Alla rappresentativa di Parma il Trofeo delle Province




 

La rappresentativa di Parma si aggiudica per la prima volta il Trofeo delle Province, disputato oggi pomeriggio a Castelfranco Emilia, con organizzazione della locale Polisportiva Castelfranco. La forza di Parma nel settore giovanile si era già evidenziata quest’anno con i successi nei C.d.S. giovanili per Fmi Parma Sprint nei ragazzi, Azzurra Parma nei cadetti e Coop Consumatori Nordest nelle cadette e con 2 titoli e una medaglia d’argento ottenuti da cadetti della provincia di Parma nei recenti Campionati Italiani di Jesolo. Nulla da fare per le altre province, con Bologna al 2° posto a 21 punti da Parma, seguono poi in classifica Reggio Emilia, Rimini, Modena, Piacenza, Ravenna, Forlì-Cesena e Ferrara.

Sono state ottenute diverse migliori prestazioni stagionali e primati del Trofeo delle Province, oltre a un quasi annunciato primato regionale nella marcia 2000 metri ragazzi, dove Alessio Bonvento (Bologna) è sceso per la prima volta sotto il muro dei 10 minuti, con 9.53.23, migliorando il suo record di 10.02.01, che era stato avvicinato ai Campionati Regionali di Reggiolo da Riccardo Orsoni (Parma) con 10.02.40, anche lui oggi sotto il precedente record di Bonvento con 10.01.92.

Non sono riusciti invece a migliorare i primati regionali degli 80 metri e del giavellotto, Diego Aldo Pettorossi (Bologna) e Sara Corradin (Reggio Emilia), alla loro ultima gara prima di passare allievi, pur realizzando comunque buonissime prestazioni, come 9.17 e 48,49.

Ecco i resoconti di tutte le gare con i vincitori.

Nei ragazzi 2 successi per Rimini e Parma e 1 per Reggio Emilia e Bologna, un primato regionale e altre 2 migliori prestazioni 2012. Nei 60 metri Marco Zanichelli (Reggio Emilia) con 8.03, lima 1/100 al suo personale e ottiene anche il miglior crono 2012 con tempo elettrico; gli arriva molto vicino Federico Schipo (Modena) con 8.06, quest’anno accreditato di un 7.5 manuale a inizio stagione e 8.16 automatico. Nei 1000 metri Simone Nicosia (Rimini) scende per la prima volta sotto il muro dei 3 minuti e si migliora di oltre 4 secondi con 2.59.36; lontani gli altri, con Riccardo Gaddoni (Bologna) a 3.05.75, primato personale. Ne lungo 5,47 per Alessandro Temellini (Rimini) che in questa stagione aveva già saltato 5,51; al 2° posto Lorenzo Morigi (Forlì-Cesena), che saraà nella categoria ragazzi anche il prossimo anno, con 4,89. Nel peso la vittoria non sfugge a Calogero Marco Volo (Parma) che ha dominato quest’anno la stagione in regione, con 4 misure oltre i 15 metri e un top a 15,77: oggi lancia a 15,11, oltre ad altre 2 prove sopra i 14 metri, misure irraggiungibili per gli altri; Saverio Bizzarri (Bologna) è 2° con 12,94. Nel vortex Ankit Kumar (Parma) era l’atleta con le migliori misure stagionali (71,08 la sua migliore, a 12 cm dal primato regionale) e si è confermato anche oggi con 67,29; sopra i 60 metri oggi anche Anselmo Pau (Reggio Emilia) con 61,53. Nella marcia 2000 metri primato regionale per Alessio Bonvento (Bologna) con 9.53.23; sotto al suo precedente record di 10.02.01 anche il 2° classificato, Riccardo Orsoni (Parma) con 10.01.92.

Grande equilibrio nella categoria ragazze: le 6 gare in programma sono vinte da ragazze di 6 province diverse, Reggio Emilia, Modena, Parma, Piacenza, Rimini e Bologna, che ottengono anche 2 record della manifestazione e 1 migliore prestazione stagionale. Nei 60 metri si impone Laura Zucchi (Reggio Emilia) con 8.39, che eguaglia il suo miglior tempo elettrico; al 2° posto Mila Dovesi (Bologna) con 8.56. Nei 1000 metri vince la campionessa regionale Chiara Bazzani (Modena) con il tempo di 3.19.42, davanti a Margherita Gandini (Parma) con 3.20.16. Nel lungo Alessia Orsatti (Parma) conferma la sua netta supremazia stagionale, vincendo con la misura di 4,41, davanti a Caterina Menghi (Rimini) con 4,22. Nel peso Giorgia Scaravella (Piacenza) con 12,75 realizza il record della manifestazione e si avvicina al recente 13,02 ottenuto recentemente nel corso delle prove multiple di Faenza; al 2° posto Daria Soglia (Ravenna) con 11,12, primato personale. Nel vortex migliore misura 2012 in regione per Emanuela Casadei (Rimini) con 54,08, superiore al 51,66 con la quale vinse il titolo regionale; al 2° posto Lidia Mastellari (Ferrara) con 45,71. Nella marcia 2000 metri gara solitaria per Tinca Gardenghi (Bologna) che con il tempo di 10.00.54 segna il miglior tempo fra quelli realizzati nelle 8 edizioni del Trofeo delle Province (anche se la gara di marcia è stata inserita nel programma solo negli ultimi anni); al 2° posto Maria Aurora Bottazzi con 11.33.28.

Nelle gare cadetti ci sono 3 vittorie a testa per Bologna e Parma e 1 per Modena e Ravenna, 2 primati della manifestazione e nessuna migliore prestazione 2012. Negli 80 metri il tentativo di primato regionale per Diego Aldo Pettorossi, già sfiorato la scorsa settimana in batteria ai Campionati Italiani di Jesolo, non riesce, ma la sua prova è ancora una volta notevole: 9.17 (+0,8) è il suo 2° tempo di sempre e naturalmente è anche il record del Trofeo delle Province; al 2° posto Francesco Benetti (Reggio Emilia), che a Jesolo aveva corso i 300 metri, con 9.53. Nei 300 metri in prima serie c’è Federico Mengozzi, medaglia di bronzo a Jesolo sui 1000 metri, che deve spostarsi per esigenze di rappresentativa a disputare una gara “non sua”: con 39.34 domina la serie, ma nella successiva lo superano in 4; vince Yassir Rahmouna (Modena) con 37.31, primato personale, davanti a Francesco Antichi ( Reggio Emilia) con 37.73. Nei 1000 metri Simone Bernardi (Bolgona), medaglia di bronzo sui 2000 metri a Jesolo, vince con buon margine con il tempo di 2.39.51, davanti ad Andrea Uccellari (Modena) con 2.42.18. Nei 100 hs 14.34 (+0,3) per Matteo Orsatti (Parma), davanti a Simone Boldrini (Modena) con 14.95. Nell’alto assente per infortunio Alessandro Bellelli, medaglia di bronzo a Jesolo, compito facile per Marco Margini (Parma) che a Jesolo per la prima volta aveva superato Bellelli conquistando il 2° posto: 1,80 la sua misura, con la quale regola Luca Pieri (Ravenna) a 1,76. Nel lungo un solo salto valido è sufficiente a Francesco Lama (Bologna), medaglia d’argento a Jesolo, per vincere la gara con 6,52 (+0,8); 2° posto per Giacomo Sgarbi (Reggio Emilia), che rimarrà cadetto anche il prossimo anno, con 6,15 (+0,4). Deve ripiegare sul peso, il campione italiano di Jesolo nel salto triplo Tobia Bocchi (Parma), ma il risultato finale non cambia: vince anche in questa specialit& agrave; con 13,89, a pochi cm dal suo primato di 14,02; al 2° posto Giacomo Casoni (Modena) con 12,47. Nel giavellotto Michele Brini (Ravenna) con 45,30 ottiene il miglior risultato nella storia del Trofeo delle Province, misura comunque abbastanza lontana dal suo top stagionale di 50,19; 2° posto per Lorenzo Di Muro (Cus Bologna) con 42,95.

Nelle cadette 3 successi per Parma, 2 per Bologna e 1 per Modena, Piacenza e Reggio Emilia, oltre a 1 record del Trofeo delle Province. Negli 80 metri cadette Eleonora Iori (Modena), 1° anno nella categoria, vince con 10.46 (+0,1) davanti a Sara Govoni (Ferrara) a 10.58. Nei 300 metri Alice Branchi (Parma) domina la prova vincendo la seconda serie con il tempo di 41.94; al 2° posto si piazza Anna Vullo (Piacenza), classe 1998, vincitrice della prima serie con 44.95. Nei 1000 metri Valentina Ciuffi (Parma) si piazza al 1° posto con 3.09.22, davanti a Imane Zouhir (Bologna) con 3.11.60. Negli 80 hs si impone a sorpresa Giulia Raiano (Bologna) con 12.89 (+1,8) che precede di 2/100 Sofia Rinaldi (Reggio Emilia) con 12.91. Nell’alto Melissa Monti (Bologna), nata nel 1998, vince con 1,54, davanti a Matilde Avanzini (Parma) che quest’anno aveva superato 1,67, ma oggi ferma a 1,48. Nel lungo in gara 2 medaglie di Jesolo, Agata Gremi (Piacenza) che si era piazzata al 3° posto nel martello e Paola Forghieri (Modena), argento negli 80 metri: la Gremi riesce a prevalere anche nei confronti delle specialiste lunghiste e vince con 4,91 (+0,3), superando Laura Zambroni, in gara a titolo individuale, a 4,89 (0,0), mentre fra le atlete in gara come Trofeo delle Province, dopo la Gremi si piazza Valentina Tanzi (Parma) con 4,65; 7° posto complessivo (5° come T.d.P.) per la Forghieri con 4,61 (+0,3). Nel peso la campionessa italiana di Jesolo Marta Baruffini (Parma) non ha problemi a vincere, anche se la sua misura di 12,00 è solo il 9° risultato nelle 15 gare che ha disputato quest& rsquo;anno; 2° posto per Greta Romei (Reggio Emilia) con 10,87. Nel giavellotto Sara Corradin, campionessa italiana cadette 2011 e al 2° posto nel 2012 a Jesolo, prova ad attaccare il suo primato regonale di 50,98, misura che è diventata la seconda in Italia del 2012 dopo l’exploit della veneta Casarotto, vincitrice a sorpresa ai Campionati Italiani: la misura di Sara, soprattutto quella del primo lancio, è notevole: 48,49, quarta dell’anno, dopo il primato regionale di 50,98 ottenuto all’incontro per rappresentative di Majano, 48,87 del 2° posto di Jesolo e 48,61 ottenuto in un meeting di luglio a Castelnovo Monti. Le altre prove sono 46,54, 41,17 e nullo: finisce quindi così la sua ultima stagione da cadetta, comunque eccezionale. Il risultato di oggi è anche il primato fra le misure ottenute al Trofeo delle Province ed è anche la quarta vittoria di Sara in questa manifestazione, dopo i 2 successi nel vortex da ragazza e la vittoria nel giavellotto lo scorso anno.

 

Giorgio Rizzoli

 



Condividi con
Seguici su: