Campionati Italiani ASI di cross - 5 titoli ai calabresi




 

GRAZIA TOMA E TINO SCOPELLITIRieti 13 marzo 2011 - Organizzati da Alleanza Sportiva Italiana e con la collaborazione del Comitato Regionale Fidal Lazio, si sono svolti alla periferia di Rieti, i Campionati Italiani Individuali e di Società A.S.I. di Cross. Il percorso, perfettamente idoneo alla tipologia della manifestazione, è stato ricavato nella Riserva Naturale di Laghi Lungo e Ripasottile, una conca ai piedi del Terminillo che, tra l'altro, era ammantato di una coltre bianca di neve. Massiccia la partecipazione di atleti e atlete di tutte le categorie, che si sono dati battaglia per la conquista dei titoli italiani A.S.I. di categoria.

La rappresentanza calabrese, che comprendeva oltre un centinaio di partecipanti, appartenenti a nove sodalizi sportivi, affiliati alla Fidal e all'A.S.I., hanno conquistato 5 titoli dei 24 totali messi in palio e numerosi buoni piazzamenti, ottenuti lottando tra i numerosissimi partecipanti. Nella gara dei 5 km, riservata alla categoria assoluta, conquista il titolo Consolato Costantino (ICARO), che a metà percorso rompe gli indugi e s'invola in solitaria verso il traguardo finale; analoga gara quella di Grazia Toma, che nella gara riservata alle donne delle categorie assolute e master, che misurava 3000 metri, conquista il primo posto, dopo aver fatto il vuoto dietro di se, staccando le sue avversarie a circa 800 metri dall'arrivo. Gli altri titoli italiani A.S.I. sono stati conquistati da Salvo Criscuolo della CRISAL di Soverato, nella gara dei master MM65; da Stefano Lijoi (CRISAL Soverato) nella gara riservata agli atleti della categoria Amatori ( M20 - M35) e dal Amedeo De Marco dell'HOBBY MARATHON che conquista il titolo nella gara degli MM55. Ma la manifestazione ha visto soprattutto la partecipazione di molti giovani e giovanissimi che hanno messo in mostra tanta grinta sin dallo sparo d'inizio delle rispettive gare. Tra i migliori piazzati delle squadre calabresi, troviamo Paola Barreca (Atletica Reggina) che conquista il bronzo tra le "ragazze"; dietro di lei, al 5° posto Annarita De Nardo della Fiamma Catanzaro. Nella categoria ragazzi, quinta posizione per Giuseppe Barone (A.S.I. Atletica Minniti), sesta per Lorenzo Tassone (Fiamma Catanzaro) e poi in 7^, 8^, 9^ e 12^ posizione troviamo quattro atleti dell' A.S.I. Atletica Minniti), rispettivamente Simone Anania, Salvatore Scarfone, Rocco Aricò e Giuseppe Solano, mentre al sesto posto si colloca Lorenzo Tassone dell'Atletica Amica. Buona la 6^ posizione di Francesco Rotundo della Fiamma Catanzaro, nella categoria allievi e di Chiara Felicetti (Fiamma CZ) fra le "allieve". Nella gara delle "cadette" Irene Trapasso (Fiamma CZ) conquista la quinta posizione e dietro di se, all'ottavo posto la compagna di squadra Rita Zurzolo, mentre al nono posto si piazza Noemi Lucà dell'Atletica Reggina; per Luisa Vizzari, vittima di una caduta durante la bagarre nella fase della partenza, si deve accontentare della 14^ posizione. Nella classifica finale del Campionato di Società, la Fiamma Catanzaro conquista il 2° posto nella classifica giovanile, mentre al 5° si colloca l' A.S.I. Atletica Minniti; l'Icaro ottiene il 3° posto nella classifica assoluta maschile e la Fiamma Catanzaro la quinta posizione in quella assoluta femminile. A capeggiare la classifica finale combinata Master maschile e femminile è la CRISAL Soverato di Salvo Criscuolo che, sul filo di lana, ha la meglio sul Gruppo Podistico Amatori Teramo, ottenendo 204 punti contro i 203 della diretta avversaria. La manifestazione si conclude con le numerose premiazioni, alla presenza del Presidente Nazionale A.S.I Claudio Barbaro, di Tino Scopelliti - Dirigente Nazionale A.S.I - di Marco Pietrogiagomi - Presidente Regionale Fidal Lazio - e di tante autorità sportive e dei Rappresentanti degli Enti Locali del reatino, il tutto accompagnato da una fresca pioggerella, sotto lo sguardo imperioso del monte Terminillo.



Condividi con
Seguici su: