Assegnati a Bondeno i titoli regionali di società di cross




 
C.d.S. Regionali di Cross 2013 sfortunati per quanto riguarda la visualizzazione dei risultati e delle cronache nel sito. Era già capitato a Scandiano per la prima prova ed è nuovamente successo anche a oggi che, per presumibili problemi dei server, questo sito e quello di fidal.it non sono stati accessibili per tutto il pomeriggio, fino a tarda serata della domenica. Ce ne scusiamo, non è dipeso dalla nostra volontà. In una situazione di emergenza (?) come quella di oggi, vi invitiamo a consultare la pagina facebook di Fidal Emilia Romagna che, pur non ufficiale, anche questa volta ha svolto funzione di contenitore dei risultati.

Si è disputata oggi a Bondeno la seconda e ultima prova del C.d.S. Assoluto di Cross, con organizzazione del Comitato Provinciale di Ferrara e la regia di Daniele Guandalini: il luogo di gara era presso il Parco Urbano della cittadina estense ed è stato disegnato un percorso spettacolare, interamente visibile in zona partenza dai numerosi spettatori presenti, che un po’ a sorpresa, considerati gli ultimi giorni senza precipitazioni, era caratterizzato da tantissimo fango che ha messo a dura prova tutti gli atleti in gara. Signori, questi sono i veri cross country !

Questa prova assegnava dunque i titoli societari regionali 2013 per le categorie assolute e ci sono state le conferme delle società che erano già al comando dopo la prima prova disputata a Scandiano il 13 gennaio, a parte la categoria juniores maschile in cui la Corradini Rubiera ha dovuto cedere la prima posizione alla Atl. Imola Sacmi Avis. Nelle altre categorie conferma della prima posizione quindi per Atl. Casone Noceto nel cross lungo uomini, Atl. Imola Sacmi Avis nel cross corto uomini e negli juniores, Fratellanza 1874 Modena negli allievi, Corradini Rubiera nel cross lungo e nel cross corto donne, Mollificio Modenese nelle allieve e nelle juniores. I titoli di “combinata”, ovvero il Trofeo Regionale di cross ha visto i successi di Atl. Imola negli uomini e Mollificio Modenese nelle donne. Confermano il titolo vinto nel 2012 Fratellanza negli allievi, Corradini Rubiera nel cross lungo femminile (4° titolo consecutivo) e nel cross corto femminile (5° titolo consecutivo), Mollificio Modenese nelle juniores (6° titolo consecutivo) e nelle allieve (9° titolo consecutivo).

Vediamo come sono andate le singole categorie, sia a livello individuale che con un maggiore dettaglio della classifica per società: nel cross lungo maschile, prima gara oggi in programma,

successo del marocchino, naturalizzato italiano, Slimani Kaddour (Atl. Casone Noceto), che ha preceduto il connazionale Mohamed Laqouahi (Reggio Event’s) e Fabio Mascheroni (Corradini Rubiera). Nei primi 10, alla fine sono in 7 di non italiani o di origine non italiana, anche se considerare tale il reggiano Vehid Gutic, 9° classificato, facciamo fatica, visto che disputa i cross regionali quantomeno dal 2002; oltre a Mascheroni nei primi 10, fra gli italiani, si piazzano anche Giovanni Auciello al 6° posto e Michele Cacaci al 10°, entrambi della Atl. Casone Noceto, che domina quindi la classifica. Nella classifica finale di società l’Atl. Casone Noceto precede nettamente Corradini Rubiera e Mds Panariagroup, che invertono la precedente posizione.

Nel cross lungo donne un altro successo di un’atleta non italiana: è ancora Hafida Izem (Reggio Event’s) a bissare il successo di Scandiano; questa volta precede le 2 atlete della Corradini Ivana Iozzia e Martina Facciani, mentre Veronica Paterlini (Cus Parma) che si piazzò al 2° posto a Scandiano, oggi è al 4° posto, mentre al 5° è Chiara Casolari (Mollificio Modenese), prima fra le atlete della categoria promesse. Nella classifica di società la Corradini Rubiera precede Reggio Event’s, che era già al 2° posto a Scandiano, mentre al 3° posto c’è il recupero del Mollificio Modenese nei confronti di Cus Parma e Edera Forlì.

Negli junior uomini, che hanno corso insieme alle donne del cross lungo, vittoria di Tommaso Merighi (Francesco Francia) che precede di pochi secondi Vadym Shtypula; più staccati il duo Corradini Damiano Guerrieri e Eros Baldini, con il primo dei 2, vincitore a Scandiano, già orientato ai Campionati Italiani Indoor Juniores in programma il prossimo fine settimana ad Ancona. Nella classifica di società la Corradini Rubiera, al comando a Scandiano, cede 2 posizioni, superata da Atl. Imola che vince il titolo regionale e dalla Francesco Francia.

Nelle allieve prevale ancora Imane Zouhir (Cus Bologna), ma questa volta Monica Venturelli (Rcm Casinalbo) le è quasi appaiata: entrambe sono al 1° nella categoria. Al 3° posto si piazza Elena Merighi (Mollificio Modenese), che precede Greta Dalla Libera (Cus Ferrara), in grande progresso rispetto a Scandiano dove si piazzò al 13° posto. Nella classifica di società confermano le prime 3 posizioni Mollificio Modenese, Libertas Rimini e Cus Parma.

Negli allievi oggi ha prevalso Alessandro Giacobazzi (Fratellanza 1874 Modena) nei confronti di Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) che l’aveva sempre preceduto nelle ultime gare, come a Scandiano prima prova C.d.S. o ai Campionati Italiani Individuali disputati domenica scorsa in provincia di Macerata, nei quali Bernardi si era piazzato al 3° posto e Giacobazzi all’8°. Il percorso “ mosso” di oggi è stato congeniale al pavullese che si è “liberato” dell’imolese circa a metà gara, riuscendo poi ad ampliare il margine di vantaggio; seguono 4 atleti della Fratellanza, che insieme a Giacobazzi potranno ottenere un grande piazzamento ai C.d.S. Nazionali di cross che si svolgeranno in provincia di Roma il 10 marzo, nell’ordine Omar Stefani, Andrea Uccellari, Pietro Bavutti, Lorenzo Lamazzi. Nella classifica di società ovvio successo della Fratellanza che, a fronte di un punteggio max ottenibile di 12 (1+2+3 punti per 2 volte) arriva a 18 e precede l’Atl. Imola, pure pronosticabile, con il rinforzo di Federico Mengozzi oggi assente, fra le candidate a un buon piazzamento ai C.d.S. Nazionali; in classifica finale, al 3° posto ma molto distanziata dalle prime 2, è la Francesco Francia.

Nel cross corto maschile bella vittoria di Gianluca Borghesi (Atl. Imola) che precede di pochi secondi Antonio Santi (Fratellanza); la volata finale consente il 3° posto a Mohamed Moro (Fratellanza) che precede Vincenzo D’Asaro (Atl. Imola). Nella classifica di società l’Atl. Imola aumenta il vantaggio sulla Fratellanza, che viene raggiunta in classifica al 2° posto a pari merito dalla Corradini Rubiera.

Nel cross corto donne Laura Ricci (Corradini Rubiera) ha dovuto lottare fino alla fine per avere ragione di una sorprendente Alice Vaccari (Mollificio Modenese), che ha ceduto solo nel tratto finale; al 3° posto si è piazzata Valentina Facciani (Corradini Rubiera) e al 4°, più staccata, Nadiya Chubak (Avis Castel San Pietro). Nella classifica di società nettissimo è il successo della Corradini Rubiera, mentre è minimo il vantaggio della Atl. Estense nei confronti del Mollificio Modenese per le altre posizioni da podio.

Nelle junior donne, in gara con le assolute del cross corto, prevale Chiara Covili (Mollificio Modenese), solo al 5° posto a Scandiano, davanti alla compagna di squadra Angela Castellani Tarabini, Grazia Marmiroli (Self Montanari Gruzza) e Claudia Sgarbanti (Atl. Estense). Come società, con solo 4 formazioni a punteggio, il Mollificio Modenese vince nettamente su Atl. Estense, Self Montanari Gruzza e Atl. Castenaso Celtic Druid.

Infine nelle classifiche del Trofeo Regionale di Cross, che includevano le 4 categorie maschili e femminili, successo di Atl. Imola davanti a Modena Atletica negli uomini e del Mollificio Modenese davanti alla Atl. Estense nelle donne.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: