Bruni Atletica Vomano maschile e Gran Sasso Teramo femminile vincono la prova regionale dei Societar



  Leonardo Capotosti, il migliore risultato della seconda giornata di gare, a Pescara,  con 51"07 sui 400 ostacoli.


 

Si è conclusa domenica 12 maggio, sulla pista dello Stadio Adriatico G. Cornacchia di Pescara, la prova regionale di qualificazione del Campionato Italiano di Società Assoluto. Assegnati anche i titoli regionali a squadre, che sono stati vinti dalla Bruni Pubblicità Atletica Vomano maschile e dall’Atletica Gran Sasso Teramo femminile. La società di Morro d’Oro, in base al punteggio acquisito, dovrebbe confermare la permanenza nella finale A Oro scudetto (prime 12 società della graduatoria nazionale) per l’ottavo anno consecutivo, in attesa della conclusione della seconda fase, il 28 luglio. Sulla buona strada anche le ragazze teramane, in cerca della conferma della promozione in A 1 conquistata l’anno scorso (società dal 25° al 36° posto). Le squadre maschili dell’Aterno Pescara e della Gran Sasso Teramo passano alla seconda fase, e sono in corsa per la qualificazione alla finale A 2 (squadre dal 37° al 48° posto).    

Nella seconda giornata di gare emerge la prestazione di Leonardo Capotosti (Bruni Vomano), uno dei migliori specialisti italiani dei 400 ostacoli, che ha corso in 51”07. Per lui, un buon esordio stagionale. Lo Junior Federico Gasbarri (Bruni Vomano) conferma il suo ottimo momento di forma, dopo il minimo europeo sui 1500 del giorno prima. Sugli 800 aggiunge un altro primato personale, chiudendo primo in 1’53”07, con un miglioramento di tre decimi.  

Il vento che spirava ieri all’Adriatico Cornacchia ha aiutato i velocisti e i saltatori in lungo. Sui 200 maschili, Katim Toure (Aterno Pescara) ha fatto segnare 21”63 (vento + 2,9 m/s), davanti a Elija Mensah (Bruni Vomano) 21”75. Nel salto in lungo, primo posto di Riccardo Ruffilli (Aterno Pescara) con 7,11 metri (vento + 3,0 m/s), secondo Flavio Ferella (Bruni Vomano) con 7,00, terzo Zied Hassen (Gran Sasso Teramo) con 6,67. Di buon livello anche la gara di getto del peso, con il primo posto di Paolo Capponi (Bruni Vomano) con la misura di 15,41 metri, secondo Stefano Vetere (Aterno Pescara) 14,94, terzo lo Junior Rocco Caruso (Gran Sasso Teramo), 14,57.

Il vento a favore ha aiutato anche la velocità femminile. Sui 200, la brasiliana Perla Dos Santos (Aterno Pescara) ha fatto segnare 25”30, ma aiutata da un vento di + 4,4 metri al secondo, davanti a Yara Sulli (Gran Sasso Teramo) 25”55. Bene anche i salti, con Marina Brandimarte (Gran Sasso Teramo) nell’asta, dove ha superato 3,30 metri, e Giada Bilanzola (Gran Sasso Teramo) nel lungo, atterrata a 5,40 metri (vento + 1,8 m/s). 

Altri risultati. Uomini. 5000: 1° Brahim Taleb (Bruni Vomano) 14’30”72. Alto: 1° Alessio Imbrogno (Gran Sasso Teramo) 1,94. 4 x 400: 1^ Bruni Vomano (Panza A., Chendi, Gaetani, Capotosti) 3’26”12. Donne. 400 ostacoli: 1^ Beatrice Pollara (Aterno Pescara) 1’08”32. Lungo: 2^ Eleonora Braccili (Gran Sasso) 5,26. 4 x 400: Gran Sasso (Sciarretta, Babbicola, Sabbatini, Sulli) 4’13”87.



Condividi con
Seguici su: