Allo studio il riesame competitivo della categoria




 
Due importanti riunioni si sono tenute questa settimana presso la sede nazionale della Fidal. La prima ha riguardato la Commissione Tecnica, il cui incontro è stato incentrato su tre punti fondamentali: un’ipotesi di riformulazione delle attività competitive riguardanti la categoria cadetti/e; il sostegno tecnico per il miglioramento del processo di identificazione del talento; la proposta di un gruppo di lavoro per modificare i metodi di erogazione delle borse di studio riservate agli atleti top-level. La seconda riunione ha coinvolto il Comitato Tecnico-Scientifico, il quale, partendo da quanto acquisito nel primo anno di attività e ponendo attenzione alle risultanze dei grandi eventi (i Mondiali di Helsinki ma anche i recenti Giochi Olimpici Invernali) ha passato in rassegna le numerose iniziative di carattere tecnico-culturale. Si è discusso in particolare della formazione dei tecnici, per adeguare il sistema di formazione continua attraverso iniziative mirate ed approfondite ai diversi livelli: il nuovo programma per il livello di base orientato alla promozione scolastica; i programmi didattici per la formazione degli allenatori specialisti; le tematiche per gli aggiornamenti. Inoltre è stato trattato lo sviluppo dei progetti per la Scuola ed i giovani, sia sul versamento formativo che sul modello di competizione. Particolare attenzione è stata riservata all’elaborazione dei dati sul talento, con metodi aggiornati di valutazione globale e con nuove indicazioni per gli aspetti psicologici delle dinamiche relazionali nel sistema giovanile; al sostegno alla struttura tecnica federale per la ricerca tecnica e scientifica delle attività degli atleti di alto livello; alle attività di informazione e documentazione per il rilancio della divulgazione tecnica (rivista Atletica Studi, newsletter per i tecnici, monografie). Nella foto: una fase dei Campionati Italiani cadetti (archivio Fidal

Condividi con
Seguici su: