Bei tempi e record nelle distanze spurie di Faenza

06 Settembre 2017

In corso il Memorial Fantinelli a Faenza con una m.p.n. negli 80 metri allievi.


 

Al Memorial Fantinelli di Faenza c'è stata anche una migliore prestazione nazionale: le distanze "spurie" (inusuali) previste nel meeting hanno attirato parecchi atleti e fra questi, un allievo della Lombardia, Ruskin Molinari Nwagwu (Atl. Rovellasca) ha corso gli 80 metri in 8.91 (-0,3), quanto basta per fissare il record di categoria, che apparteneva a Lorenzo Patta (Delogu Nuoro) con 8.96, realizzato a Sassari il 25/4/17, anche se per maggiore precisione è necessario riconoscere che c'è una prestazione di un atlete della categoria cadetti, cioè quindicenne, migliore del tempo del giovane lombardo realizzato quest'anno al Trofeo Città di Fidenza: Enrico Sancin (Polisportiva Triveneto Trieste) 8.78 (+1,9) - Fidenza 28 maggio 2017.

Ruskin Molinari è stato uno dei più forti allievi in Italia nel corso di questa stagione e vanta un personale di 10.63 (+1,4) nei 100 metri, realizzato a San Giovanni Lupatoto il 7 luglio, 2° tempo in Italia dopo il 10.53 (+1,0) di Lorenzo Paissan al Brixia Meeting, oltre ad altre 4 prestazioni sotto i 10.70. Ai Campionati Italiani Allievi si era piazzato al 5° posto nel 2016 e al 6° nel 2017 nei 100 metri. 

Nella gara di oggi sugli 80 meri Ruskin Molinari ha vinto in 8.91, precedendo Farias Zin (Aristide Coin Venezia 1949) con 8.92 e Simone Pettenati (Fratellanza 1874 Modena) con 9.10.

Negli 80 metri femminili primi 3 posti per 3 atlete juniores della Emilia Romagna: nell'ordine Zaynab Dosso (Corradini Rubiera) con 9.81, Eleonora Iori (Fratellanza 1874 Modena) con 9.98 e Stefania Di Cuonzo (Atl. 85 Faenza) con 10.10.

Nei 150 metri maschili in gara nell'ottava serie il nazionale Eseosa Desalu (Fiamme Gialle) che vince in 15.83 (+0,3) e 2° posto per Ruskin Molinari con 16.40. Alessandro Zucchini (Virtus Emilisder Bologna) è il 1° fra gli atleti della regione con 16.61.

Dosso e Iori ripetono il 1° e 2° posto, dopo gli 80 metri, anche nei 150. La Dosso, che detiene la m.p.n.

juniores con tempo elettrico con 18.13 (Roma 25/4/17) sfiora il suo record, con 18.14 (+0,1), mentre la Iori corre la distanza in 18.47.

Proseguiamo con le altre gare sulle distanza "insolite". Nei 300 metri uomini il miglior tempo è di Alessandro Xilo (Virtus Emilsider Bologna) con 35.11, realizzato nella quarta e ultima serie, che migliora il 35.21 di Lorenzo Angelini (Avis Macerata) in prima serie. Nella serie vinta da Xilo, anche il 35.25 dello junior Davide Bernabei.

Nei 300 metri femminili il miglior tempo è di Elena Venturi Degli Esposti (Atl. Brescia 1950) con 42.39, davanti alla allieva Sabrina Gualandi (Cus Bologna) con 43.62, ma la "grande prestazione" è della master sf45 Cristina Sanulli (Self Montanari Gruzza) che con 44.11 realizza la m.p.m. della categoria, migliorando il 44.23 di Tiziana Brezzoni del 2014.

Bei tempi anche nei 1000 metri maschili e femminili. Negli uomini 2.26.37 per Francesco Conti (Atl. Imola Sacmi Avis), con un finale in progressione dopo un primo giro corso oltre i 60 secondi. 2° posto per Gabriele Bizzotto (Cus Parma) con 2.26.83, poi lo junior Riccardo Gaddoni (Atl. Imola Sacmi Avis) con 2.30.50 e Jean Paul Michel Sambou (Self Montanari Gruzza) con 2.30.71.

La gara dei 1000 metri femminili, intitolata alla nazionale giovanile faentina Fatuma Ibrahim prematuramente scomparsa, bel 2.57.59 per Elena Borghesi (Atl. Lugo), anche lei in progressione dopo un passaggio ai 400 oltre 1'14". Al 2° posto la junior Ralista Nenkova Mihaylova (Corradini Rubiera) con 2.59.76, seguita da Catia Solaroli (Atl. Lugo) con 3.00.50.

Nei 3000 metri maschili gara solitaria per Lorenzo Casini (Atl. Firenze Marathon), 1° anno promessa, che vince in 8.33.10, davanti a Paolo Ciappa (Cus Camerino), unico altro atleta a chiudere sotto i 9 minuti, con 8.45.88. 3° posto per Stefano Vitali (Edera Forlì) con 9.02.41, 1° fra gli atleti della regione.

Nei 3000 metri femminili un inaspettato 10.05.04 per un'atleta friulana, da quest'anno tesserata per la Libertas Rimini.

Susi Papais, classe 1994, aveva comunque un personale di 10.12.68 nel 2016, ma questa era la sua prima gara in pista nel 2017 e quindi la prima anche come tesserata in Emilia Romagna. Al 2° posto la junior Caterina Mangolini (Atl. Estense) con 10.43.86 e al 3° posto la master sf60 Maria Lorenzoni (Atl. 85 Faenza) che con 11.44.48 ha migliorato il primato nazionale master sf60 che era 11.49.10 di Waltraud Egger, che risaliva al 2010.

Nelle altre gare assolute maschili del Memorial Fantinelli 2,03 nell'alto per Lorenzo Carlone (Atl. Studentesca Rieti Andrea Milardi) e 2,00 per Marco Patuelli (Atl. 85 Faenza). Nel peso 14,91 per Gabriele Natali (Virtus Emilsider Bologna) nei senior, 11,78 per Giovanni Benedetti (Atl. Ravenna) negli junior e 14,95 per Enrico Zangari (Self Montanari Gruzza) negli allievi. Nel disco rispettivamente 37,11 per Marco Morini (Atl. Imola Sacmi Avis), 41,71 per lo junior Giovanni Benedetti e 41,60 per l'allievo Enrico Zangari. 

In quelle femminili 5,10 (+0,2 e -0,7) nel lungo per la junior Stefania Di Cuonzo (Atl. 85 Faenza), 15.94 nel peso 4 kg per Julaika Nicoletti (Carabinieri) e 12,37 nei 3 kg per l'allieva Francesca Casprini (Atl. Lugo), primato personale migliorato di 35 cm. Nel giavellotto allieve 500 gr. 37,66 per Maria Bertolini (Cus Parma) e 35,33 per Anna Busetto (Self Montanari Gruzza).

Nelle gare giovanili doppietta del cadetto Samuele Maffezzoni (Interflumina E' Più POmì) negli 80 metri e nel lungo, rispettivamente con 9.61 (-0,3) e 5,98 (+1,0). Nel giavellotto cadetti 44,78 per Marco Neri (Endas Cesena). Nelle cadette, negli 80 metri 10.62 (-0,6) per Eleonora Coluccini (La Patria Carpi), nel lungo 4,73 (-0,4) per Gaia Dalpozzo (Atl. Ravenna) e 31,56 per Federica Rado (Nuova Atl. Molinella). 

Nei ragazzi 11,63 nel peso per Mattia Diotalevi (Libertas Rimini) che ha preceduto in classifica Francesco Orlandi (Atl. 85 Faenza) con 11,48.

Risultati

Giorgio Rizzoli

 

 

 

 



Condividi con
Seguici su: