Barberi & C. a casa dopo il raduno sudafricano




 
Si è concluso pochi giorni fa il lungo periodo di raduno (dal 3 al 31 marzo) di un gruppo di sprinter dei 400 metri a Potchefstroom (Sudafrica). Nel gruppo, guidato dal tecnico azzurro Riccardo Pisani, soprattutto il primatista del giro di pista Andrea Barberi (Fiamme Gialle), uno degli uomini più attesi per la stagione all'aperto ormai alle porte. Risolti i problemi fisici che avevano contraddistinto la fase finale del 2007, e saltata in blocco la stagione indoor, Barberi ha lavorato intensamente al caldo del Sudafrica, con l'obiettivo di riproporsi nella stessa condizione del suo anno magico, il 2006, culminato nella finale europea di Goteborg (chiusa al quinto posto) e nel record italiano (45.19 sulla pista di Rieti). A Potchefstroom Barberi non era solo. Con lui e Pisani, oltre al fisioterapista Branetti, un gruppo affiatato di giovani, che hanno scelto di sostenere il costo della trasferta alla ricerca delle migliori condizioni di preparazione: Eleonora Sirtoli, Donata Piangerelli, Teo Turchi, e Libania Grenot Martinez (cubana di nascita, ormai prossima all'acquisizione della cittadinanza italiana). Li vedremo in azione già nel mese di maggio. Barberi punta con decisione al "bersaglio grosso", ovvero i Giochi olimpici di Pechino(il minimo d'ammissione è fissato in 45.55, da conseguire entro il 21 di luglio). Nella foto, da sinistra, Eleonora Sirtoli, Riccardo Pisani, Donata Piangerelli, Teo Turchi, Andrea Barberi, Libania Grenot Martinez., ritratti sulla pista di Potchefstroom.


Condividi con
Seguici su: