Bruxelles, il teatro delle imprese

07 Settembre 2016

Dal 1980 al 2015 tanti record e grandi risultati nella cornice del prestigioso meeting belga che il 9 settembre tornerà ad ospitare la seconda finale della IAAF Diamond League


 

di Giorgio Cimbrico

Pagine scelte – oggi è di moda dire highlights – del Memorial dedicato a Ivo Van Damme, doppio argento 800-1500 quarant’anni fa a Montreal, il volto deciso tratto da un quadro fiammingo del XV secolo, scomparso pochi mesi dopo, in un incidente vicino a Marsiglia quando non aveva ancora 23 anni. L’impresario e il deus ex machina è Wilfred Meert, il luogo è l’Heysel di una vecchia tragedia. Dal 2000, completamente ristrutturato, si chiama Stadio Re Baldovino.

1980: le ali ai piedi dopo l’oro olimpico di Mosca, Pietro Mennea corre in 20”05 proseguendo in un tour senza confini e senza avversari.

1981: il 28 agosto, stroncando un formidabile campo di avversari in 3’47”33, Sebastian Coe chiude i frementi dieci giorni che, citando John Reed, sconvolsero il miglio. Lui stesso aveva dato il via alla disfida (3’48”53 a Zurigo il 19 agosto), accettata da Steve Ovett: 3’48”40 il 26 agosto a Coblenza.

1984: dopo il trionfo olimpico a Los Angeles, Joaquim Carvalho Cruz sbarca in Europa e lascia il segno: 22 agosto 1’42”34 a Zurigo, 24 agosto 1’42”41 a Bruxelles, 26 agosto 1’41”77 a Colonia.

1989: Salvatore Antibo ha bellicose intenzioni, attaccare il record del mondo, 27’08”23 di Arturo Barrios, non trova collaborazione, solo brusche frenate e vince in 27’22”86.

1991: Merlene Ottey brucia i 200, 21”64, seconda di sempre a tre decimi tondi da FloJo. Oggi è ancora la quarta.

1993: le prove generali di Noureddine Morceli portano l’algerino a 3’47”30. Il record del mondo del miglio, 3’44”39, arriverà due giorni dopo a Rieti.

1995: record mondiale dei 1000, 2’29”34, della mozambicana Maria de Lurdes Mutola.

1996: Salah Hissou, 26’38”08, scippa il record del mondo dei 10000 a Haile Gebrselassie, che se lo riprenderà meno di un anno dopo a Oslo. Ancora record mondiale del chilometro, 2’28”98, di Svetlana Masterkova, fresca doppiettista 800-1500 ad Atlanta.

1997: record del mondo dei 5000, 12’39”74, di Daniel Komen, con formidabili ultimi 3 km in 7’34”; record del mondo dei 10000, 26’27”85, di Paul Tergat. Il memorabile 22 agosto è completato dall’1’42”20 del “danese” Wilson Kipketer, tuttora record del meeting.

1999: Hicham El Guerrouj va all’assalto del gigantesco 7’20”67 reatino di Daniel Komen e chiude in 7’23”00, secondo di sempre sui 3000.

2001: ancora Hicham El Guerrouj, costretto ad andare vicinissimo al 3’26”00 annata ‘98 all’Olimpico di Roma per contenere Bernard Lagat: per l’elegante marocchino 3’26”12, per il kenyano (poi americano) 3’26”34. Il secondo e il terzo tempo della storia. Brahim Boulami strappa il record del mondo delle siepi a Bernard Barmasai e lo porta a 7’55”28.

2004: Saif Saaeed Shaheen, già Stephen Cherono, offre al pubblico di Bruxelles e al Qatar il record del mondo dei 3000 siepi, 7’53”63.  Yelena Isinbayeva sale a 4,92, il suo ottavo record del mondo, aggiungendo un centimetro alla misura che le aveva dato la medaglia d’oro a Atene.

2005: a otto anni da Tergat, cade ancora il record del mondo dei 10000: 26’17”53 di Kenenisa Bekele (13’09” a metà strada), undici anni dopo sempre in vetta alla lista di tutti i tempi.

2008: dopo i trionfi pechinesi, Usain Bolt non è ancora stanco: 9”78.

2009: il Lampo di Giamaica, reduce dalle meraviglie di Berlino, ha ancora le polveri asciutte: 19”57.

2011: sparo nel buio di Yohan Blake, 19”26 e secondo di sempre nei 200, a sette cents dall’ineguagliabile Bolt del’Olympiastadion. Alle spalle del giamaicano noto come The Beast, 19”53 di Walter Dix, quarto all time. 9”76 e record del meeting per Usain il Magnifico.

2012: dopo l’oro olimpico di Londra, per Aries Merritt viene il momento del record mondiale degli ostacoli alti, 12”80. La sorte, in seguito, non gli sarà benigna.

2014: il volo a 2,43 pone Mutaz Essa Barshim alle spalle soltanto di Javier Sotomayor. Justin Gatlin, 9”77, sfiora la miglior prestazione centrata sul rettilineo dello stadio della capitale d’Europa.

TV - Il meeting di Bruxelles sarà trasmesso in differita venerdì 9 settembre dalle ore 22.45 alle 0.45 su Fox Sports (canale 204 Sky).

ENTRY LIST/ORARIO

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: