Barletta, Chilà e Cuzzocrea in bella mostra al Trofeo Musacchio




 

Cuzzocrea_Barletta_Vita_ChilaSi è svolta a Campobasso, presso l'impianto intitolato a Nicola Palladino, proprio nella mattinata del 22 settembre, la 36^ edizione del Trofeo P. Musacchio, tradizionale incontro per rappresentative regionali, riservato alle categorie cadetti e cadette. La Calabria, se pur presente con due formazioni, quella maschile e quella femminile, decisamente a ranghi incompleti, ha messo in mostra delle interessanti individualità, che certamente riusciranno a dare lustro alla nostra regione, anche in occasione dell'appuntamento clou di Jesolo,

dove dal 4 al 7 ottobre prossimi, scenderanno in pista le formazioni di tutte le regioni italiane, per contendersi i diversi titoli italiani che sono in palio. Accompagnati dal Presidente Regionale Ignazio Vita e dai Tecnici Tiziana Chiricosta, Pasquale Latella e Domenico Sergi, i nostri giovani cadetti presenti hanno dato il meglio di se, anche se non tutti sono riusciti ad imporsi sui propri avversari. Ad esprimersi con delle prestazioni tecniche di buona caratura, sono stati Aurora Cuzzocrea e Giovanni Barletta, entrambi dell'Atletica Olympus e Gabriele Chilà della Naf Aranca. La gara della martellista reggina, che già lo scorso anno ha conquistato il podio al Criterium Cadetti, non ha avuto avversarie che la potessero impensierire, tanto che sin dal primo dei quattro lanci a sua disposizione, si è posta in testa alla classifica della gara, conquistando agevolmente la vittoria, con un miglior lancio di 48.00 metri, effettuato alla seconda prova. Giovanni Barletta, che è stato impegnato nella seconda delle due serie dei metri 300, ha fatto vedere bene le sue intenzioni sin dalle prime battute della gara e, senza alcun cedimento e con una azione di corsa alquanto produttiva, è riuscito ad imporsi sui suoi diretti avversari che, a dire il vero, anche se si sono espressi con buoni riscontri cronometrici, lo hanno impensierito poco, tanto che giunge con alcuni metri di vantaggio sul secondo arrivato e chiude col tempo di 37"53. L'altro reggino in gara, Gabriele Chilà era impegnato nel salto in lungo, gara dov'era stato accreditato con la seconda misura di m. 6,21. Il giovane saltatore reggino, già al primo salto si migliora portando il personale a m. 6,24, ma i suoi avversari in gara non stanno a guardare e dopo le prime due prove, si ritrova al terzo posto, e dopo aver tentato tra seconda e terza prova di andare oltre, all'ultimo salto disponibile ottiene un encomiabile 6,47 che non lo fa avanzare in classifica, ma di certo rappresenterà un punto di forza della nostra rappresentativa al prossimo impegno di Jesolo.

(Pino Pignata)

 

RISULTATI



Condividi con
Seguici su: