Ancona: Arese viaggia forte, Trost 1,92

20 Febbraio 2021

Nel pomeriggio degli Assoluti il mezzofondista cresce nei 1500 (3:40:54), la saltatrice manca di poco 1,96. Di Lazzaro rientro vincente nei 60hs, a segno Koua tra gli uomini col primato U20 di Simonelli

 

Nel pomeriggio del fenomenale 6,91 di Larissa Iapichino nel lungo, gli Assoluti indoor di Ancona offrono altri risultati di valore. Nei 1500 al maschile si migliora sensibilmente Pietro Arese (Fiamme Gialle) che con 3:40.54 ottiene lo standard d’iscrizione per gli Europei indoor di Torun (4-7 marzo). Titolo italiano nel salto in alto per Alessia Trost (Fiamme Gialle): la friulana vince con 1,92 e poi sbaglia per tre volte l’1,96 che garantirebbe i Giochi di Tokyo, con un secondo tentativo mancato di pochissimo. Negli ostacoli, rientro vincente per Elisa Di Lazzaro (Carabinieri): primato personale con 8.16. Al maschile, sempre nei 60hs, titolo per Franck Brice Koua (Cus Pro Patria Milano) che si porta a 7.78, superando Hassane Fofana (Fiamme Oro, 7.80), ma prosegue anche il progresso dello junior Lorenzo Simonelli (Esercito) alla migliore prestazione italiana under 20 con gli ostacoli assoluti (7.82). Nelle batterie dei 400 metri (finali domani) migliori tempi per Vladimir Aceti (Fiamme Gialle, 47.24) e Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) con lo stagionale di 53.36.

ISCRITTI e RISULTATI  - LE FOTO (di Francesca Grana/FIDAL) - LA NOTA DEL COMITATO FIDAL MARCHE

1500 PER DUE ’99 - Non si limita a rosicchiare quei pochi centesimi che mancavano per assicurarsi gli Euroindoor di Torun. No, Pietro Arese fa molto di più, si esalta nei 1500 metri degli Assoluti ed è campione italiano per la prima volta tra i “grandi” dopo una sfilza di successi giovanili. Il 21enne piemontese indovina la volata vincente e con il crono di 3:40:54 chiude a meno di un secondo (99 centesimi) dalla migliore prestazione italiana under 23 che Stefano Mei, attuale presidente FIDAL, siglò nel 1985. A tre giri dal termine si sfila Yassin Bouih (Fiamme Gialle) che fino a quel punto aveva tenuto alto il ritmo, ed è lì che si innesca la lotta tra i pretendenti al titolo. Joao Bussotti (Esercito) prende la leadership sulla campana dell’ultimo giro ma nulla può al cospetto del finale arrembante di Arese che si migliora di un secondo e mezzo (aveva corso in 3:42.04 due settimane fa a Dortmund) e scende nettamente sotto i 3:42.00 dell’eurominimo. Sulla sua scia Bussotti migliora il personale indoor fino a 3:41.04 ed è terzo David Nikolli (Caivano Runners) che si porta a 3:42.16. Nei 1500 al femminile è un’altra atleta del ’99 ad aggiudicarsi il titolo. Si ripete Gaia Sabbatini (Fiamme Azzurre): l’abruzzese campionessa in carica cambia passo a un giro dal termine e fa il vuoto, in solitaria al traguardo in 4:13.70, avvicinando il tempo finale della scorsa edizione. Fino a quattrocento metri dalla conclusione aveva condotto le danze Federica Del Buono (Carabinieri) al rientro in un campionato italiano indoor dopo sei anni, seconda con 4:16.32, davanti a Micol Majori (Pro Sesto Atl.) capace di sgretolare il personale al coperto di oltre sette secondi (4:17.55).

SALTI - Il secondo tentativo all’1,96 dello standard olimpico era praticamente fatto. Alessia Trost (Fiamme Gialle) si riprende il titolo indoor dell’alto con 1,92, misura superata alla prima prova, come pure l’1,80 iniziale e il successivo 1,87. Poi alla quota che aprirebbe direttamente le porte per le Olimpiadi è convincente ma l’asticella purtroppo cade. Cresce Rebecca Mihalescul (Atl. Brescia Metallurgica San Marco) per il secondo posto con 1,84 e sono terze con 1,80 Marta Morara (Atl. Lugo) e Teresa Maria Rossi (Cus Pro Patria Milano). Max Mandusic (Fiamme Gialle) si assicura un altro titolo italiano nell’asta, con 5,52, a tre centimetri dal recente personale, poi assalta 5,61 senza successo. Si supera Matteo Miani (Assindustria Sport) per il secondo posto con 5,32 e la terza piazza è per Eugenio Ceban (Atl. Libertas Orvieto, 5,17). Il lungo è territorio di conquista per Antonino Trio (Athletic Club 96 Alperia), di nuovo vicino agli otto metri, con 7,94, prestazione che gli consente di battere Reda Chahboun (Lib. Unicusano Livorno, 7,62) e Andrea Pianti (Cus Palermo, 7,54).

60HS - Non tradisce al rientro Elisa Di Lazzaro (Carabinieri): è lei la campionessa italiana dei 60hs, con il primato personale di 8.16 in finale. Nella prima gara dell’anno, la triestina che si allena a Formia toglie sei centesimi al personale e stacca Angelika Wegierska (Atl. Firenze Marathon, 8.33) e Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano, 8.38). Anche tra gli uomini è notevole passo in avanti per Franck Brice Koua (Cus Pro Patria Milano), ostacolista del 2001: con 7.78 conquista il titolo assoluto, ai danni del più esperto Hassane Fofana (Fiamme Oro, 7.80). Sul podio si affaccia anche lo junior Lorenzo Simonelli (Esercito), terzo, e autore della migliore prestazione italiana under 20 con gli ostacoli assoluti (106 cm): con 7.82 manda in archivio il primato di Laurent Ottoz (7.84) che resisteva dal 1989.

MARCIA - Valentina Trapletti (Esercito) e Federico Tontodonati (Aeronautica). Ecco i campioni italiani della marcia indoor. Al femminile, nei 3000, la lombarda si impone in 12:43.04, prevalendo su Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 13:32.85) e Sara Vitiello (Self Atl. Montanari Gruzza, 14:01.07). Tra gli uomini, sulla distanza dei 5000, il piemontese si esprime in 19:33.71, su Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Alperia, 19:41.18) e e Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle, 19:44.49). 

BATTERIE 400 - Domani le finali dei 400 metri: nel primo round al maschile Vladimir Aceti (Fiamme Gialle) firma il miglior tempo con 47.24. Vincono le altre batterie Brayan Lopez (Athletic Club 96 Alperia, 47.44) e Edoardo Scotti (Carabinieri, 48.72). Al femminile, Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) ritocca lo stagionale fino a 53.36 e c’è la Q maiuscola anche per Rebecca Borga (Fiamme Gialle) con 53.45 e per Alice Mangione (Esercito) con 53.55.

DIRETTA TV SU RAISPORT, STREAMING ATLETICA TV - I Campionati Italiani Assoluti indoor di Ancona di sabato 20 e domenica 21 febbraio saranno trasmessi in diretta tv su RaiSport+HD in questi orari: sabato dalle 15.20 alle 17.30, domenica dalle 15 alle 17.50. Negli orari non coperti dalla diretta Rai, le gare si potranno seguire in streaming su www.atletica.tv: sabato mattina dalle 9.30, domenica dalle 10.

ORARIO AGGIORNATO - Nella pagina dell’evento è online il programma orario aggiornato e il dispositivo organizzativo con tutte le informazioni utili per l’accesso al Palaindoor di Ancona, da leggere con particolare attenzione. Notizie e risultati saranno in tempo reale su fidal.it, il racconto delle gare è anche sui social e si può contribuire con l’hashtag #indoor2021.

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: