Argento, vincono Esercito e Jager Vittorio Veneto




 
Per decretare il vincitore della serie Argento al maschile bisogna non solo andare a vedere il numero delle vittorie, ma anche quello dei secondi posti. La Jager Atletica di Vittorio Veneto ha totalizzato, dopo 20 gare coperte 152 punti, così come l’Athletic Club’96 di Bolzano. Entrambe hanno poi vinto due gare, ma il sodalizio di Vittorio Veneto ha totalizzato tre secondi posti ed il team bolzanino solo due. Incredibile ma vero. E’ stata scritta una pagina di storia dei societari che difficilmente potrà ripetersi in futuro. La terza piazza è andata all’Avis Macerata che nella prima giornata conduceva di un punto sulla Quercia. Il parimerito annunciato sabato sera era solo frutto di un errore di elaborazione dati. Nessun problema invece nel settore femminile dove Esercito e Quercia Rovereto hanno conquistato la serie Oro per il prossimo anno. 205 i punti totalizzati dalle “soldatine” 160 quelli delle canarine roveretane. Terzo distanziato di dieci punti Il Gs Valsugana Trentino, società che ha organizzato la manifestazione. Non c’è stato il duello, attesissimo, fra Elisa Cusma Piccione (Esercito) ed Eleonora Berlanda che difendeva i colori della Quercia di Rovereto. La modenese infatti nella nottata ha sofferto di disturbi intestinali ed è stata così sostituita sul doppio gironi pista da un’altra trentina Federica Dal Rì. Vita facile dunque per la Berlanda che ha corso da sola in 2’06”45. In questa gara è giunta seconda la giovane toscana Giulia Gerlotti. La Cusma ha invece partecipato alla staffetta del miglio con le compagne Oliva, Ellecosta ed Endrizzi. Da segnalare la doppietta della siciliana Tiziana Grasso (Europa Capaci) che dopo aver vinto i 400 piani sabato ieri ha fatto suoi un po’ a sorpresa i 200 davanti alla Capano (Fanfulla Lodigiana) ed alla Giovanetti (Quercia), in debito di energie dopo una stagione intensissima. Sempre nei 200 buona la prova dell’ostacolista Emanuele Abate (Cus Ge) che ha corso 21”73 giungendo dietro Pereira Kurange (Virus Lucca). Tania Vicenzino (Esercito) nel lungo non è andata oltre i sei metri pur portando i 12 punti della vittoria alla sua società. Ha giocato col fuoco l’astista Sara Bruzzese (Esercito) che è entrata ed ha chiuso la gara con un solo salto a 3 metri e 60stessa misura superata, al secondo tentativo dalla junior empolese Amalia Cinini. E’ da analizzare in prospettiva cross autunnali il buon 1’07”01 di Michela Zanatta (Esercito) che si è arresa alla sola Jepchumba (Quercia) ma che ha sprintato con Silvia Sommaggio (Asi Veneto) per la seconda piazza sul podio. Buono anche il 47,70 di Valentina Aniballi (Esercito) nel disco, così come il 52”39 di Stefano Savi (Avis Macerata) nei 400h. Luca Endrizzi Nella foto, Martina Giovanetti (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL) File allegati:
- TUTTI I RISULTATI



Condividi con
Seguici su: