Cadetti: Gentili oro, Titta e Vinti di bronzo

03 Ottobre 2020

Avvio super per la rappresentativa umbra con il successo della martellata e i due terzi posti del velocista e della marciatrice. Negli otto anche Laura Ribigini, Fiorucci, Patumi, Pasquetti e Cavalaglio

 
Umbria da sogno nella prima giornata dei campionati italiani cadetti. A Forlì la rassegna tricolore premia una rappresentativa che si è presentata al meglio: tre medaglie, un oro e due di bronzo, il bottino conquistato a cui si vanno ad aggiungere altri cinque piazzamenti da "podio". E questo in attesa di una seconda giornata che vedrà fra le stelle attese Selhadin Bellezza (miglior crono di accredito nei 1000 metri), Elena Ribigini a caccia di un posto sul podio oltre che Armando Deda in finale nei 300 metri. 
MARTELLO D'ORO - I lanci ed in particolare il martello si confermano terra di conquista per gli atleti umbri. Una volta era Terni la fucina di talenti (Lucio Serrani, due volte olimpionico, la punta di diamante) ora si spazza da Città di Castello (Giorgis oro junior) a Foligno dove Angelica Gentili (Winner Foligno) riesce a far meglio, in termini di medaglie, della sua compagna di allenamento Elisabetta Barreca (argento due anni fa e quest'anno bronzo fra le allieve).

Una vittoria, quella arrivata davanti agli occhi dell'allenatore papà Luca, figlia di un miglioramento di quasi 3 metri, ancor più importante perché arrivato nell'occasione più importante dell'anno. Il suo 48.09 (miglior risultato dell'anno) le permette di far meglio di quella che era la capolista stagionale Alice Lazzaro. Buon ottavo posto per Anita Cavalaglio (Lib. Città di Castello), atleta al primo anno di categoria. 
TITTA E VINTI DI BRONZO - Jacopo Titta si era presentato con il settimo crono dell'anno (9.40) ma a Forlì ha fatto ancora meglio. Entrato in finale con il quarto crono grazie al personale portato a 9.31, l'alfiere dell'Educare con il Movimento conquista il terzo gradino del podio correndo in 9.34. Un bronzo che non resta isolato perché Francesca Vinti (Lib. Arcs Perugia) bissa il risultato dello scorso anno nei 3000 di marcia migliorando anche il suo limite regionale e portandolo a 15:02.24.

  
SUL PODIO AD OTTO - Restano appena fuori dalle medaglie Mattia Fiorucci (Lib. Città di Castello), quarto nel martello con 50.13 e Laura Ribigini (Lib. Arcs Perugia) che corre i 2000 metri in 6:45.82. Nei primi otto finiscono anche Francesco Patumi (Lib. Arcs Perugia), settimo nel lungo di un fantastico Francesco Inzoli (7.11, secondo cadetto di sempre dietro Andrew Howe) con 6.00 metri, e Mattia Pasquetti (Lib. Città di Castello), anche lui settimo ma nel peso con 12.50. Conquistano un posto in finale nei 300 metri sia Armando Deda (Educare con il Movimento), autore di 37.72, che Maria Vittoria Ubertini (Csain Perugia), capace di un 42.15
UMBRIA NELLA TOP TEN - Risultati che, uniti a quelli degli altri ragazzi, tutti protagonisti e in grado di portare punti preziosi alla rappresentativa, lanciano l'Umbria nella top ten nelle tre classifiche di squadra. Dopo la prima giornata i cadetti occupano l'ottavo posto, le cadette il nono, stesso risultato della classifica combinata. 

di Leonardo Bordoni

RISULTATI


Jacopo Titta (pettorale 14) terzo classificato nei 100 metri vinti da Federico Dicati (foto Grana/FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate