C'è anche la Di Martino: 1,92 a Dessau




 
Ancora un buon risultato dai salti, a testimoniare la grande vitalità di quello che può essere senz'ombra di dubbio considerato, già da qualche stagione a questa parte, il settore di punta dell'atletica azzurra. Dopo lo splendido doppio exploit di Giulio e Nicola Ciotti (saliti nell'alto a 2,31 sabato sera), ed il notevole 17,04 fatto registrare ieri pomeriggio ad Ancona dal triplista Fabrizio Donato, ecco l'1,92 nell'alto al femminile di Antonietta Di Martino, a completare un poker di visti tecnici per i Mondiali indoor di Mosca. La campana, reduce da una infinita serie di infortuni, ha ottenuto la misura sabato sera a Dessau (Germania), classificandosi seconda alle spalle della Yefimenko (Kir), capace di 1,94. All'appello di settore mancano ancora alcuni big, attesi all'esordio agonistico ormai tra poche ore. Nel lungo, Nicola Trentin ed Andrew Howe; nell'asta, Giuseppe Gibilisco. Per Trentin e Gibilisco la prima occasione sarà rappresentata dal match di Glasgow contro Gran Bretagna, Svezia, Russia, e una selezione del Commonwealth, in programma sabato prossimo. Howe, attualmente in preparazione al sole della California, dovrebbe andare in pedana per la "prima" ad Atkinson, sempre negli Stati Uniti, il 10 febbraio. Da vedere poi cosa riusciranno a fare (per alcuni di loro, infortuni permettendo) anche Simona La Mantia, Andrea Bettinelli, e Paolo Camossi. Magdelin Martinez, argento europeo al coperto lo scorso anno a Madrid, ha invece scelto di rinunciare alla stagione in sala: la rivedremo in primavera. m.s. Nella foto, Antonietta Di Martino (Archivio FIDAL)


Condividi con
Seguici su: