Asta, Scarpellini da Ancona a Doha




 

Al Banca Marche Palas di Ancona, l’astista Elena Scarpellini ha eguagliato il primato italiano indoor con la misura di 4,40. Il record però ha avuto vita brevissima: infatti circa un’ora dopo, ma a Udine, è arrivato il 4.50 di Anna Giordano Bruno, a completare un avvincente botta e risposta a distanza. Il precedente limite era appunto di 4.40, che la stessa Giordano Bruno realizzò due volte nel 2009 (il 14 febbraio a Udine e il 6 marzo a Torino). Per la Scarpellini comunque il risultato di Ancona è di notevole importanza, perché le vale il minimo richiesto per la partecipazione ai prossimi Mondiali indoor di Doha (Qatar, 12-14 marzo). Sono bastati tre salti alla Scarpellini per giungere alla misura record: 4.00, 4.20 e 4.40, tutti alla prima prova, compiendo poi tre errori alla quota di 4.50. La 23enne bergamasca dell’Aeronautica aveva eguagliato il limite italiano indoor già lo scorso anno, saltando 4.35 a Vienna il 3 febbraio 2009 (finora anche il suo primato personale al coperto), prima che venisse portato a 4.40 dalla Giordano Bruno. Invece all’aperto la Scarpellini ha come miglior risultato il 4.36 ottenuto a Jockgrim, in Germania, il 12 luglio 2008. Tre anni fa, firmò il suo primo record italiano indoor, con 4.31 a Genova il 25 febbraio 2007. Da quest’inverno è seguita dal kazako Gennady Potapovich, che allena anche Giuseppe Gibilisco, dopo essere cresciuta con i tecnici bergamaschi Pierangelo Maroni e Orlando Motta. "Il mio obiettivo – commenta la Scarpellini – era il 4.40 del minimo per i Mondiali, anche se non nascondo che in termini di misura mi aspetto di più da me stessa. Il cambio di vita e il trasferimento a Formia mi sono serviti soprattutto per trovare nuovi stimoli sotto la guida di Potapovich e Margesin, insieme ai quali sto lavorando molto per migliorare la rincorsa".

All’indomani del quinto compleanno per il Banca Marche Palas di Ancona e alla vigilia del Klass Meeting, il sabato pomeriggio ha quindi offerto un vivace spettacolo, grazie anche al primato personale per Marzia Caravelli sui 60 ostacoli: la friulana del Cus Cagliari corre 8.27 in finale, cinque centesimi più veloce del suo miglior tempo, realizzato due anni fa proprio ad Ancona, durante l’incontro internazionale Italia-Finlandia. Per lei oggi anche 8.36 in batteria, mentre la finanziera Veronica Borsi è seconda in finale con 8.47, terza Daniela Spadoni (Cus Urbino) in 8.92 (e 8.87 in batteria). La Caravelli si impone poi sui 200 metri con 24.77, tre centesimi di vantaggio sulla junior Giulia Latini (Studentesca Ca.Ri.Ri), e tra gli uomini miglior tempo per l’aviere Alessandro Berdini (21.54), che proviene dall'Avis Macerata, con gli juniores Lorenzo Angelini (Avis MC) al quarto tempo assoluto in 22.49 e Lorenzo Veroli (Atl. Montecassiano) ottavo in 23.12. Sui 60 ostacoli maschili, 8.00 del carabiniere marchigiano John Mark Nalocca per due soli centesimi su Giorgio Berdini (Aeronautica) e negli 800 è quarto Massimiliano Strappato (1:55.88), da quest'anno nella sezione giovanile dell'Esercito dopo aver militato nell'Atletica Amatori Osimo. Nel lungo femminile, 5.91 per Elisa Zanei (GS Valsugana Trentino) e 5.73 di Valeria Canella (Fiamme Azzurre). Infine, nel salto in alto, bel primato personale con 2.10 per Gianmarco Tamberi (Bruni Vomano), al debutto nella categoria juniores, e miglior prestazione italiana master sugli 800 MM40 di Stefano Avigo (Atletica Lonato-Lem Italia) in 1:57.93.

E domani tocca al Klass Meeting, dove chi realizzerà il miglior risultato tecnico sarà premiato con un soggiorno di due notti e per due persone in una splendida suite del Klass Hotel di Castelfidardo, nuovo ed elegante quattro stelle a pochi chilometri da Ancona. Da quest’anno il Klass è partner ufficiale dell’ospitalità per la FIDAL Marche e offre speciali tariffe, molto vantaggiose per gli atleti e per le società. Sul sito www.klasshotel.it si possono trovare tutte le informazioni utili.


RISULTATI
   (vincitori e migliori marchigiani)

Uomini. 200 (classifica in base ai tempi): 1. Alessandro Berdini (Aeronautica) 21.54; 4. Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata/junior) 22.49; 7. Simone Marè (Sport Atl. Fermo) 22.89; 8. Lorenzo Veroli (Atl. Montecassiano/junior) 23.12; 800: 1. Mor Seck (Senegal/Cus Pro Patria Milano) 1:50.77; 4. Massimiliano Strappato (Esercito Sport & Giovani/junior) 1:55.88; 60 hs: 1. John Mark Nalocca (Carabinieri) 8.00; 2. Giorgio Berdini (Aeronautica) 8.02; 60 hs juniores: 1. Luca Pancaldi (Atl. Libertas Tonon Vittorio Veneto) 8.52; 2. Michele Coppari (Atl. Osimo) 9.06; 60 hs allievi: 1. Marco Amadio (Atl. Ravenna) 8.49; 2. Leonardo Malatini (Atl. Osimo) 8.51; 3. Ludovico Quarticelli (Sef Stamura Ancona) 8.69 (batt. 8.67); alto: 1. Gianmarco Tamberi (Bruni Vomano/junior) 2.10; 3. Valentino Teodori (Sport Atl. Fermo) 1.95; triplo: 1. Michele Boni (Aeronautica) 16.02; 6. Marco Torcianti (Atl. Osimo) 14.33.
Donne. 200: 1. Marzia Caravelli (Cus Cagliari) 24.77; 4. Lara Corradini (Atl. Montecassiano) 25.50; 800: 1. Patrizia Spuri (Forestale) 2:13.69; 8. Lucia Paternesi Meloni (Atl. Elpidiense Avis Aido/allieva) 2:21.27; 60 hs: 1. Caravelli 8.27 (batt. 8.36); 3. Daniela Spadoni (Cus Urbino/junior) 8.92 (batt. 8.87); 60 hs allieve: 1. Anna Persiani (Tecno Adriatletica Marche) 9.57; asta: 1. Elena Scarpellini (Aeronautica) 4.40; 3. Nadia Caporaletti (Atl. Montecassiano) 3.50; lungo: 1. Elisa Zanei (GS Valsugana Trentino) 5.91; 3. Mita Delia (Atl. Avis Macerata) 5.59.

  

L'OFFERTA DEL KLASS HOTEL PER I TESSERATI FIDAL

 

RIEPILOGO PROSSIME DATE STAGIONE INDOOR – ANCONA 2010
7 febbraio: Klass Meeting
13-14 febbraio: Campionati Italiani allievi-juniores-promesse
19-20-21 febbraio: Campionati Italiani master

27-28 febbraio: Campionati Italiani Assoluti
6 marzo: Incontro Internazionale juniores Italia-Francia-Germania



TUTTO IL PROGRAMMA

REGOLAMENTO COMPLETO

LA SEZIONE DEDICATA AL BANCA MARCHE PALAS


Nelle immagini, l'astista Elena Scarpellini durante la gara al Banca Marche Palas di Ancona e, più in basso, l'esultanza di Alessandro Berdini (foto di Maurizio Iesari)
; a fondo pagina, il video realizzato da Mario Giannini





Condividi con
Seguici su: