Battocletti primo a Verona. Stravicenza da record




 
Nella domenica dei record di partecipazione a una maratona italiana, anche altre città sono “andate di corsa”. Moltissime le manifestazioni del calendario nazionale previste fra strada e cross. Iniziando dalle mezze maratone, a Verona primato d’iscrizioni con 744 tagliandi e nuovo successo stagionale per Giuliano Battocletti (Cover Mapei) che a una settimana di distanza dal trionfo ai Campionati Italiani di cross aggiunge una nuova perla a una stagione finora da incorniciare. 1h05:32 per il corridore trentino che ha confermato la sua partecipazione alla Stramilano d’inizio aprile dove ha intenzione di attaccare il primato italiano della distanza. Alle sue spalle sono terminati Gianluca Pasetto (Corradini Excelsior) in 1h07:57 e Emanuele Zenucchi (Recastello) in 1h08:57. Nella prova femminile vittoria di Daniela Vassalli (Recastello) in 1h20:46. A Pistoia ennesimo successo per un autentico collezionista di mezze maratone, il keniano Philemon Kipkering (Team Landucci) che si è aggiudicato la competizione in 1h04:43 battendo il marocchino Abdelladi El Hachimi (AtlTeam/1h05:02) e l’altro keniano Paul Kanda Kangono in 1h05:04 con il primo italiano, il rappresentante dell’Atl.Ferrara Simone Gagliano appena ottavo in 1h09:21. Fra le donne successo scontato per la marocchina Hafida Izem che ha chiuso nel notevole tempo di 1h13:41 battendo Cristina Neri (Jaky-Tech Apuana). Straordinario successo di partecipazione alla Stravicenza, la prova su strada più importante del centro veneto dove più di 6.000 persone sono scese a correre in strada fra prova competitiva e non. La gara maschile è stata un trionfo per le Fiamme Oro Padova, con successo di Fabrizio Sutti davanti a Vincenzo Modica e Lorenzo Lazzari, mentre la gara femminile ha fatto registrare la vittoria di Paola Fedeli (Asi veneto) davanti alla campionessa uscente Arianna Morosin. A Salò (Bs) seconda edizione per la Corsa per la Pace e la Vita, manifestazione internazionale che per la parte agonistica era solo femminile. Tutto il ricavato andava alla fondazione benefica intitolata alla pluricampionessa di maratona Tegla Loroupe, e la keniana ha onorato al meglio la manifestazione aggiudicandosi la prova sulle 5 miglia davanti a Silvia Casella (Atl.Bs) e Simona Viola (Cus Pa). Anche l’attività crossistica, pur dopo la conclusione del Grand Prix, non è terminata: ad Ardesio era in programma l’11. Cross del Serio, dove la prova maschile ha fatto registrare la vittoria del marocchino dell.Atl.Bergamo Jamel Chatbi in 22:08. Bellissima la sua azione nel finale che gli ha permesso di staccare il connazionale della Latina Runners Cherkaoui Laalami di 29 secondi, mentre terzo è finito l’azzurro di corsa in montagna Marco De Gasperi (Forestale) in 22:44. Molti i protagonisti della nazionale di montagna in gara, con Davide Chicco quinto e Vittoria Salvini seconda nella prova femminile alle spalle di Stefania Benedetti (G.Alp.Vertovese) prima in 15:48, 24 secondi il vantaggio sulla rivale. Altro cross nazionale a Marmure di Sotto (Ud) a cura della Libertas Udinese, con la gara maschile andata a John Kipsiele Rotich, il keniano dell’Atl.Recanati che si è aggiudicato la prova in 24:59 precedendo di 17 secondi il connazionale dell’Atl.Saluzzo Zakayo Kipsang Biwotto e di 22 il marocchino dell’Atl.Cento Torri Ahmed El Hamzaoui. Primo italiano Stefano Scaini (FF.GG.) che ha chiuso al quarto posto in 26:23. Nella prova femminile ritorno al successo per Valentina Tauceri (Cus Trieste) in 14:49 davanti a Eleonora Riga (Carabinieri) a 4 secondi e a Micaela Bonessi (Sv Sterzing) a 12. Gabriele Gentili Nella foto: Giuliano Battocletti primo a Verona (archivio Fidal)


Condividi con
Seguici su: