Atletica Gran Sasso Teramo 2^ nella Finale B Allieve Adriatico

02 Ottobre 2016

Gaia Sabbatini vince i 400 con 58"97 e gli 800 con 2'13"23, Valeria Latino vince il triplo con 11,60, Eugenia Di Francesco terza nel martello con 46,63


 

La squadra femminile dell’Atletica Gran Sasso Teramo ha recitato un ruolo da protagonista nella Finale B Adriatico del Campionato di Società Giovanile Allievi (Under 18), svoltasi sabato e domenica 1-2 ottobre a Macerata. Si è classificata seconda dopo un appassionante testa a testa con Unione Giovane Biella e Avis Macerata. Con il primo posto già assegnato all’Atletica Montanari Gruzza Reggio Emilia, tutto si è deciso all’ultima gara di 4 x 400, dove le teramane Pinardi, Lanciaprima Federico, Sabbatini, si sono piazzate terze con 4’19”08, portando i punti decisivi per un sospirato ma gratificante secondo posto di raggruppamento, che equivale al 17° posto nella classifica nazionale. Lo scudetto femminile è stato vinto dall’Atletica Vicentina nella Finale A di Bergamo. Unica squadra abruzzese ad aver superato la fase regionale, l’Atletica Gran Sasso Teramo era inserita tra le 12 finaliste del raggruppamento interregionale Adriatico.

Trascinatrice della squadra teramana è stata Gaia Sabbatini, vincitrice di due gare: 400 e 800 metri. Nel giro di pista, in particolare, ha stabilito il suo primato personale con il tempo di 58”97, ritoccando il precedente limite di 59”24. La seconda classificata è stata Samira Amadel (Avis Maerata) 1’01”74. Stesso cliché sugli 800, dove la Sabbatini ha vinto con 2’13”23, non lontano dai suoi migliori standard cronometrici (il primato personale in carriera è di 2’12”09) nonostante la scarsa resistenza opposta dalle avversarie, la prima delle quali, Giulia Giorgi (Atletica CUS Perugia), ha chiuso in 2’17”72. Passaggio al primo giro da parte della Sabbatini in 1’06”7, che ha avuto quindi una distribuzione regolare.

L’altra vittoria individuale è stata conseguita da Valeria Latino nel salto triplo, che è tornata a frequentare dopo vari problemi fisici che l’avevano fatta allontanare dalla specialità dove ha vinto un titolo italiano Cadette nel 2014. La Latino ha piazzato il migliore salto al quinto turno, con 11,60 metri (vento + 0,4 m/s), primato personale stagionale non lontano da quello in carriera di 11,82 risalente al 2014.  La stessa atleta seconda nel lungo con 5,11 metri, preceduta al primo posto da Martina Ruggeri (Atletica Fabriano) con 5,13. Un altro significativo primato personale è arrivato dal lancio del martello, dove  Eugenia Di Francesco, con l’attrezzo di Kg 3, si è classificata terza con la misura di 46,63 metri, che migliora il precedente limite personale di 44,82. Primo posto di Elena Lica (Atletica Libertas Padova) con 52,22. Terzo posto, e primato personale, anche per Delia Sardo sui 5000 metri di marcia, completati in 29’46”65, migliorandosi di quasi un minuto (30’45”18 il precedente record personale).

Altri risultati individuali. Disco: 4^ Giovanna Di Benedetto 28,99. 100: 7^ Sara Iachini 13”67. 200: 8^ Alice Federico 28”06. 1500: 4^ Giorgia Lanciaprima 5’25”02. 3000: 5^ Francesca Mastrippolito 12’34”14. Peso: 7^ Giulia Palladini 8,84.        



Condividi con
Seguici su: