Ancona, Magnani record sui 1000 indoor

26 Gennaio 2014

Al Banca Marche Palas, la mezzofondista azzurra riscrive il primato italiano assoluto con 2:39.94

 

Un record italiano assoluto nel meeting di domenica 26 gennaio al Banca Marche Palas di Ancona. Sui 1000 metri indoor, Margherita Magnani (Fiamme Gialle) realizza il tempo di 2:39.94, abbassando di oltre due secondi il precedente limite nazionale (2:42.18) che apparteneva ad Elisa Cusma, ottenuto il 7 febbraio 2013 a Eaubonne in Francia. Questi i passaggi dell’azzurra rilevati sull’anello dell’impianto marchigiano: 31.2/200m - 1.02.9/400m - 1:36.4/600m - 2:08.6/800m. Per la campionessa tricolore assoluta dei 1500 indoor, si tratta del miglior crono realizzato in carriera sul chilometro in pista: fino ad ora infatti la Magnani aveva al suo attivo un 2:49.57 in sala (2009) e un 2:46.14 all’aperto (2012). La 26enne cesenate, laureata a pieni voti in Giurisprudenza e allenata del tecnico Vittorio Di Saverio, tornerà in gara la prossima settimana sui 1500 nei meeting tedeschi di Düsseldorf (30 gennaio) e Karlsruhe (1° febbraio), prima di due uscite sui 3000 metri a Stoccolma (6 febbraio) e New York (15 febbraio).

Sui 400 metri al palas anconetano, nuovo successo per Marzia Caravelli (Aeronautica) in 54.04 ad appena sei centesimi dal primato personale stabilito due settimane fa. La sfida nel lungo maschile va invece a Emanuele Catania (Fiamme Gialle) che piazza 7,79 al primo salto, meglio del 7,69 di Stefano Tremigliozzi (Aeronautica) al terzo turno.

Nei 60 femminili vince la promessa toscana Irene Siragusa (Atl. 2005) in 7.53, abbassando il 7.55 della batteria, e supera l’osimana Valentina Natalucci (Tam), seconda con il record personale di 7.62 (in qualificazione 7.63), a due centesimi dal record regionale. Al maschile, vittoria sui 60 e primato marchigiano assoluto per Mario Brigida (Sport Atl. Fermo) con 6.83, dopo aver corso 6.84 in batteria: migliorato quindi il 6.87 stabilito due anni fa da Julius Kyambadde. In finale è secondo l’under 23 Lorenzo Bilotti (Atl. Imola Sacmi Avis) in 6.86, terzo lo junior Luca Antonio Cassano (Atl. Firenze Marathon) con 6.88 che precede Francesco Basciani (Fiamme Gialle), quarto in 6.89. Nelle batterie, Mario Longo (Atl. Marano) centra subito la nuova miglior prestazione italiana della categoria SM50 con 7.26 e toglie più di due decimi al precedente limite (7.47 di Marco Morigi ad Ancona nel 2010). Affermazione marchigiana anche sui 400 con la promessa Lorenzo Veroli (Enterprise Sport & Service) che firma il miglior risultato in carriera al coperto: 48.65. Triplo alla pugliese Francesca Lanciano (Cus Pisa Atl. Cascina) con 12,66, seconda Silvia Del Moro (Tam) che salta 12,00. Sui 1000 metri in evidenza l’allievo Luca Beggiato (Fiamme Gialle Simoni), primo in 2:31.18 davanti allo junior Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli), 2:35.40. Miglior prestazione italiana master anche sui 1500 metri SF40 con Paola Tiselli (Tirreno Atl.

Civitavecchia) in 4:42.95. Nella pedana dell’alto 1,58 per le allieve Serena Lancellotti (Athletic Team Barletta), prima in virtù del minor numero di errori, e Francesca Pietroni (Atl. Avis Macerata).

Autentica invasione di giovani atleti al Banca Marche Palas di Ancona nella mattina di domenica con 844 atleti-gara nel meeting dedicato a ragazzi (under 14) e cadetti (under 16), che porta quindi il totale del fine settimana oltre la quota di 1600 atleti-gara. Protagonista della riunione è la cadetta Zaynab Dosso (Calcestruzzi Corradini Excelsior), ivoriana di Rubiera che sfreccia in 7.62 nei 60 metri, migliorando di due centesimi il record personale ottenuto lo scorso 14 dicembre a Modena. La campionessa tricolore degli 80 metri vince nettamente nell’impianto dorico anche sui 200 metri in 25.39, seguita con 25.98 da Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro), al primo anno di categoria. Vittoria di Alex Paolucci (Sport Atl. Fermo) nel peso con 14,92, di Riccardo Flamini (Sport Atl. Fermo) sui 200 in 24.64, e di Ludmylla Tavares (Atl. Fabriano) nell’alto con il personale di 1,57. Alla manifestazione giovanile hanno partecipato società provenienti da Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Toscana, Umbria e San Marino, oltre alle Marche.


La finale dei 60 metri vinta da Mario Brigida
(tutte le foto sono di Maurizio Iesari)

File allegati:
- RISULTATI (pomeriggio)
- RISULTATI (mattina)


Condividi con
Seguici su: