Bolt e Defar illuminano Zurigo

29 Agosto 2013

Nella prima delle due finali della Diamond League fatica e vince Usain Bolt. Meseret Defar si impone su Tirunesh Dibaba in uno strepitoso duello sui 5000

 

Zurigo, prima delle due finali della IAAF Diamond League, Usain Bolt vince in 9.90 (-0.3), dopo aver confezionato il peggiore start dei nove partenti, con un tempo di reazione sui blocchi addirittura di 0.186. Costretto a risalire dalle retrovie, regala al pubblico del Letzigrund un 100 metri più incerto del previsto anticipando di soli quattro centesimi l'altro giamaicano Nickel Ashmeade (9.94). Terzo è Justin Gatlin in 9.96, che però si prende la soddisfazione di vincere la Diamond Race. Mantengono la promessa gli spettacolari 5.000 femminili che accolgono la battaglia, inedita in questa stagione, tra la campionessa iridata dei 10.000 Tirunesh Dibaba e quella dei 5.000 Meseret Defar. Mercy Cherono fa da terzo incomodo fino ai 600 finali, quando Dibaba si invola tallonata da Defar, pronta a superarla all’uscita dell’ultima curva con un’accelerazione straordinariamente efficace. Defar ferma il cronometro a 14:32.83 contro i 14:34.82 della connazionale. Come annunciato il salto in alto è lo show di Bohdan Bondarenko, ma il Campione Mondiale è ormai scarico: a 2,33 sono rimasti in tre, l’ucraino insieme a Konstadínos Baniótis e Mutaz Essa Barshim. I due falliscono per tre volte 2,35, Bondarenko che ha già vinto chiede 2,46. Lo prova solo una volta, senza convinzione e abbattendolo con il braccio. Sul giro di pista è lotta all’ultima falcata tra Lashawn Merritt e Kirani James: il secondo sembra avere le energie per il sorpasso finale, ma a metà rettilineo l’americano riesce a staccarsi di un paio di metri e va a vincere (44.13 contro il 44.32 del grenadino). A Zurigo la lista delle vittorie annunciate è lunga, a partire Shelly-Ann Fraser-Pryce che fa suoi i 200 metri e la Diamond Race. All’uscita di curva è già davanti a Murielle Ahoure (22.66) e scivola al traguardo in 22.40 (-0.4). Stessa storia per la ceca Zuzana Hejnová nei 400 ostacoli, vinti in 53.32, e per Eunice Sum che conferma il titolo mondiale e la vittoria nella gara Diamond in 1:58.82. Niente rivincita iridata dunque per la russa Mariya Savinova (1:58.93) mentre al rientro in Diamond League è settima la sudafricana Caster Semenya (2:01.83). Restando al mezzofondo il diamante dei 1500 uomini va ad Ayanleh Souleiman (secondo in 3:31.64) ma il meeting lo vince Silas Kiplagat in 3:30.97. Sesto in 3:33.78 il campione iridato Asbel Kiprop. Gli 800 (non sono però Diamond Race) sono dell’americano Nick Symmonds: vince con sicurezza in 1:43.26. Primo nel lungo è il sudafricano Zarck Visser in 8,32 (-0.8) ma ad Aleksandr Menkov basta il sesto posto (7,94, +0.3) per portarsi a casa il successo nella serie. Vittoria e diamante invece per Silke Spiegelburg (4,79) nell’asta. Capitolo lanci: ieri la neozelandese Valerie Adams aveva coronato una stagione impeccabile prendendosi la Diamond Race  e sfiorando i 21 metri con la miglior prestazione stagionale (20,98). Vittoria, di giornata e complessiva, anche per Ryan Whiting in 22,03. Mariya Abakumova, la grande delusa dei Mondiali di Mosca, oggi vince il giavellotto in 68.94, lasciando però a Christina Obergföll la Diamond Race. Primo anche Gerd Kanter nel disco in 67,02.

Chiusura amara per i colori azzurri, con la 4x100 italiana (Jessica Paoletta, Ilenia Draisci, Martina Amidei e Audrey Alloh) che chiude settima in 44.71, anche a causa di qualche problema nel primo cambio che appesantisce il crono finale. Nello ‘Zürich Trophy’ sono primi gli Stati Uniti in 41.67, seconda la Giamaica in 41.78. In apertura di serata c’è il quinto posto nella prima delle due serie extra dei 100 metri per Audrey Alloh. L’atleta delle Fiamme Azzurre corre in 11.63 (+0.5). Sesta Martina Amidei (CUS Torino) con il crono di 11.77. Per la cronaca la gara è vinta dalla britannica Ashleigh Nelson in 11.33, mentre nell’altra serie la vittoria va alla giamaicana Carrie Russel in 10.98 (+0.5).

a.c.s.

IAAF Diamond League 2013
I vincitori (dopo la finale di Zurigo)

UOMINI:
100: Justin Gatlin (USA)
400:LaShawn Merritt (USA)
1500: Ayanleh Souleiman (DJI)
110hs: David Oliver (USA)
3.000 siepi: Conseslus Kipruto (KEN)
lungo: Aleksandr Menkov (RUS)
alto: Bohdan Bondarenko (UKR)
peso: Ryan Whiting (USA)
disco: Gerd Kanter (EST)

DONNE:
200: Shelly-Ann Fraser-Pryce (JAM)
800: Eunice Sum (KEN)
5.000: Meseret Defar (ETH)
400hs: Zuzana Hejnová (CZE)
Lungo: Shara Proctor (GBR)
asta: Silke Spiegelburg (GER)
peso: Valerie Adams (NZL)
giavellotto: Christina Obergföll (GER)

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: