Aurora Cuzzocrea e Alessia Costantino da record




 

auroraOrganizzata dal Comitato Provinciale Fidal locale, si è svolta sabato 7 aprile u.s. nell'impianto di atletica leggera di via Modena di Reggio Calabria la "manifestazione di apertura in pista" per l'anno 2012. Le difficoltà in fase di gestione delle manifestazioni, presso l'ormai troppo vetusto impianto, sono sempre maggiori, ma i fedelissimi dell'Atletica Leggera non mollano e regalano sempre risultati di un certo spessore tecnico,

che a dispetto del completo disinteresse delle istituzioni locali preposte, recano vanto per tutta la Città di Reggio Calabria che, a novembre di quest'anno, a Bruxelles otterrà l'investitura quale "Città dello Sport 2013". Ma non si sa in virtù di cosa!! Buoni quindi i risultati ottenuti dagli atleti reggini e in particolar modo si sono distinte due atlete, Aurora Cuzzocrea e Alessia Costantino che, rispettivamente nelle gare del lancio del martello cadette e nella marcia juniores hanno ottenuto due primati regionali. Aurora Cuzzocrea, atleta dell'Atletica Olympus, seguita dal punto di vista tecnico da Mimmo Pizzimenti, ha migliorato il suo personale con l'attrezzo da tre chilogrammi, portandolo alla misura di m. 49,79 e spodestando nel contempo, Giovanna Smorto (Atl. Olympus) che lo deteneva dal 2006 con metri 47,60. Nella marcia femminile juniores dei 5 km la beniamina locale Alessia Costantino, pur non migliorando il suo personale, col tempo ottenuto di 24:41.20 abbatte l'ex primato regionale, appartenuto ad Anna Pellicanò (Naf Aranca) che l'aveva ottenuto nel lontano 1985 (29:18.3). Il risultato della giovane marciatrice reggina, unitamente a quello di Gianluca Lammendola (Icaro) che sempre sui 5 km di marcia ferma i cronometri sul tempo di 23:24.38 e la prestazione di Gabriele Templorini (Icaro) che si aggiudica la gara dei 4000 metri con il tempo di 21:18.94, denota il buon momento e soprattutto la crescita di tutto il movimento della marcia reggina, grazie soprattutto all'impegno dei coniugi Scotto - Cozzupoli che hanno avviato una vera fucina di provetti marciatori. E sempre a coronamento di quanto detto, giunge dal Settore Tecnico Nazionale la seconda convocazione in "azzurro" per Alessia Costantino che, giorno 21 di questo mese, è chiamata a difendere i colori italiani nell'Incontro Internazionale di marcia di Podebrady (Rep. Ceca), che prevede la partecipazione, oltre che della nazionale italiana, anche delle rappresentative di Svizzera, Bielorussia, Francia, Germania, Grecia, Gran Bretagna, Svezia e Ucraina. Nelle altre gare in programma, in evidenza Gabriele Chilà (Naf Aranca) che nella gara del salto in lungo ottiene un miglior salto di metri 6,05 (vento +4,9), ma altri salti non ventosi molto vicini ai sei metri, segno della crescita del giovane atleta che, nella gara dei metri 80 piani, ottiene il tempo di 9.92, ad un solo centesimo dal vincitore Fabio Malara (Atl. Sagittarius che vince la gara in 9.91 (vento + 3,2). Giovanni Barletta, che nella stessa gara conquista la terza posizione con il tempo di 10.00, ottiene la vittoria sui metri 300 piani, chiusi in 39.31, lasciando alle sue spalle Fabio Malara, che taglia il traguardo col tempo di 40.03. Nelle gare di lancio si è assistito a delle discrete prestazioni, segno che il settore, grazie all'impegno dei validi tecnici locali e a quello degli atleti che in loro credono; in particolare, buona la gara del martello juniores maschile, dove Paolo Falduto (Naf Aranca) vince con m. 52,63, al secondo posto Domenico Cuzzocrea (Atl. Olympus) con m. 52,16 e al terzo posto Fabio Zangari (Atl. Minniti) con m. 51,82; nella stessa gara un timido 4° posto per Alessandro Di Giorgio (Atl. Minniti) che chiude con m. 46,03. Il martello assoluto ha visto protagonisti, Paolo Tetto (ACSI Campidoglio Palatino) che vince la gara con metri 52,63 e al secondo posto Piergiuseppe Ranieri (Naf Aranca) con metri 49,81. Ancora nel martello categoria allieve, Maria Caterina Cuzzocrea (Atl. Olympus), ottiene la misura di metri 39,40, mentre nella categoria cadetti Jacopo Gangemi (Atl. Olympus) vince la gara con la misura di metri 38,37. Il lancio del peso juniores vede la vittoria di Domenico Cuzzocrea (Atl. Olympus) che scaglia l'attrezzo da sei chilogrammi a metri 13,52 e al secondo posto si colloca Allessandro Di Giorgio con un modesto 12,26. Ancora nel settore dei lanci, in evidenza Gaia Sergi (ASI G.S. Aschenez) che nella gara del giavellotto juniores ottiene la misura di metri 39,82 che le dà fiducia per il prosieguo della stagione. Durante la manifestazione il Presidente del C.P. Fidal di Reggio Calabria - Luigi Gangemi, memore di quanto si era soliti fare qualche decennio addietro, ha portato sull'impianto di Atletica il Diacono Marcello Maragucci, che ha dato la benedizione ad atleti e dirigenti sportivi e a tutti i presenti durante la manifestazione di apertura della stagione su pista 2012.

(Pino Pignata)

RISULTATI

 



Condividi con
Seguici su: