Arese applaude la Di Martino: "Bravissima"




 

Il Presidente federale Franco Arese è soddisfatto della due giorni di Campionato Europeo per Nazioni: "Ho visto una bella nazionale - dice il numero uno FIDAL -, le gare di Leiria hanno meso in primo piano tanti azzurri, e questo mi rincuora per il prosieguo della stagione. In particolare, oggi sono molto  felice per i due metri di Antonietta Di Martino: è una grandissima atleta, una delle nostre punte assolute, un punto di riferimento per tanti giovani, e credo che questo risultato le restituisca la fiducia necessaria per ottenre nuovi e importanti traguardi. E' stata davvero bravissima". Arese guarda anche ai progressi del mezzofondo: "In molti si sono comportati bene, non voglio fare classifiche di merito. Un elogio va a tutti per come hanno affrontato l'impegno. Le tre vittorie di ieri, con Libania Grenot, Nicola Vizzoni e la 4x100, meritano ovviamente la sottolineatura, insieme ai tanti buoni risultati di oggi, anche ad alcuni che non sono coincisi con piazzamenti da podio". A margine, le due classifiche ufficiose maschili e femminili, con comportamento diametralmente opposto da parte di uomini e donne in azzurro. In alto le ragazze, terze alle spalle di Russia e Germania, con le tedesche finite soli 4 punti (163 per la Germania, contro 159 punti tricolore). Fa da contraltare l'andatura zoppicante dei maschi, vittime di troppe controprestazioni (ma anche di assenze pesantissime) e precipitati all'ottavo posto (119 punti). In testa alle classifiche, oltre alla già citata Russia in campo femminile, gli uomini della Gran Bretagna. Apprezzamento anche da parte del DT Francesco Uguagliati: "Ci sono state molte cose positive, e per il momento mi limito a queste. Di Martino a parte, il cui risultato, in una gara di livello mondiale, è sotto gli occhi di tutti, mi piace porre l'accento sulle prestazioni dei mezzofondisti, da Weissteiner a Meucci, alla Cusma. Bene anche le staffette, soprattutto le donne, ma in prospettiva ho visto benissimo anche i giovani maschi; nei lanci benissimo Chiara Rosa, e bene anche il discobolo Faloci e la martellista Claretti. La Rosa per me però vale ancora di più: ha nelle braccia un risultato straordinario".

m.s.



Condividi con
Seguici su: