Bravi i cadetti e le cadette dell'Emilia Romagna al Trofeo Ceresini




 

Grande Emilia Romagna al Trofeo Ceresini di Fidenza: la rappresentativa cadetti si è piazzata al 2° posto, a soli 3 punti dalla Lombardia e ha sfiorato quindi un’inaspettata vittoria in questa classifica, che ha visto anche il Veneto a pari punti con la nostra formazione, ma classificata al 3° posto per un minore numero di successi individuali; bene anche le cadette, al 4° posto dietro Veneto, Lombardia e Friuli. Nella classifica complessiva la nostra rappresentativa si è piazzata al 3° posto dietro Lombardia e Veneto e precede Friuli, Toscana, Lazio, Marche, Piemonte, Alto Adige, Liguria, Trentino e Valle d’Aosta.

A livello individuale gli atleti dell’Emilia Romagna hanno vinto 4 gare: Giovanni Cellario negli 80, la 4x100 cadetti, Christine Santi nei 2000 e Giulia Rossetti nel martello.

Giovanni Cellario ha rispettato il ruolo di favorito negli 80, che ha vinto in 9.14 (vento +0,7), suo 3° tempo, dopo i 9.01 realizzati ad Alessandria l’1 maggio e a Casalmaggiore il 9 giugno, migliori prestazioni dell’anno in Italia. In questa gara l’Emilia Romagna ha piazzato al 2° posto anche un altro atleta, Eseosa Desalu, che ha corso in 9.29 e che nella graduatoria nazionale è attualmente al 2° posto con 9.16, corso sulla scia di Cellario all’Esagonale del Po di Casalmaggiore. Al 3° posto il laziale Capuano con 9.36.

La staffetta 4x100, con Cellario e Desalu, affiancati da altri 2 validi atleti come Paolo Loconsole e Alex Pagnini, era anch’essa indicata nei pronostici come favorita e non ha mancato la vittoria, realizzando un notevole 43.94, davanti a Lazio con 44.51 e Veneto con 44.59.

Christine Santi ha vinto con largo margine i 2000 metri, correndo la distanza in 6.36.21, non lontano dal suo primato regionale di 6.34.0. La lombarda Dallera è arrivata al 2° posto con 6.45.36 e la veneta Bortoli al 3° con 6.50.70. Nella graduatoria nazionale provvisoria la Santi, che è al 1° anno nella categoria, è attualmente al 2° posto, dietro la pugliese Anna Clemente che nel corso di una gara regionale in Puglia ha corso i 2000 metri in 6.29.4.

Giulia Rossetti era pure tra le favorite nel martello, ma aveva come avversaria la lombarda Marianna Leone, accreditata di una misura superiore, ma già superata dalla Rossetti in uno scontro diretto a fine aprile. Anche oggi ha prevalso l’atleta piacentina, che ha lanciato a 49.58, suo 4° miglior risultato, dopo 50,43 (Pavia 19/5), 49,80 (Piacenza 23/5) e 49,77 (Brembate Sopra 25/4); la Leone si è piazzata al 3° posto con 42,93, preceduta dalla toscana Mascolo con 44,97.

 

In breve gli altri risultati dei nostri cadetti e delle nostre cadette. Cadetti. 300: 3° posto per Alex Pagnini con 37.01, che migliora il personale di 37.78; 38.59 per Livio Franceschini, 2° componente della rappresentativa.

1000 metri: 5° posto per Davide Zinni con 2.44.31, in progresso di circa 1 secondo rispetto al personale realizzato giovedì scorso al Memorial Cavulli di Imola; 13° Stefano Grandi in 2.48.22.

2000 metri 9° posto per Roberto Rubboli in 6.11.85, a meno di un secondo dal suo personale. In questa gara 3 atleti hanno corso sotto i 5.50, con il toscano Dini al 1° posto in 5.47.89.

100 hs 3° posto per Alessandro Faragona con 13.97, primato personale nettamente migliorato (precedente 14.0 manuale e 14.60 elettrico). 14.33 per Lorenzo Dallavalle, al 2° posto in 2ª serie, a 5/100 dal personale ottenuto il 2 giugno a Chiari.

Alto: 2° posto per Luca Ferretti con 1,88, a 2 cm dal personale di 1,90, misura superata dal lombardo Basilico, che è accreditato del miglior risultato 2009 fra i cadetti in campo nazionale con 1,91, seguito proprio da Ferretti con 1,90.

Lungo: 4° posto per Stefano Braga con 6,20, a 7 cm dal personale. La gara è stata vinta dal veneto Riccardo Pagan, che guida la graduatoria nazionale 2009 con 6,66, oltre a 6,80 con vento +3,8.

Peso: 3° posto per Nicola Ferroni con 15,12, primato personale (precedente 14,45 nella stagione indoor) e attualmente al 4° posto nella graduatoria nazionale cadetti.

Martello: 6° posto per Nicola Pirazzoli con 43,72, primato personale migliorato di oltre 2 metri.

Giavellotto: 6° posto per Filippo Tassinari con 41,57.

 

Cadette. 80: 8° posto per Miriana Baldin con 10.45, che si migliora di 8/100 rispetto al Memorial Cavulli di giovedì scorso; 9° posto per l’atleta di casa Annalisa Tamarri con 10.62. Grande tempo per la vincitrice, la friulana Sabrina Cellamare, con 9.82.

300: 2° posto per Raffaella Lukudo con 41.29, che lima altri 16/100 dal proprio personale. Vince la gara l’altra friulana Ilenia Vitale che si migliora da 41.93 a 40.73. I tempi di Vitale e Lukudo si inseriscono al 1° e 2° posto della graduatoria nazionale cadette 2009, superando il 41.42 della marchigiana Martina Buscarini, che oggi si piazza al 3° posto con 41.44. Nella graduatoria regionale all time la Lukudo si porta ora al 4° posto, superando 2 atlete del calibro di Patrizia Guizzardi (41.39 – 21/10/79) e Giuliana Spada ( 41.3 – 8/6/85) e accodandosi a Judy Ekeh (39.9 e 40.26 nel 2008), Ambra Gatti (40.5 e 40.64 nel 2008) e Claudia Salvarani (41.1 – 15/10/89). In gara nei 300 anche Silvia Corbucci, 12° tempo con 43.02, a 20/100 dal personale.

1000: 13° posto per Stefania Ferri in 3.13.15, a poco più di 1 secondo dal personale e 16° posto per Barbara Burgazzi in 3.21.16. Bella prestazione per la vincitrice, la lombarda Debora Varrone, al 1° anno nella categoria, con 2.57.07, che si migliora di 37/100.

2000: oltre a Christine Santi, come abbiamo visto al 1° posto, in gara anche Giorgia Mancin, 18a in 7.36.14.

80 hs: 4° posto per Ilaria Roveri e 3° fra le atlete a punteggio, vincendo la 2ª serie in 12.14, 14/100 meglio del suo precedente limite. Peccato anche per il vento della 2a serie a -1,6, rispetto al +1,7 della serie migliore, in cui hanno corso le prime 3 atlete classificate. 12.14 è attualmente il 5° tempo stagionale in campo nazionale. In gara anche la compagna di club di Ilaria Roveri, Francesca Frignani, che si è piazzata al 14° posto con 12.74 (vento +2,1).

Alto: 5° posto a pari merito per Silvia Porcarelli con 1,53, primato personale migliorato di 2 cm. Vittoria per la friulana Desiree Rossit con 1,69.

Lungo: 7° posto per Federica Roberto con 4,85, a 6 cm dal personale. Bel risultato per la veneta Ottavia Cestonaro con 5,68.

Peso: 7° posto per Dalila De Lisa con 9,62, 1° posto per la lombarda Silvia Zanini con 13,32.

Giavellotto: 3° posto per Carlotta Camilli con 35,79, a 19 cm dal personale. 1° posto per la friulana Giulia Piazza, al 1° anno nella categoria, con 38,68, che consolida la leadership nella graduatoria nazionale (in precedenza aveva lanciato a 37,36), nella quale la Camilli è attualmente al 4° posto con 35,98.

4x100: 4° posto per la rappresentativa dell’Emilia Romagna con Tamarri, Lukudo, Galaverni e Baldin, in 50.03.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: