Ancona: partenza record per i master

22 Febbraio 2019

Un primato mondiale e cinque migliori prestazioni italiane alla rassegna tricolore indoor “over 35”, nella giornata di apertura


 

di Luca Cassai

Un avvio subito da primato ai Campionati italiani master indoor di Ancona, con grandi cifre di partecipazione anche quest’anno: 1382 iscritti e 3013 atleti-gara, in rappresentanza di 334 società. Il protagonista della giornata inaugurale è Antonio Nacca, che firma il record mondiale della categoria M95 sui 3000 metri in 22:52.15. L’intramontabile portacolori dell’Amatori Masters Novara, classe 1923, supera nettamente il limite stabilito nella passata stagione dallo statunitense Roy Englert (26:01.24 a Landover, il 16 marzo 2018). Applausi dalla tribuna per una nuova impresa del mezzofondista che nel giorno del compleanno, lo scorso 13 dicembre, aveva già realizzato il primato del mondo all’aperto sulla stessa distanza con 22:46.4 a Novara.

Ha iniziato con le competizioni master a 56 anni, dopo l’attività giovanile, mentre si è stabilito dal 1951 nella città piemontese dove ha lavorato come ispettore di polizia, anche se è originario di Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta. Nella rassegna tricolore di cinque anni fa aveva messo a segno una tripletta di record M90 e anche stavolta è atteso in altre due gare, domani sui 1500 e domenica negli 800 metri. Ad accompagnarlo oggi in pista il compagno di club Luigi Carnevale, per correre insieme fino all’allungo nel rettilineo d’arrivo e al sorriso che illumina il suo volto dopo il traguardo: “Se corro sto bene, non posso farne a meno. Mi alleno ancora sulla pista di casa, tre o quattro volte a settimana per almeno una dozzina di giri, ovvero cinque chilometri di corsa”. Al suo ritmo, ma sempre con uno stile ben impostato.

In tutto si contano già cinque migliori prestazioni italiane, oltre a quella mondiale. Con uno sprint all’ultimo giro l’abruzzese Domenico Caporale (Daunia Running) si prende la vittoria e il primato SM55 dei 3000 metri in 9:35.74 per toglierlo a Mauro Pregnolato, che aveva corso in 9:36.04 alla fine di gennaio sulla pista di Padova e oggi finisce alle sue spalle. Nelle prove multiple l’inossidabile Hubert Indra (Südtirol Team Club) con 4193 nel pentathlon SM60 sfiora di appena sei punti il record stabilito nella scorsa edizione, ma riesce a centrare due primati nelle singole gare: 60 ostacoli in 9.47 e salto in alto con 1,63. Sempre nel pentathlon Antonio D’Errico (Arca Atl. Aversa Agro Aversano) firma il nuovo limite nazionale dei 60 ostacoli SM55 in 9.12, invece Maria Luisa Finazzi (Atl. Sandro Calvesi/SF75) spedisce il peso a 9,40.

Nelle altre gare ancora un successo di Lamberto Boranga (Olimpia Amatori Rimini), l’ex portiere di serie A che si aggiudica il peso SM75 con 9,78. Sui 3000 SF45 è la campionessa mondiale Simona Prunea (Gs Orecchiella Garfagnana) a trovare lo spunto risolutivo in 10:57.27 nei confronti di Cinzia Zugnoni (Gs Csi Morbegno, 10:59.31). Tra le SF40 titolo con 10:34.02 per la veneta Sonia Lopes (Boscaini Runners), più volte in gara ai Mondiali per Capo Verde ma adesso italiana, festeggiata al traguardo dalla piccola figlia che entra in pista al termine degli arrivi per abbracciarla. Domani la seconda giornata, dalle 8.30 del mattino fino a tarda serata, per una non stop di gare tricolori. Si assegnano i titoli nella marcia sui 3000 metri e poi nei 1500 di corsa, invece il pomeriggio sarà tutto all’insegna della velocità: 60 ostacoli, 60 piani, 400 metri. Nei concorsi, tutte le pedane impegnate al Palaindoor: lungo, peso, alto e asta. Chiusura domenica dalle 8.30 fino alle ore 16.00 circa.

DIRETTA STREAMING - Le gare dei Campionati italiani master indoor di Ancona 2019 sono proposte in diretta video streaming su atletica.tv.
 
RECORD MONDIALE (prima giornata)
3000 M95: Antonio Nacca (Amatori Masters Novara) 22:52.15
 
MIGLIORI PRESTAZIONI ITALIANE (prima giornata)
3000 SM55: Domenico Caporale (Daunia Running) 9:35.74
60hs SM55: Antonio D’Errico (Arca Atl. Aversa Agro Aversano) 9.12
60hs SM60: Hubert Indra (Südtirol Team Club) 9.47
Alto SM60: Hubert Indra (Südtirol Team Club) 1,63
Peso SF75: Maria Luisa Finazzi (Atl. Sandro Calvesi) 9,40

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: