Alcuni risultati dei meeting infrasettimanali




 

Nel corso di questa settimana si sono disputati alcuni meeting nazionali e regionali, a cui hanno preso parte diversi atleti della nostra regione. In estrema sintesi c’è stata una migliore prestazione nazionale master, un primato regionale master e, anche se non sono più tesserate nella nostra regione, alcuni risultati di grande valore ottenuti da atlete nate e cresciute nella nostra regione come Elisa Cusma, Margherita Magnani e Manuela Gentili.

 

Martedì 17 luglio al Meeting di Lucerna, Manuela Gentili (Cus Palermo), piacentina nata a Castel San Giovanni che ha militato fino al 2006 in formazioni emiliane, ha corso i 400 hs in 55.54, primato personale e quarta prestazione italiana all time dopo 54.79 di Benedetta Ceccarelli (2005), 55.10 di Monika Niederstatter (2009) e 55.42 di Irmgard Trojer (1991). La Gentili è stata convocata per le Olimpiadi di Londra nella 4x400.

 

Sempre martedì 17 luglio al Meeting Sport e Solidarietà a Lignano Sabbiadoro primato personale nei 1500 metri uomini per Stefano La Rosa (Carabinieri) con il tempo di 3.40.32, che migliora di oltre un secondo il tempo fatto segnare lo scorso anno al Meeting di Ponzano con 3.41.46. Si tratta anche del 7° all time in regione, in una graduatoria che vede davanti a La Rosa tutti suoi atleti dei Carabinieri Bologna, eccetto Renzo Finelli della Panini Modena. Questa la nuova lista regionale all time dei metri 1500 uomini: Christian Obrist 3.35.32 (2007), Fabio Olivo 3.38.63 (1990), Amos Rota 3.39.1 (1992), Gianni Bruzzi 3.39.69 p (1992), Renzo Finelli 3.40.1 ( 1971), Vittorio Fontanella 3.40.2 (1975).

A Lignano in gara anche gli altri carabinieri Hannes Kirchler che ha lanciato il disco a 57,46 e Micol Cattaneo, che si è piazzata al 4° posto nei 100 hs con 13.14 (+0,2).

E veniamo ai metri 1500 metri donne, con Elisa Cusma (Esercito) al 6° posto con 4,07.55 e Margherita Magnani (Fiamme Gialle) al 10° con 4.08.94. Se per la modenese Cusma si tratta solo del primato stagionale (il personale è 4.04.98 e risale al 2009), per la cesenate Magnani è stato invece nettamente il nuovo limite personale (precedente 4.11.65 ottenuto quest’anno a Bydgoszcz. Nella graduatoria italiana all time la Magnani sale al 13° posto, preceduta da Gabriella Dorio 3.58.65 (1982), Paola Pigni 4.02.85 (1972), Fabia Trabaldo 4.03.72 (1993), Silvana Cruciata 4.03. 88 (1981), Elisa Cusma Piccione 4.04.98 (2009), Agnese Possamai 4.05.14 (1984), Judit Varga 4.05.60 (2009), Elena Romagnolo 4.06.03 (2010), Margherita Gargano 4.06.71 (1979), Eleonora Berlanda 4.07.54 (2005), Valentina Tauceri 4.08.54 (1992), Roberta Brunet 4.08.65 (1996).

 

Mercoledì 18 luglio a Rovellasca (CO) Marco Segatel (Olimpia Amatori Rimini) ha stabilito la miglior prestazione nazionale mm50 nel salto in alto con 1,88, migliorando di 1 cm la misura che aveva ottenuto ai C.d.S. Masters di Reggio Emilia il 9 giugno. In gara a Rovellasca anche Fabrizio Schembri (Carabinieri) che ha vinto il lungo con 7,51 (+0,4).

 

Giovedì 19 luglio a Cernusco sul Naviglio (MI) primato regionale master mm50 nei 1500 per Marco Moracas (Acquadela Bologna) con 4.18.86, che migliora il precedente limite che apparteneva a Luigi Ferrari con 4.20.83, ottenuto nel 2009. Moracas è andato anche vicino alla migliore prestazione nazionale dei metri 1500 mm50 che è detenuta dal laziale Marco Cacciamani con 4.18.22. Nella stessa riunione a Cernusco anche 1.59.18 negli 800 metri per Renato Guerrieri (Corradini Rubiera) e 3.58.78 nei 1500 metri per Luca Riponi (Francesco Francia), suo 2° tempo in carriera e 1° in questa stagione (il suo personale è 3.57.18 ottenuto proprio a Cernusco s. Naviglio nel 2008, da allievo).

Giorgio Rizzoli

 

Condividi con
Seguici su: