Atletica Avis Macerata al 40° anno

01 Aprile 2015

La tradizionale Festa dell’Atleta lancia l’anniversario della società biancorossa

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo comunicato dell’Atletica Avis Macerata. Il Comitato regionale FIDAL Marche è lieto di dare spazio a tutte le società che invieranno materiale utile per presentare la propria attività.

E’ stata un evento la 39ª Festa dell’Atleta che ha avuto luogo a Macerata sabato 28 marzo, presso l’Aula Sinodale della Domus S. Giuliano, con la sala gremita in ogni ordine di posti (circa 400 presenti) fra ragazzi, genitori, soci, appassionati ma anche tanti ex atleti che hanno portato testimonianza della loro esperienza sportiva nell’Atletica Avis Macerata, che quest’anno festeggia il 40° di fondazione. Dopo il saluto di Arnaldo Porro che ha ringraziato le autorità, gli atleti e le famiglie presenti, i tecnici e i collaboratori tutti, il presidente ha voluto poi fare un sintetico bilancio della stagione agonistica trascorsa e una breve illustrazione delle iniziative in programma nel 2015. La Festa è entrata poi nel vivo con l’assegnazione dei riconoscimenti per i risultati più significativi del 2014, per i tanti atleti biancorossi che hanno migliorato i record sociali nelle varie categorie, le squadre assolute maschi e femmine finaliste ad Acquaviva delle Fonti (BA) e la premiazione di tutti i protagonisti del settore giovanile.

Sono poi saliti sul palco il campione italiano juniores di lancio del giavellotto Emanuele Salvucci premiatoinsieme al suo allenatore Stefano Salvucci; l’atleta ha vestito la maglia azzurra nell’incontro internazionale Germania-Francia-Italia svoltosi a Halle dove è stata presente negli 800 metri Eleonora Vandi, premiata anche lei. E’ stata poi la volta del discobolo Giovanni Faloci, che ha partecipato ai Campionati Europei di Zurigo e Nicola Cesca, campione italianodei 110 ostacoli e maglia azzurra a Baku(Azerbaigian) nei Trials per le Olimpiadi Giovanili. Assegnata a Marta Palazzini la significativa stella d’oro per i 10 anni di attività agonistica. Nel corso del pomeriggio molti sono stati i momenti significativi della cerimonia: dalla presentazione del nuovo annuario, rinnovato nella sua veste tipografica, realizzato da Massimo Mozzoni da ormai ben 23 edizioni, alla proiezione del filmato sull’attività dell’anno 2014 preparato da Paola Antinori, Stefano Gattari e Paola Spina. Ancora una volta la regia della Festa, particolarmente coinvolgente, è stata di Antonella Gentili e Maurizio Iesari che hanno preparato, per ogni premiato, bellissime slide accompagnate da significativi testi per ricordare momenti di intensa attività e sottolineare importanti risultati sia invididuali che di squadra.


La premiazione di Luca Ciaffi e Nicola Cesca

Ha portato il saluto dell’Avis comunale di Macerata la presidente, prof.ssa Elisabetta Marcolini, e ha rappresentato i soci che hanno fondato l’Atletica Avis Macerata nel 1975 l’architetto Enzo Fusari, allora vicepresidente della società, mentre è intervenuta la dott.ssa Milena Mirabile, ex giavellottista, per ricordare il dott. Paolo Mirabile, storico presidente per i primi tre mandati. Il sindaco Romano Carancini ha avuto parole di grande apprezzamento per la mostra fotografica che con immagini, documenti e ricordi ha attraversato i 40 anni di vita della società e che è stata un grande richiamo per tanti campioni dell’albo d’onore che non hanno voluto mancare l’appuntamento. In primis Marco Tartari, primo titolo italiano dell’Avis nel 1982, sui 400 ostacoli, ma dopo di lui sono stati coinvolti nella Festa, premiando i più giovani, tanti altri avisini che hanno indossato la maglia tricolore: Cristina Corvatta, Chiara Bonifazi, Lara Damiani, Luca Ciaffi (premiato insieme a Cesca), Lorenzo Angelini, Giulia Micozzi, gli azzurri Fabio Romagnoli, Nadia Nicosanti. C’era anche un’importante presenza di atleti protagonisti negli anni Settanta come Fabrizio Sbrancia, Gianluca Sdrubolini, Marco Mozzoni, Pierpaolo Porro, Emanuele Di Castri, Cristiana Cervigni, Fabrizio Giorgi, Sergio Domizi, Serenella Tiberi, un gruppo di pionieri che hanno avuto il ruolo di apripista. Un momento di grande commozione c’è stato per il ricordo di Maurizio Bisconti, un giovane che ci ha lasciato e che risulta ancora primatista sociale del getto del peso. La famiglia è voluta intervenire per consegnare un premio intestato allo sfortunato atleta.

Ha espresso parole di apprezzamento anche l’assessore allo sport del Comune di Macerata Alferio Canesin e una targa ricordo è stata consegnata dal presidente del Comitato regionale della FIDAL Giuseppe Scorzoso, presente con i suoi vice Luciano Camilletti e Simone Rocchetti,e accompagnati dal delegato provinciale Sandro Antognini, ad Arnaldo Porro per i 40 anni di vita della società percorsi a grande velocità e con straordinarie imprese sportive. La serata è stata allietata da “Oregon Tape Crew”, un gruppo di street style fondato da Marco Piampiani, un bravo e fantasioso ostacolista avisino.


Arnaldo Porro riceve la targa per i 40 anni dell'Atletica Avis Macerata



Condividi con
Seguici su: