CdS Allievi: Veroli vola. Cadetti subito ok




 

Risultati significativi nella prima prova dei Campionati di società su pista per allievi e cadetti, andata in scena a San Benedetto del Tronto. Su tutti, spicca la grande prestazione di Lorenzo Veroli dell’Atletica Montecassiano che con 53”38 sui 400 ostacoli, ha ottenuto il minimo per la partecipazione ai Mondiali under 18 che si terranno il prossimo luglio a Bressanone, in provincia di Bolzano. Il campione italiano indoor dei 400, allenato da Giuseppe Pigliacampo, ha preceduto Jacopo Mosca (Sport Atl. Fermo), che si era imposto nei 110 ostacoli con 15”78 (-1,5).

Combattutissima la gara degli 80 cadette: l’under 16 marchigiana più veloce di sempre sui 60 indoor Paola Spina (Avis Macerata) ha avuto la meglio in 10”28 (+0,9) sulle due portacolori della SEF Stamura ASD, Martina Piergallini (10”52) e Martina Buscarini (10”55), con quest’ultima che si è poi aggiudicata i 300 in 42”92. Miglior tempo per l’Avis Macerata anche nella staffetta 4x100, un 51”83 a precedere di quattro soli centesimi le avversarie della Stamura. Sempre tra le cadette, bene anche Ilaria Romagnoli (Sport Atl. Fermo) con 11,37 (+0,5) nel triplo e la primatista regionale indoor Ange Leticia Konate (Sacen Corridonia) nel peso con 12,17. Confermano i favori del pronostico le ostacoliste Maria Lina Antinori (Avis Macerata), prima in 12”28 (-2,2) sugli 80, e Jenny Mascia (Cus Urbino), 48”89 sui 300 con barriere. Elisa Copponi (Atl. Maxicar Civitanova) si è imposta nei 1000 in 3’09”69 e Gioia Iacopini (Sangiorgese Tecnolift) ha realizzato 1,58 nell’alto.

Anche i cadetti si sono fatti valere. Un convincente Lorenzo Del Gatto (Avis Lattanzi Montegiorgio), reduce dalla vittoria al Promoindoor di marzo, si è espresso bene lanciando il peso a 15,64 e il fenomeno del vortex Davide Montanari (Cus Urbino) ha scagliato il giavellotto a 50,30. Il più veloce negli 80 è stato Jean Carlos Feliz Colmenarez (SEF Stamura ASD) in 9”69 (vento 0,0), sui 300 vittoria per Gianlorenzo D’Amico (Sport Atl. Fermo) 39”12 e nei 1000 per Nicola Pasquali (Atl. Maxicar Civitanova) in 2’49”12. Doppietta per Mattia Gaetani (Collection Atl. Sambenedettese) sui 100 ostacoli in 14”83 e sui 300 ostacoli in 44”30.

Nelle altre gare per allievi, in evidenza il velocista Lorenzo Angelini (Atl. Avis Fano), primo sui 100 in 11”37 (-1,4), per concedere il bis nei 200 con 22”88 (-1,1), così come Mattia Casali (Atletica Osimo), vittorioso sui 1500 in 4’29”65 e nei 3000 in 9’30”75. Marco Esposti (ASA Ascoli Piceno) si è aggiudicato l’asta con 4,10, mentre nel lungo Klaudio Musai (Atl. Avis Fano) è riuscito a prevalere con 6,48 per due soli centimetri su Nicolò Tamberi della SEF Stamura ASD, che si è poi imposto nella staffetta 4x100 insieme ad Andrea Ghetti, Tommaso Stecconi e Lorenzo Camponi, con un tempo finale di 45”65. Nel peso allievi da 5 kg, vittoria per Tommaso Pastrani (Sport Atl. Fermo) lanciando l’attrezzo a 14,26 e il giavellotto di Joel Enrico Giorgi (ASA Ascoli Piceno) vola fino a 53,63.

La velocità allieve ha visto la buona prova di Giulia Lattanzi sui 200, corsi in 26”18 (-1,3), mentre Elena Bruni è stata la migliore sulla doppia distanza con 1’00”45. Sofia Verducci (Sport Atl. Fermo) ha saltato 1,64 in alto e 5,26 (+0,2) in lungo, lei che l’anno scorso si è laureata campionessa italiana di salto triplo tra le cadette. Nei lanci Michela Colli (Tecno Adriatletica Marche) ha ottenuto 37,33 nel disco e Barbara Wrobel (Sport Atl. Fermo) 45,26 nel martello.

 

ENRICA CIPOLLONI A 1,84 NELL'ALTO

Nel fine settimana precedente, si era svolta sempre a San Benedetto del Tronto la fase regionale, valida per le regioni Marche e Abruzzo, del Campionato di società di prove multiple assoluto e allievi. Notevole progresso per Enrica Cipolloni (Tecno Adriatletica Marche), capace di valicare 1,84 nell’alto, migliorando il personale di ben sei centimetri nel giro di pochi salti. Sembra arrivato l’atteso momento del salto di qualità per la campionessa italiana juniores, allenata da Francesco Butteri, e adesso si aprono nuove prospettive azzurre, avendo conseguito il minimo per gli Europei under 20, in programma a Novi Sad (Serbia) nel mese di luglio. La Cipolloni è stata la migliore nell’eptathlon con 4923 punti, in una gara che ha visto il ritiro della campionessa italiana promesse del pentathlon indoor, Jennifer Massaccisi. Il decathlon assoluto è andato a Riccardo Palmieri (Sport Atl. Fermo – 6683), con Leonardo Ottaviani (Avis Macerata) a primeggiare in quello juniores con 5899. Il migliore nell’octathlon allievi è stato Enrico Squadroni (Atl. Osimo), 4123 per lui, mentre nell’esathlon allieve primo posto di Sara Porfiri (Avis Macerata), mancando quota tremila di un solo punto.

Luca Cassai

Nella foto in alto, l'esultanza dell'allievo Lorenzo Veroli. In quella in basso, il volo a 1,84 della junior Enrica Cipolloni

cipolloni



Condividi con
Seguici su: