Bogliolo più veloce: esordio sprint nei 60

12 Gennaio 2020

Ad Aosta l’ostacolista scende a 7.54 nella distanza piana ed è seconda dietro a Chiara Melon (7.50 PB). Montini sfiora la migliore prestazione italiana under 23 dei 60hs con 7.75


 

Debutto sprint dell’ostacolista Luminosa Bogliolo. Nella decima edizione del meeting nazionale Calvesi Sprint & Hurdles, ad Aosta, la 24enne delle Fiamme Oro apre la stagione indoor con un test nei 60 metri piani e si migliora due volte: 7.56 in batteria e 7.54 in finale, dove però si piazza al secondo posto, per un progresso complessivo di tredici centesimi. Successo alla ventenne Chiara Melon (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), campionessa tricolore under 23, che in 7.50 ritocca il personale di 7.53 stabilito un anno fa. Nel 2019 la Bogliolo è stata protagonista in maglia azzurra sui 100 ostacoli, con le vittorie alle Universiadi di Napoli e agli Europei a squadre di Bydgoszcz, diventando la seconda italiana di sempre. In evidenza al meeting valdostano, nei 60 ostacoli, il giovane Mattia Montini. All’esordio, il portacolori dei Carabinieri riscrive il personale in due occasioni fino a un notevole 7.75, a soli due centesimi dalla migliore prestazione italiana della categoria promesse che appartiene dal 1991 a Laurent Ottoz con 7.73. In precedenza il ventenne lombardo, adesso secondo under 23 azzurro alltime, era sceso a 7.81 in batteria togliendo in tutto 14 centesimi al proprio limite. Tra le donne, sui 60hs, cresce anche la 21enne Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano) che fa l’ingresso nella top ten under 23 italiana di ogni epoca, al nono posto con 8.36 in batteria vincendo anche la finale in 8.42, di nuovo sotto il suo precedente primato di 8.43. Alle sue spalle la vicecampionessa europea dei 400hs Linda Olivieri (Fiamme Oro) con 8.73. Tra le cadette si fa notare la sprinter Agnese Musica (Novatletica Chieri), 7.73 nei 60 metri a due centesimi dalla MPI [RISULTATI].

ANCONA - Sulla pedana del peso, al Palaindoor di Ancona, il 2020 di Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) parte sopra i 17 metri. La pluricampionessa italiana, che ha vinto due bronzi europei in carriera, arriva a 17,20 con il terzo lancio e così la padovana ritorna oltre una barriera che non superava da oltre un anno. Nei 60 metri prevale Annalisa Spadotto Scott (Bracco Atletica) in 7.65 davanti alla 17enne Greta Rastelli (Atl. Avis Macerata), seconda con lo stesso crono, che in batteria si era migliorata con 7.60. Al maschile l’allievo Angelo Ulisse (Fiamme Gialle Simoni) sfreccia in 6.86.

Enorme il suo progresso: finora aveva un personale di 7.16 e adesso si proietta all’ottavo posto di sempre nelle liste italiane under 18 [RISULTATI].

BERGAMO - A Bergamo debutto convincente per l’ostacolista Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni). L’azzurrina, nei 60 metri piani, alla prima gara da juniores scende a 7.53 in finale, dopo essersi già migliorata in batteria (7.57), per un progresso complessivo di 15 centesimi. Primato personale anche per Chituru Ali (Cus Insubria) che nei 60hs - specialità di cui è campione italiano under 23 - vince la finale in 7.95. Nell’alto Maria Teresa Rossi (Geas Atletica) migliora il personale indoor fino a 1,83, a due centimetri dal suo limite outdoor [RISULTATI].

PADOVA - Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) ha vinto l’eptathlon nel secondo weekend di gare del 2020 al Palaindoor di Padova. L’azzurrino, al debutto nella categoria assoluta, ha realizzato 5406 punti, precedendo Riccardo Miglietta (Atl. Vicentina, 4968). Nell’eptathlon juniores successo del padovano Lorenzo Pezzolato (Fiamme Oro), al debutto tra gli under 20 con 5059 punti, e nel pentathlon allievi del friulano Alberto Nonino (Atl. Malignani Libertas Udine, 3373). Tra le allieve, con Greta Brugnolo ritirata dopo le prime tre prove a conclusione di un test parziale in vista dei Tricolori d’inizio febbraio, primo posto per Giulia Riccardi (Gs Trilacum) con 3114. Nelle gare di contorno, nuovo progresso per l’under 23 Anna Polinari (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), scesa a 54.50 nei 400 (suo miglior tempo in assoluto) dopo il 24.39 di sabato sui 200 metri. Al maschile, applausi per lo junior Francesco Domenico Rossi (Geas Atletica), arrivato a un soffio dal personale (48.60) [RISULTATI].

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Mattia Montini (foto Muti/FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate