Ancona: i Paralimpici fanno 13

13 Marzo 2018

Per il tredicesimo anno consecutivo il capoluogo marchigiano ospita la rassegna Fispes e Fisdir, sabato 17 e domenica 18 marzo: indoor e lanci per più di 200 atleti


 

I Campionati Italiani Paralimpici di atletica “fanno 13” nel capoluogo marchigiano. Nel weekend di sabato 17 e domenica 18 marzo Ancona ospiterà una tra le più prestigiose competizioni nazionali dello sport per atleti disabili. In calendario un fine settimana all’insegna dei Campionati Italiani Paralimpici di atletica indoor Fisdir (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) e Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) al Palaindoor e i Campionati Invernali di Lanci Fispes, validi anche come prima tappa della Coppa Italia, nell’impianto sportivo comunale Italico Conti, messo a disposizione anche quest’anno dall’Amministrazione Comunale di Ancona. Attesi ben 102 atleti per le gare Fisdir e 101 per le gare Fispes, con al seguito gli staff tecnici e le famiglie.

A portare ad Ancona tutti i migliori atleti paralimpici del panorama italiano sarà  una “tripla” kermesse organizzata per il sesto anno consecutivo dall’Associazione Sportiva e Culturale Anthropos di Civitanova Marche, grazie all’impegno del presidente Nelio Piermattei, all’intesa radicata con Fidal Marche, Protezione Civile e Anpas, con il supporto delle Federazioni, del Cip Regionale e dei volontari, con il patrocinio dell’amministrazione comunale dorica, della Regione e della Provincia di Ancona. L’Anthropos, associazione d’élite nazionale e internazionale per l’atletica paralimpica (nelle sue fila militano la campionessa paralimpica Assunta Legnante, il pluricampione del mondo e campione europeo Ruud Koutiki, la campionessa mondiale giovanile Bianca Marini, il fresco campione del mondo Inas, Ndiaga Dieng, e altri atleti di interesse nazionale), con oltre 200 atleti tesserati, si presenterà ai blocchi di partenza con un nutrito gruppo.

La manifestazione si aprirà sabato 17 marzo alle 14.45 con una cerimonia inaugurale in grande stile, arricchita dallo spettacolo degli sbandieratori dell’Araba Fenice di Corinaldo, con la presenza e il saluto di numerose autorità del mondo sportivo e politico e anche dell’Arcivescovo di Ancona e Osimo, Monsignor Angelo Spina. Le gare indoor e outdoor andranno avanti fino a sera per poi riprendere domenica 18 marzo e concludersi con le staffette in tarda mattinata. Gli strumenti informatici a disposizione saranno quelli già usati nei principali campionati di atletica leggera. Tutti i visitatori potranno accedere gratuitamente agli impianti di gara.

La Sala Giunta del Comune di Ancona oggi ha accolto ospiti illustri per la conferenza inaugurale dell’evento. Numerose le testimonianze di autorità istituzionali e rappresentanti sportivi d’eccellenza. A portare i saluti del sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e a fare gli onori di casa ci ha pensato l’assessore allo sport Andrea Guidotti, fiero di sottolineare l’importanza di una manifestazione radicata nel calendario dorico. “Invito la cittadinanza a partecipare a un evento molto sentito - l’appello dell’assessore -  Parliamo di una realtà che ha molto da insegnare. Ringrazio un uomo di sport che incarna i veri valori di chi fa sport, il presidente dell’Anthropos Nelio Piermattei”.

Il massimo rappresentante dell’Anthropos era presente anche in veste di vicepresidente Federale Fisdir: “Si tratta dell’unico evento nazionale che vedrà presenti tutte le tipologie di disabilità. Ormai siamo punto di riferimento per lo sport paralimpico marchigiano e annualmente organizziamo eventi nazionali e non solo, cosa che comporta notevole impegno da parte mia e di tutta la struttura. Ad Ancona saremo presenti in oltre 40 tra dirigenti, staff e volontari. Da sei anni firmiamo questa kermesse di successo ad Ancona, dove abbiamo anche organizzato in epoca recente i Mondiali Inas indoor. Ringrazio il Comune di Ancona, la Regione, la Fidal Marche e tutti gli altri enti che ci supportano. Come Fisdir abbiamo 102 iscritti con nomi di fama quali Nicole Orlando, Ruud Koutiki, Ndiaga Dieng”.

Sandro Abelardi, dirigente della Regione con delega allo sport, ha ribadito l’interesse della Regione: “Con la nostra presenza - ha spiegato - vogliamo testimoniare l’apprezzamento per un progetto di alto livello che, oltretutto, valorizza il territorio e ha una ricaduta turistica”.

Tarcisio Pacetti, referente del Mondo Scuola per il Cip Marche (Comitato Italiano Paralimpico): “In lizza grandi atleti dalla passione vera - l’incipit -. Avremo alla cerimonia di apertura Monsignor Angelo Spina, Arcivescovo della diocesi di Ancona e Osimo”. Il rappresentante del Cip, oltre a ricordare che “il mondo paralimpico non ha bisogno di compassione, ma di attenzione e ammirazione”, ha poi lanciato un invito alle massime autorità marchigiane. “Chi verrà sarà più ricco”, la sua chiosa.

Domenico Ubaldi, delegato provinciale del Coni (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) ha confermato che “Coni e Cip continuano a lavorare in sinergia per divulgare la cultura sportiva nonostante il nuovo profilo autonomo del Comitato Italiano Paralimpico”.

Sabina Schiavoni, nuovo Delegato Regionale FISPES ha parlato con entusiasmo alla vigilia della sua prima uscita ufficiale: “Ecco un evento importante che ci porterà gradualmente verso gli altri impegni del 2018 - le sue parole -. Gli atleti Fispes, tra outdoor e indoor, saranno 101 con anche atleti di livello internazionale quali Martina Caironi, Oney Tapia, Monica Contrafatto e tanti altri”.

Giuseppe Scorzoso, presidente della Fidal Marche (Federazione Italiana di Atletica Leggera): “Questi campionati sono nati con il Palaindoor - ha affermato - e siamo riusciti a tenerli stretti qui ad Ancona. Mi auguro che i genitori dei ragazzi con disabilità, ma estranei al mondo paralimpico, siano presenti nel weekend per scoprire una realtà che potrebbe offrire molto ai loro figli”.

(da comunicato Anthropos Civitanova Marche - Michele Campagnoli)


Le autorità e gli ospiti intervenuti alla presentazione


Condividi con
Seguici su: