Berlino: Dal Molin 13.49 negli ostacoli

12 Settembre 2021

Nei 110hs l’azzurro è settimo, come Vallortigara nell’alto e Carmassi nei 100hs

 

Tre settimi posti per l’Italia al meeting Istaf di Berlino, sulla pista e sulle pedane dell’Olympiastadion. Paolo Dal Molin (Fiamme Oro), che sta sperimentando in gara le migliorie tecniche da introdurre per la prossima stagione, chiude con il tempo di 13.49 (-0.1) nella prova dei 110hs vinta dallo statunitense Devon Allen (13.10), sul rettilineo che per l’azzurro è stato a lungo quello del primato personale (13.40 agli Europei di Berlino 2018) prima che migliorasse il record italiano agli Assoluti di Rovereto (13.27 a fine giugno). L’alessandrino tornerà in pista anche martedì a Bellinzona (Svizzera) e nel weekend a Caorle. Non brilla Elena Vallortigara (Carabinieri) a sette giorni dall’1,96 di Chorzow: oggi soltanto 1,80, al secondo tentativo, e tre errori a 1,85, nell’ultima gara della propria stagione. Successo per l’olimpionica russa Mariya Lasitskene (1,98). Nei 100hs, vinti dall’olandese Nadine Visser in 12.73 (-0.2), Giada Carmassi (Atl. Brugnera Friulintagli) si esprime in 13.47. Vola il disco della campionessa olimpica Valarie Allman, record americano e migliore prestazione mondiale del 2021 con 71,16. Marvin Bracy a segno nei 100 con 9.95 (vento nullo), 5,91 nell’asta per gli altri statunitensi San Kendricks e Chris Nilsen. Per una volta non esagera Karsten Warholm nei 400 ostacoli: “solo” 48.08.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate