Alla Cinque Mulini sfida Kenia-Tanzania




 
Sarà sicuramente una grande edizione, quella in programma domenica, per la Cinque Mulini di corsa campestre. La classica per eccellenza del calendario italiano, giunta alla 74esima edizione e valida quale quarto appuntamento del Grand Prix Fidal, è stata presentata stamane, togliendo i veli a una partecipazione che si preannuncia quanto mai qualitativa. Basti pensare che saranno al via i keniani Ezequiel Kemboi, Brimin Kipruto e Paul Kipsiele Koech, ossia l’intero podio dei 3000 siepi dei Giochi Olimpici di Atene 2004. Ma contro di loro si presenterà il tanzaniano Fabiano Joseph Naasi, che nello scorso autunno ha conquistato il titolo mondiale di mezza maratona a Edmonton al termine di una gara appassionante, risolta con una gran rimonta nei confronti del qataregno Shami già sicuro della vittoria. Un quartetto di atleti chiamato a dare spettacolo nell’unica prova italiana inserita nel calendario Iaaf. Il vincitore dovrebbe uscire da questi nomi, ma il condizionale è d’obbligo se si considera che contro di loro vedremo altri poderosi talenti, come l’etiope Abreham Cherkos Feleke, oro ai Mondiali Allievi di Marrakech sui 3000 siepi, oppure l’altro keniano Bernard Kipyego, argento ai Mondiali di cross di St.Galmier 2005 nella prova per juniores. La gara di San Vittore Olona, come detto, sarà la quarta tappa del Grand Prix di cross, non mancheranno quindi alcuni dei principali interpreti della corsa campestre di casa nostra: in ordine alfabetico hanno già assicurato la loro presenza Battocletti, Buttazzo, De Nard, Di Pardo, Gaeta, Gualdi, Maurizio Leone, Scaini. Difficile che possano riportare in Italia un trofeo che manca da molto tempo, ma lo stimolo della fortissima concorrenza straniera potrebbe produrre buoni risultati… La prova femminile non sarà certamente da meno. La favorita dovrebbe essere l’ugandese Dorkus Inzikuru, oro ai Mondiali di Helsinki sui 3000 siepi e considerata ormai italiana d’adozione. A contrastarla ci proveranno l’etiope Meselech Melkamu, già vincitrice in questa stagione invernale dei cross di Alcobendas e Yecla in Spagna e la campionessa britannica Emily Pidgeon. In campo italiano fari puntati su Silvia Weissteiner, che a Macerata è stata capace di infliggere alla Inzikuru un’inattesa sconfitta; su Patrizia Tisi, terza a Macerata nella prova lunga; su Martin, Rungger e Tschurtschenthaler. L’inizio delle gare domenica alle 8,30 con la prova non competitiva. La gara femminile è in programma alle 13,45 su 6 km, quella maschile alle 14,30 su 10 km, con diretta televisiva su Rai Sport Sat. Tornando al Grand Prix, dopo la Cinque Mulini la classifica sarà quasi assestata, a due terzi del suo cammino. Per conoscere i nomi dei vincitori mancheranno solamente il XIII Trofeo Regione Sarda in programma a Oristano il 19 febbraio e il Campionato Italiano allestito a Lanciano esattamente un mese dopo. g.g. Nella foto: la premiazione femminile del 2005, al centro la vincitrice australiana Benita Johnson (foto organizzatori) File allegati:
- IL SITO DELLA MANIFESTAZIONE
- LA CLASSIFICA DEL GRAND PRIX



Condividi con
Seguici su: