinto i 100 metri in 10.88 (+0.3), mentre il compagno di squadra Pellegrino Delli Carri ha ottenuto 68,47 nel martello. Nella marcia, quindi, Tatyana Gabellone (Centro Ester Napoli) ha prevalso in 25:04.1 sulla junior, azzurra di Coppa del Mondo a Chihuahua, Cecilia Stetskiv (Agg. Hinna/25:07.7). A Teramo, in Abruzzo, vittoria con 52,77 per il discobolo Nazzareno Di Marco (Bruni Vomano/Fiamme Oro). A Reggio Calabria, l'allieva Monia Cantarella (N.A. Fiamma Aranca) ha lanciato la peso a 13,13 e il disco a 44,82.  

In Lombardia, a Nembro (BG), interessante prestazione del triplista junior Andrea Chiari che nel lungo ha saltato 7,54 con vento regolare. L'atleta, portacolori dell'Atletica Saletti, seguito da Giuliano Carobbio, ha così fatto meglio del 7,53 al coperto realizzato ai Tricolore Indoor di Ancona e confermato anche in questa specialità il minimo per Moncton. Nell'alto, l'allievo Davide Basilico (Atl. Rovellasca) ha superato quota 2,02. A Lodi, 6,03 di lungo con vento nella norma per la neo campionessa italiana juniores dell'eptathlon Sara Bianchi Bazzi (Lecco-Colombo Costruzioni). Nel giavellotto 45,55 per Sara Jemai (US Sangiorgese). Nei 200 in evidenza le due velociste della Pro Sesto, Chiara Varisco che va a vincere in 24.16 (vento regolare) davanti a Giorgia Candiani con 24.37. Per le Marche, a Fabriano (AN), Alessandro Berdini (Aeronautica/Atl. Avis Macerata) corre i 200 metri in 21.25 (vento +0.5), mentre fra le donne si impone Ilaria Narcisi (Tecno Adriatletica Marche) con 24.72 (+1.7). Nel peso 17,28 di Paolo Capponi (Fiamme Oro/ASA Ascoli Piceno), davanti a Marco Carlini (Atl. Avis Macerata) che lancia a 17,12. Sempre nelle Marche, ma al 36° Meeting di Porto Sant'Elpidio, il lunghista Stefano Dacastello (Fiamme Gialle) è atterrato a 7,58 (+1.9), mentre l'ostacolista Marzia Caravelli (CUS Cagliari) ha corso i 200 in 24.52 con 2 metri e mezzo di vento contrario.

Il campo comunale "Giammaria" di Acquaviva delle Fonti (BA) ha, invece, ospitato le società di Puglia e Basilicata . Già il 2 giugno qui, in un anticipo di parte del programma gare dei CdS, lo junior Eusebio Haliti (Pol. Rocco Scotellaro Matera) aveva corso i 400 in 47.73, mentre nella marcia il diciottenne Massimo Stano (Aden Exprivia Molfetta) aveva chiuso i 10 km in 42:35.10 con la promessa Nicoletta Dell'Aquila a 22:59.24 sui 5 km. Domenica 13, invece, l'aviere Nicola Cascella, in maglia Amatori Atl. Acquaviva, ha battuto tutti sui 400hs chiudendo in 51.25. Sulla pista dello stadio delle Palme di Palermo, le squadre della Sicilia. Nella velocità doppietta di Lia Iuvara (CUS Catania), 11.97 nei 100 (+1.8) e 24.89 nei 200 (+1.6), con Koura Kaba Fantoni (Sport Club Catania), leader dello sprint maschile in 10.54 (+0.4). Musa Deji (Pol APB) ha superato, quindi, 21.51 a 21.53 (+0.8) nei 200 il finanziere Alessandro Cavallaro (Lib. Catania). Sul giro di pista, ma senza ostacoli, vittoria dell'ostacolista Manuela Gentili (CUS Palermo), 54.95. Tra gli uomini, da segnalare, inoltre, il 7,61 controvento (-1.1) del lunghista Ferdinando Iucolano (CUS Palermo/Aeronautica) e il 16,92 del pesista Andrea Ricci (Sport Club Catania). A Cagliari, in Sardegna, Gavino Dettori (Delogu Nuoro) si èa ggiudicato 100 (10.72/+2.3) e 200 (22.06/-3.2), mentre l'azzurrino Eugenio Meloni (CUS Cagliari), ormai proiettato verso la rassegna under 18 a cinque cerchi di Singapore, è svettato nell'alto a 2,01. Tra le donne, Marta Tomasetti (CUS Cagliari) ha, quindi, regolato la concorrenza sui 100hs in 14.16 (+0.6).

In Toscana, al Ridolfi di Firenze, ad una settimana di distanza dalla Coppa Italia, in luce i velocisti. Lo junior Delmas Obou (CUS Pisa Atl. Cascina) ha vinto i 100 in 10.68 (+1.3) e i 200 in 22 netti (-1.4). Successo sul mezzo giro di pista anche per l'allieva sua compagna di squadra Anna Bongiorni. L'azzurrina, vincitrice dei 200 in 23.99 ai recenti Trials Europei Under 18 di Mosca, ha fermato il cronometro a 24.35, precedendo la sedicenne Eleonora Volani (Toscana Atl. Empoli), 24.86. Nei lanci, 54,36 per il discobolo Federico Apolloni (Firenze Marathon). 110hs in 14.86 (0.0) e alto a quota 2 metri per il decatleta William Frullani (Carabinieri). A Trento, teatro delle sfide per Trentino e Alto Adige, 47,17 per la giavellottista junior Letizia Marchi (GS Valsugana Trentino) con il compagno di squadra Stefano Nadalini, allievo classe 1993, che nell'alto ha raggiunto quota 2 metri. Per il Friuli-Venezia Giulia, CdS a Majano (UD), dove il finanziere Andrea Alterio (Udinese Malignani) ha fermato a 14.17 (+0.7) il cronomentro sui 110hs, mentre nei 100 primo lo junior Alessandro Pedrazzoli (Udinese Malignani) in 10.75 (+2.0). Nei 200 è tornato sui blocchi l'azzurro della 4x400 campione d'Europa Indoor, Jacopo Marin (Gorizia CaRiFVG/Carabinieri). A lui la vittoria con il tempo di 21.95 (+1.0). Al femminile, successo dell'allieva Giada Masolini (Libertas Friul Palmanova), con 12.23 (+0.5) sui 100.

In Veneto, buona prestazione di Laura Bordignon allo stadio di Colbachini di Padova. In pedana fuori gara, la discobola vicentina delle Fiamme Azzurre ha lanciato a 55,96. Vittorie anche per Giovanni Sanguin nel martello (68,28), Anna Guerrera nei 400hs (59.68) e per il kenyano Esho negli 800 (1:49.51). Tra i più giovani, bene le juniores Gloria Tessaro negli 800 (2:11.96) ed Elena Sorrentino nel giavellotto (43.43 alle spalle di Elena De Lazzari, 45.83). Nel finale di pomeriggio un violento temporale ha causato la sospensione delle gare, che verranno recuperate con modalità da destinarsi. Al Meeting di Bussolengo (VR), invece, lo scorso 5 giugno, Marco Dodoni (Forestale) aveva scagliato il peso a 18,47, davanti al 17,84 di Andrea Ricci (Sport Club Catania). Negli 800, prima la junior Giulia Viola (Atl. Mogliano) in 2:09.52.

a.g.

(Hanno collaborato Giuliana Cassani, Luca Cassai, Mauro Ferraro, Giorgio Rizzoli)

Nella foto, la junior Elena Vallortigara in azione nell'alto a Padova (foto CR FIDAL Veneto)

File allegati:
- RISULTATI/Results
- CdS Assoluti Fase 2 | Notizie dalla PRIMA GIORNATA



Condividi con
Seguici su: