Altri risultati da Rio de Janeiro, Pergine e Trento




 

Oltre all’EYOF in Turchia, vediamo altri risultati di atleti emiliano romagnoli. Ai Campionati Mondiali Militari che si sono disputati a Rio de Janeiro dal 17 al 23 luglio erano in gara alcuni atleti dei Carabinieri: Nicola Ciotti si è piazzato al 5° posto nel salto in alto con 2,20, misura uguale a quella del 3° classificato; 5° posto anche per Giorgio Piantella nel salto con l’asta con 5,20, suo miglior risultato stagionale outdoor (nella stagione indoor aveva saltato 5,55) e per Micol Cattaneo nei 100 hs con 13.32 (+0,3), suo 2° tempo stagionale dopo 13.28 ottenuto il 25 giugno a Torino. 6° posto invece per Hannes Kirchler nel disco con 57,46. Ha gareggiato a Rio de Janeiro anche la cesenate Margherita Magnani (Fiamme Gialle) che si è piazzata al 5° posto nei 1500 metri con 4.19.93.

In campo nazionale si sono svolti 2 meeting in provincia di Trento ai quali hanno partecipato in massa atleti della nostra regione, molti dei quali hanno ottenuto i loro primati personali o stagionali.

Il 23 luglio al meeting di Pergine Valsugana Judi Udochi Ekeh (Reggio Event’s) e Alessandra Feudatari (Atl. Interflumina E’ Più Pomì) si sono qualificate per la finale dei 100 metri con il 5° e 6° tempo in batteria, rispettivamente 12.01 (-1,3) e 12.04 (-1,5), primato personale; in finale la Ekeh si è piazzata al 2° posto con 11.88 e la Feudatari  al 5° con 12.07 (vento nullo). Nei 400 metri la junior Ambra Gatti (Cus Parma) ha corso in 57.28 in seconda serie, mentre nella terza Valentina Castellari (Reggio Event’s) con 57.74 ha realizzato la sua migliore prestazione di quest’anno. Negli 800 metri (serie a invito) Maria Vittoria Fontanesi (Cus Parma) si è piazzata al 4° posto con 2.06.51, a 37/100 dal primato personale. Nei 100 hs 3° posto per Alessandra Feudatari con 13.76 (+0,7), primato personale e 6° tempo all time in regione dopo Micol Cattaneo 12.98 (2008), Alessandra Arienti 13.52 (2010), Giuliana Spada 13.60 (1996), Claudia Legali 13.67 (1991) e Erica Barani 13.72 (1995). Nel lungo 8° posto per Elena Zaniboni (Atl. Lugo) con 5,71 (+1,2). Nelle gare maschili nei 100 metri grande tempo per l’allievo Eseosa Desalu (Atl. Interflumina) con 10.78 (0,0), 4° nella finale B, dopo avere corso in 10.84 (-1,1) in batteria; si tratta del primato personale che migliora il 10.80 di Modena 6 maggio e della migliore prestazione 2011 di un allievo in campo nazionale (al 2° posto ci sono altri 2 atleti della nostra regione, Lorenzo Bilotti e Giovanni Cellario con 10.84). Nella finale A dei 100 metri di Pergine 4° posto per il primatista regionale Emilia Romagna, il carabiniere Rosario La Mastra con 10.59 (0,0), mentre nella finale B Desalu era stato preceduto di una posizione da Mario Brigida (Olimpus San Marino) con 10.73. Nei 400 metri primato personale per Angelo Cervellera (Atl. Imola sacmi Avis) con 51.49, che migliora il 51.72 di inizio giugno, mentre nelle 2 serie a invito si schierano i carabinieri Luca Galletti e Marco Salvucci: il primo si piazza al 3° posto in prima serie con 46.66, il secondo con 48.53 in seconda serie realizza il primato regionale over 35. Negli 800 metri, in una affollatissima prima serie, Yuri Maenza (Francesco Francia) e Abebe Gasparini (Fratellanza 1874 Modena) lottano con i migliori: per il bolognese 1.53.55, dopo il recente primato personale di 1.51.17, per il modenese l’1.53.79 è invece il suo miglior tempo stagionale. In seconda serie Riccardo Zoffoli (Romagna Running) con 1.56.65 precede di 8/100 l’allievo Ayoub Akil (Fratellanza), piazzandosi rispettivamente al 4° e 5° posto. Nei 5000 metri con 5 keniani e 1 etiope con tempi sotto i 13’40” (il vincitore a 13.27.10), il carabiniere Stefano La Rosa è 8° con 13.49.91. Nei 110 hs 14.92 (+0,4) per Luca Casadei (Atl. Imola). Nel peso 5° posto e 1° fra gli italiani per Paolo Dal Soglio con 18,54, a 4 cm dal suo miglior risultato stagionale. Infine nei 10 km di marcia l’olimpionico di Pechino 2008 Alex Schwazwer (Carabinieri) mette a segno un buon testo in vista di una probabile gara di 20 km ai Mondiali di Daegu e vince con 38.50.28, 3° tempo all time in regione dopo 38.40.18 di Giovanni De Benedictis e 38.48.01 del suo allenatore Michele Didoni, prestazioni entrambe realizzate nel 1995

Ma è ieri 26 luglio a Trento che sono state realizzate altre prestazioni molto interessanti, sia pure limitate al mezzofondo, in quanto la manifestazione, seconda di tre giornate che si svolgono in 3 martedì consecutivi, era interamente dedicata alle corse di 800 e 5000 metri, oltre ai 1000 metri per le categorie giovanili. Cominciamo dagli 800 metri uomini, dove nella prima serie sono ancora Yuri Maenza e Abebe Gasparini a confrontarsi con alcuni dei migliori competitors italiani da 1’50”. Maenza, dopo l’1.51.17 di Velletri 15 luglio e il 3.48.37 sui 1500 della settimana scorsa proprio a Trento, porta il personale a 1.50.14 e ancora più sorprendente Gasparini che si migliora di quasi 2 secondi rispetto al tempo dello scorso anno con 1.50.82. Grandissimo anche Yassine El Houdni (Pol. Arceto), ancora una volta “confinato” in seconda serie vinta con 1.50.73 e con un progresso di oltre 2 secondi e mezzo rispetto al 2010. Nella stessa serie Marco Simoni (Francesco Francia), allenatore di Maenza, chiude in 1.53.86 e per 1/100 non eguaglia il suo personale che risale al 2009. Nelle altre serie di 800 metri, fra gli altri, anche gli allievi Ayoub Akil (Fratellanza) con 1.54.95, primato personale e miglior tempo della categoria in campo nazionale per il 2011 e Damiano Guerrieri (Corradini Rubiera) con 1.57.84, primato personale. Negli 800 metri donne 3° posto per Barbara Bressi (Self Montanari Gruzza) con 2.10.24, che migliora il personale di 2.10.88 ottenuto al Memorial Goldoni Benetti a Modena il 9 giugno. Nelle altre serie, 2.22.33 per Veronica Paterlini (Cus Parma), 2.24.60 per la junior Erika Marchesi (Csi Sasso Marconi), 2.25.44 per Alice Cherciu (Corradini Rubiera) e 2.37.05 nella serie master per Loretta Rubini (Cus Bologna) che dopo averlo sfiorato più volte riesce a migliorare il primato regionale mf50 di Angela Pachioli (Acquadela Bologna) di 2.37.34 e ora è primatista regionale master degli 800 nelle categorie mf40, mf45 e mf50.

Nei 5000 metri ancora un gran bel risultato per Lisa Ferrari (Cus Parma) vincitrice con il tempo di 17.17.77. Si tratta del 4° primato personale realizzato quest’anno sui 5000 metri: dopo il 17.56. 62 dei C.d.S. a Imola il 15 maggio, è passata poi a 17.41.02 vincendo nella sua Parma il titolo regionale assoluto, per poi arrivare prima della gara di Trento a 17.31.38 con la gara vittoriosa nella seconda fase dei C.d.S. a Modena il 10 luglio. Nella gara maschile Yassine El Fathaoui (Cus Parma) si è migliorato a 14.29.79 (5° posto) e Jacopo Mantovani (Atl. Imola) è sceso per la prima volta sotto i 15 minuti e con 14.59.90 si è migliorato di circa 18 secondi, come pure lo junior Matteo Campana (Fratellanza) ha segnato un progresso notevolissimo, passando da 15.23.83 a 15.04.92 e tra i primi 10 tempi dell’anno in campo nazionale. In gara nei 5000 metri, fra gli altri, anche Giuseppe Mucerino (Atletica Ferrara) con 15.09.72 e il duo della Corradini, Gabriele Costoncelli e Domenico Spina, categoria promessa il primo, classe 1971 il 2°, che hanno corso rispettivamente in 15.36.17 e 16.02.10 (per Costoncelli 17 secondi di progresso).

Erano in gara anche alcuni cadetti sui 1000 metri: fra essi il primatista regionale della categoria ragazzi Federico Mengozzi (Atl. Imola) si è piazzato al 3° posto con 2.46.91, con il suo compagno di club Simone Bernardi al 5° posto con 2.47.41. Nelle ragazze Anna Boni (Atl. Reggio) si è piazzata al 5° posto con 3.24.18.

 Un’altra manifestazione che si era svolta nei giorni scorsi ha visto la partecipazione di alcuni atleti della Emilia Romagna: si tratta dei 1000 metri Herculis, manifestazione che precede il meeting della Diamond League di Montecarlo e che è basato su tantissime serie, in base alle categorie, su questa distanza. Fra gli altri c’erano la master Paola Carinato (3.38.7), la promessa campionessa italiana 2010 dei 1500 metri indoor Celestina Malugani (2.57.3), l’ex atleta dei Carabinieri Gianni Bruzzi (2.42.4, 1& deg; nella sua categoria), Simone Bernardi (2.51.1, 1° fra i cadetti).

Giorgio Rizzoli

 



Condividi con
Seguici su: