CdS Allievi, la prima giornata

01 Ottobre 2016

A Bergamo comandano le Fiamme Gialle Simoni al maschile, con le padrone di casa e il Cus Trieste davanti al femminile. Si gareggia anche a Bovolone, Genova, Firenze e Macerata.


 

Si è conclusa la prima delle due giornate della Finale del Campionato Italiano di Società Allievi. Gli scudetti sono in palio - oggi e domani domenica 2 ottobre - al campo sportivo comunale Francesco Putti di Bergamo, con 12 squadre maschili e altrettante femminili a caccia dei titoli nazionali under 18. Al giro di boa la lotta per la vittoria allieve è molto serrata, con le padrone di casa e campionesse in carica dell’Atletica Bergamo 1959 Creberg in testa alla classifica con 88 punti alla pari con il Cus Trieste, tallonate da Atletica Vicentina (85 punti), Bracco Atletica (84) e ACSI Italia Atletica (79). Al maschile guidano le Fiamme Gialle Simoni capaci di scollinare quota cento (102 i punti) già al termine della prima giornata, seguite dai campioni 2015 dell’Atletica Vicentina (94), dall’Atletica Bergamo 1959 Creberg (82) e dalla E. Servizi Atl. Futura Roma (81). In palio anche il diritto di partecipazione alla Coppa Europa under 20 per club della prossima stagione. Quattro sedi ospitano in contemporanea le Finali B, con altri 96 team in gara: gruppo “Nord-Est” a Bovolone (Verona), “Nord-Ovest” a Genova, “Tirreno” a Firenze e “Adriatico” a Macerata, per un totale di 120 squadre e più di 2000 presenze-gara complessive.  

LA FINALE A DI BERGAMO - In chiave individuale a Bergamo spicca soprattutto il 5:43.67 sui 2000 siepi di Albert Chemutai, ugandese portacolori della Toscana Atl. Futura capace di correre il miglior tempo mondiale dell'anno tra gli under 18. Successi mai in discussione anche per le azzurrine Desola Oki (campionessa europea di categoria, in gara per il CUS Parma) con 13.79 (+0.7) sui 100 ostacoli, per la pesista bronzo continentale U18 Sydney Giampietro (16,69 dopo un periodo dedicato soprattutto al disco, CUS Pro Patria Milano), e per Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Creberg) a 4:31.39 sui 1500 (con un passaggio di 2:24.8 agli 800). Si fa notare anche l'astista Andrea Marin (Atl. Vicentina) che dopo aver superato i 4,90 attacca (per ora senza esito) i 5,12 della MPI Allievi. PB nuovo di zecca, migliorato di oltre quattro metri, anche per il giavellottista Simone Bonfanti (Cento Torri Pavia): il 63,94 stampato oggi gli permette di superare il più accreditato Amar Kasibovic (Vicentina, 54,92), ma meglio del veneto fa anche il sorprendente altista dell’Atletica Bergamo 1959 Andrea Motta, secondo con 55,00 metri esatti. Sugli ostacoli alti Mattia Di Panfilo (E.

Servizi Atletica Futura Roma), finalista agli Europei under 18, incoccia su un paio di barriere ma porta a casa il primo posto in 14.00 (+0.7) superando di un solo centesimo Amos Galbiati (Cento Torri Pavia), già bronzo tricolore. Sui 1500 punteggio pieno per il campione italiano allievi di Jesolo Abdelhakim Elliasmine (Bergamo 1959 Creberg): 4:01.98 con un ultimo giro in progressione davanti a Pietro Arese (Atl. Piemonte) secondo in 4:03.72. 

BOVOLONE (NORD-EST) - Le 24 squadre del Gruppo Nord-Est dei campionati italiani allievi di società si sfidano a Bovolone (Verona), che al termine della prima giornata vede la leadership provvisoria per l’Atletica Trento (allievi) e la Fondazione Bentegodi (allieve). In chiave individuale, il risultato più significativo della giornata inaugurale della finale B è di Camilla Vigato (G.A. Coin Venezia 1949), atterrata a 12,08 (+1.6) nel triplo confermandosi al vertice stagionale nazionale. Degno di nota anche il 14,37 (+0.6) ottenuto nella gara maschile da Simone Biasutti (Trieste Atletica). Il compagno di squadra Alessio Di Blasio si è imposto nel giavellotto con 60,49. Da segnalare anche la vittoria di Tommaso Mattivi (Gs Valsugana Trentino) nei 2000 siepi (6:22.49) e il progresso di quasi un metro realizzato da Lorenzo Egidi (Gs Fiamme Oro Padova) nel disco (44,31).

GENOVA (NORD-OVEST) - A Genova si mette in luce Ludovica Cavalli (Trionfo Ligure) che si installa in cima alle liste stagionali di categoria dei 2000 siepi con 7:08.03, trascinando a 7:15.55 Francesca Agostino del Cus Torino. Il Trionfo Ligure bissa il successo anche fra gli allievi grazie a Edoardo Bozzolo con 6:17.19. Il tricolore under 18 dei 10.000 metri di marcia Davide Marchesi (Atl. Riccardi Milano) vince con ampio margine la mezza distanza in 21:48.79, mente Mattia Montini (Atl. Lecco-Colombo Costruz.) è il più veloce sui 100hs in 14.10 (-1.4). Restando alle barriere, 14.63 (+0.5) di Camilla Rossi (Pol. Olonia) mentre Virginia Passerini (Pol. Olonia) sale a 1,65 nell’alto, in una giornata conclusa sotto la pioggia. Al giro di boa, davanti Atletica Riccardi Milano 1946 (allievi) e Atletica Piemonte (allieve).

FIRENZE (TIRRENO) - Nelle classifiche provvisorie del gruppo Tirreno, a Firenze, comandano gli allievi del Cus Palermo e le allieve dell’Atletica Firenze Marathon.

L’azzurrina Martina Tozzi (Fiamme Gialle Simoni) si impone nei 1500 metri in 4:45.39, con la compagna di club Angelica Mirabello davanti a tutte sui 5000 di marcia in 25:13.30. Punti pesanti per l’Atletica Firenze Marathon con Chiara Salvagnoni nel peso (13,31) e Sofia Lugugnani sui 400 metri (1:00.75). Tra gli allievi Oscar Maifredi (Atl. Chiari 1964 Libertas) prevale nei 110 ostacoli in 15.25 (-0.5), invece sulla pedana del triplo Ernesto Pascone (Cus Palermo) coglie il bottino pieno con 13,74 (+0.6) e nel disco Tommaso Silei (Atl. Firenze Marathon) aggiunge quasi due metri al record personale, scagliando l’attrezzo a 46,46.

MACERATA (ADRIATICO) - La prima giornata della finale interregionale del gruppo Adriatico, a Macerata, vede in testa i pugliesi dell’Atletica Amatori Cisternino seguiti da La Fratellanza 1874 (83) e il Team Atletica Marche (79,5). Molto serrata la classifica femminile, con le reggiane della Self Atletica Montanari & Gruzza (76,5) a precedere di mezzo punto l’Atletica Gran Sasso Teramo e di uno e mezzo l’Atletica Fabriano. Nell’asta Luca Semeraro (Atl. Amatori Cisternino), vicecampione italiano cadetti e fratello d’arte, conquista il successo con 4,35 mentre sui 400 metri cresce Samuele Nicosia (Self Atl. Montanari & Gruzza) in 49.72. Due azzurri degli Europei allievi si aggiudicano le rispettive gare: il mezzofondista Antonio Catallo (Us Foggia Atl. Leggera) con 6:03.89 nei 2000 siepi, la marciatrice Alessia Mastronicola (Alteratletica Locorotondo) in 26:36.22 sulla distanza dei 5000 metri. Al femminile si migliorano le lanciatrici Andreea Elena Lica che spedisce il martello a 52,22 e la tricolore cadette Anna Bonato con 13,60 nel peso, entrambe della Libertas Sanp. Sui 400 metri 58.97 di Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso Teramo).

a.c.s. - l.c.

(hanno collaborato Cesare Rizzi, Mauro Ferraro, Carlo Carotenuto, Elena Lo Presti)

RISULTATI/Results:
Finale A: Bergamo
Finale B Nord-Est: Bovolone (VR)
Finale B Nord-Ovest: Genova
Finale B Tirreno: Firenze
Finale B Adriatico: Macerata

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Albert Chemutai (foto Putti)


Condividi con
Seguici su: