Castiglione della Pescaia. Cresce Osakue

26 Luglio 2020

La torinese delle Fiamme Gialle lancia 58,60 nel disco. Successo per Lingua nel martello. Buon rientro di Pietro Riva sui 3000 metri.

 
Non lontana dai sessanta metri. Daisy Osakue (Fiamme Gialle) incrementa lo stagionale con un lancio da 58,60 a Castiglione. Per la campionessa mondiale universitaria è un passo in avanti rispetto al 58,21 d’esordio. Il quinto turno è il migliore per la 24enne piemontese, che al quarto ingresso in pedana aveva infilato anche un 57,75. “Sono felice perché la prima gara della stagione era andata bene e le due successive meno - racconta Osakue - La ‘testa’ era giusta e fare misure del genere nonostante il vento e le folate strane non è affatto male”.

Nel martello maschile nuovo successo per Marco Lingua (ASD Marco Lingua 4ever) che, con 71,17, ottenuto al primo lancio, ha la meglio sugli avversari Simone Falloni e Giorgio Olivieri. Per il chivassese anche un lancio valido a 70,38 metri e poi quattro nulli.

Il primato stagionale di Lingua resta così il 72,37 ottenuto a febbraio a Mariano Comense.


Terza nel giavellotto Sara Zabarino (ACSI Italia Atletica) con un lancio di 49,91; per la biellese, che vanta un personale oltre i 58 metri, un passo indietro rispetto ai 51,85 di Vittorio Veneto dello scorso 5 luglio, gara dell’esordio stagionale.  

Terza piazza anche per Lucia Prinetti Anzalapaya (Fiamme Gialle) nel martello femminile con 57,49: ancora in progresso la piemontese dopo il 55,84 di Vicenza e il 56,81 della settimana scorsa a Novara.

Nelle gare extra lanci, sui 3000 metri 8:04.77 per il cuneese Pietro Riva (Fiamme Oro) al rientro, primo degli azzurri e secondo assoluto alle spalle del burundiano Olivier Irabaruta (Quercia Trentingrana) che vince in 7:59.68. Per Riva si tratta del quarto crono in carriera sulla distanza.

File allegati:
- RISULTATI



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate