Carabinieri primi alla Quercia d'Oro




 
E’ ancora dei Carabinieri Bologna la vittoria all’esagonale della Quercia d’Oro, il tradizionale meeting di Rovereto che ha festeggiato la sua 40. edizione. La formazione emiliana ha dominato con otto successi parziali e soprattutto le buone prove offerte da Jacopo Marin, primo nei 400 in 47.74, e Carlo Alberto Mainini, vincitore dei 110hs in 14.25 con un vento di +0,4. Interessante anche il 7,34 di Alessio Rimoldi nel lungo (anche qui vento a +0,4). Grandi brividi nella prova femminile dei 100 metri con sfida spalla a spalla fra Claudia Baggio (Gs Valsugana) e Doris Tomasini (Quercia Rovereto) risolta solo al fotofinish a favore della prima con tempo identico per entrambe, 12.02. Al termine della gara la Baggio si è letteralmente gettata sul traguardo, ma il tuffo le è costato purtroppo un’innaturale contorsione della mano destra. Risultato: triplice frattura e gesso da portare per almeno un mese dopo un’operazione da subire nei prossimi giorni. Se fra gli uomini la vittoria è andata ai Carabinieri, fra le ragazze a gioire sono state le portacolori della società organizzatrice, la Quercia Rovereto, soprattutto grazie a Sara Fabris che si è erta a leader della squadra vincendo il salto triplo con 12,87 e poi pilotando le compagne della 4x100 al successo in 47.81. Nella foto: Carlo Alberto Mainini (foto Comitato Regionale Fidal) File allegati:
- TUTTI I RISULTATI



Condividi con
Seguici su: