Baldini:

23 Febbraio 2017

Il Dt allo Sviluppo della FIDAL: "Lo scorso anno è stato svolto un grande lavoro per questo siamo tornati in Umbria. Percorso tecnico e spettacolare, ci saranno ancora più presenze"


 

"L'edizione 2016 della Festa del Cross di Gubbio è stata promossa in pieno sia per la logistica e per il percorso tecnico sia per l'ottima organizzazione". Parola e musica di Stefano Baldini, Diretto Tecnico allo Sviluppo della FIDAL, che ha così spiegato durante la presentazione a Palazzo Donini a Perugia il perché del ritorno a Gubbio per la Festa del Cross 2017 (11-12 marzo). Parole che premiano il lavoro del comitato organizzatore composto da Gubbio Runners e FIDAL Umbria. "Quella di quest'anno sicuramente sarà una manifestazione ancora più interessante sia dal punto di vista tecnico viste la modifica del percorso per portare il giro a 2000 metri con possibilità di giri più corti di 1000 e 1500 metri per completare le distanze delle varie categorie, che da quello numerico. Il passaparola che ha fatto seguito all'ottima organizzazione dello scorso anno, infatti, unitamente all'inserimento delle staffette master per tutte le categorie, infatti, porterà sicuramente un sensibile incremento di partecipanti. Quindi aspettatevi numeri ben maggiori. Il campionato italiano di Gubbio, poi, oltre ad assegnare i tanti titoli individuali, sarà importante anche in ottica di iscrizione ai campionati del mondo di corsa campestre in programma due settimane dopo (il 29 marzo a Kampala in Uganda, ndr) dove sicuramente saremo con la squadra junior femminile e nella nuova gara della staffetta mista".

A fare gli onori di casa il vice presidente e assessore allo Sport della Regione, Fabio Paparelli. "Manifestazione come questa sono importantissime per l'Umbria soprattutto in un momento delicato come questo a causa del terremoto. Per questo mi sento di chiedere al Coni e alla FIDAL di continuare a non dimenticare l'Umbria". Sulla stessa lunghezza d'onda il vice presidente della Provincia di Perugia Roberto Bertini che ha sottolineato come attraverso lo sport ed una manifestazione come questa c'è anche la possibilità di una ripartenza del turismo". E sull'importanza dello sport per il turismo in Umbria ha detto la sua il presidente regionale del Coni Domenico Ignozza che ha sottolineato "come ogni domenica nella regione arrivano tantissimi atleti per tante discipline sportive". L'assessore allo Sport del comune di Gubbio, Gabriele Damiani, ha posto l'attenzione sull'impegno dell'ente "in eventi che danno un lustro così importante alla nostra città". Tanti i complimenti alla Gubbio Runners da tutti gli intervenuti e nell'occasione il presidente del sodalizio eugubino Marco Busto ha voluto ringraziare tutti i suoi ragazzi che "quest'anno, come nella stagione passata, non hanno lesinato energie per permettere all'evento di riuscire al meglio. Sappiamo che sarà dura ma saremo pronti: l'11-12 marzo vi aspettiamo tutti a Gubbio". Grande la soddisfazione del presidente della FIDAL Umbria Carlo Moscatelli "sia per la crescita del movimento dell'atletica regionale dal punto di vista numerico e delle competizione nazionali organizzate, che per la crescita di realtà come quelle della Gubbio Runners diventata uno dei pilastri del comitato". 

Dal punto di vista tecnico il vice presidente della FIDAL Umbria Fabio Pantalla, dopo aver sottolineato la modifica del percorso e aver preannunciato importanti novità sul percorso di Gubbio nel futuro, ha snocciolato i numeri dell'edizione 2017 che inizierà sabato "con i due titoli assoluti di staffette a cui si aggiungono, novità di quest'anno, i titoli di staffette master maschili e femminili per le varie categorie seguiti dalle premiazioni in Piazza Grande e dalla cerimonia di inaugurazione con la sfilata della rappresentative cadetti. Domenica poi il clou: in palio 10 maglie tricolori individuali (cadetti, allievi, junior, promesse e senior sia maschili che femminili), 8 scudetti (allievi, junior, senior e combinata, maschili e femminili) di società e l’assegnazione di tre trofei per regioni (maschili, femminili e combinata) per la categoria cadetti".   


Marco Busto, Gabriele Damiani, Roberto Bertini, Fabio Paparelli, Domenico Ignozza, Stefano Baldini, Carlo Moscatelli e Fabio Pantalla


Condividi con
Seguici su: