Alberto Rontini campione europeo juniores nella 4x400




 

A Tallinn in Estonia Alberto Rontini (Atl. 85 Faenza) vince il titolo di campione d’Europa della staffetta 4x400 con i compagni di nazionale Michele Tricca, Paolo Danesini e Marco Lorenzi, siglando anche il primato italiano juniores con 3.06.46 che resisteva da 28 anni. E’ un grande risultato per il giovane di Castelbolognese che in extremis aveva conquistato il minimo per questi Campionati anche per la prova individuale, ma avendo davanti in Italia a livello cronometrico altri fortissimi atleti della categoria, gli era preclusa la partecipazione a livello individuale alla gara dei 400 metri e addirittura era candidato a un ruolo di prima riserva per la 4x400. Infatti i giovani azzurri dei 400 metri, 4 su 5 nati nel 1993 e quindi al 1° anno di categoria (come pure Rontini), erano quotati per Tallinn ai più alti livelli e 2 giorni fa nella finale dei Campionati il piemontese Michele Tricca con 46.09 ha vinto la medaglia di bronzo, migliorando il primato italiano juniores del compagno Marco Lorenzi di 46.39, questa volta 4° in 46.42. Il terzo italiano iscritto nella gara individuale dei 400 metri, Vito Incantalupo, dopo avere corso in batteria in 48.04, non superava il turno di semifinale con 47.81, a fronte di un primato personale di 47.18. Per la 4x400 sabato si erano svolte le batterie che stabilivano le 8 formazioni finaliste: per l’Italia, favorita della gara, subito il miglior tempo con 3.09.82, con la formazione Incantalupo, Danesini, Rontini, Tricca, tenendo quindi a riposo per la finale Marco Lorenzi. I tempi puramente ufficiosi del quartetto azzurro erano stati nell’ordine 47.9, 46.7, 46.7 e 48.4, che segnalavano quindi l’ottima condizione anche di Danesini e Rontini, che non avevano preso parte alla gara individuale. Entrambi venivano quindi confermati per la finale di oggi, con Tricca in prima frazione al posto di Incantalupo e Lorenzi schierato in ultima frazione. La gara di oggi ha visto l’Italia in testa fin dalla prima frazione, nella quale Tricca è stato cronometrato in 46.4, poi Danesini 46.9, Rontini 46.8 e Lorenzi 46.2 hanno mantenuto e incrementato il vantaggio sulle altre formazioni, con la Russia distanziata di circa 1 secondo e la Germania di oltre 2.

Alberto Rontini è passato quindi in meno di 1 mese da una probabile non convocazione, non avendo il minimo nella gara individuale ed essendo il 6° tempo stagionale in Italia al titolo europeo juniores. E’ però da evidenziare in ogni caso, anche prima dell’importante 47.52 di Nembro 1 luglio, come la stagione del romagnolo era stata notevolissima. Si era migliorato nei 100 metri con 10.85 (Imola 14 maggio), nei 200 con 21.69 (Orvieto 22 maggio) e nei 400 con 48.24 (Imola 7 giugno), partendo da 11.20, 22.09 con favore di vento e 49. 81. Ai Campionati Italiani di Bressanone aveva gareggiato nei 200 piazzandosi al 6° posto con 21.94, non essendo ancora maturata la scelta di puntare concretamente al giro di pista. Sotto la guida del suo tecnico Luigi Mariani, dopo la splendida gara di Nembro, Rontini ha disputato addirittura un 800 metri, gareggiando in ultima serie nella seconda fase regionale dei C.d.S. a Modena, realizzando un sorprendente 1.57.04, prestazione di rilievo considerato che era al debutto sulla distanza e ha corso tutta la gara in solitaria. E’ chissà che gli 800 metri non potranno essere la sua specialità per i prossimi anni, considerando che questo ragazzo non sembra avere paura delle distanze (fra l’altro nei cadetti ha disputato alcuni cross regionali nel 2007 e 2008 non sfigurando assolutamente).

Nella giornata di sabato a Tallinn era in gara un altro atleta romagnolo, Luca Valbonesi (Atl. Imola Sacmi Avis) schierato nei 200 metri, dove aveva ottenuto il minimo per gli Europei e dove vantava la straordinaria partecipazione nel 2010 ai Trials Europei di Mosca e alle Olimpiadi Giovanili di Singapore. In questa occasione però Valbonesi non è evidentemente al meglio e si deve accontentare del 7° posto con 22.15 (vento -2,6) in seconda batteria, che gli preclude probabilmente anche di essere scelto eventualmente per una frazione della 4x100. Pure per Federica Giannotti (Reggio Event’s), dopo i 100 metri corsi a Tallinn nella giornata inaugurale, non c’è la prevista partecipazione alla 4x100 dove la formazione azzurra con Oriana De Fazio, Irene Siragusa, Anna Bongiorni e Gloria Hooper andrà a conquistare una splendida medaglia d’argento con il primato nazionale juniores.

Giorgio Rizzoli

 

Le foto sono tratte da www.fidal.it

Link alla gara di 4x400 con Rontini e gli altri azzurri



Condividi con
Seguici su: