Albertazzi nel Progetto Azzurro Londra 2012




 

L’atletica italiana scommette ancora una volta su Eduardo Albertazzi. Il discobolo dell’ASA Ascoli, dopo aver fatto parte per 3 anni del Progetto Talento, è tra i 14 atleti indicati dal Settore Tecnico Nazionale per il nuovo Progetto Azzurro Londra 2012, che comprende i migliori under 20, nati tra il 1991 e il 1994. Questi ragazzi (tra i quali i tre medagliati dei Mondiali allievi di Bressanone 2009, Alessia Trost, Giovanni Galbieri e José Reynaldo Bencosme de Leon) saranno seguiti dallo staff tecnico azzurro insieme ai loro allenatori personali (per Albertazzi, l’ex azzurro Armando De Vincentis), con il coinvolgimento dei rispettivi club e delle famiglie, attraverso stage periodici sia nei Centri tecnici federali che presso le proprie residenze. Agli atleti sarà offerta un’assistenza costante a 360°, tecnica e sanitaria, per la crescita complessiva attraverso una programmazione personalizzata, che sarà attentamente monitorata. L’intenzione è di creare un College permanente a Formia, ad integrare il lavoro delle società. Il tutto con un coordinamento continuo tra le strutture tecniche centrali e quelle territoriali, condividendo un indirizzo tecnico univoco. Alla base del progetto c’è la formazione e l’aggiornamento dei tecnici. L’obiettivo a lungo termine è rappresentato dai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016. Un ulteriore supporto sarà, inoltre, dato da tre speciali "tutor", ovvero tre campioni di sempre dell'atletica italiana: Gabriella Dorio (campionessa olimpica dei 1500 metri a Los Angeles 1984), Fabrizio Mori (campione del mondo dei 400hs a Siviglia 1999) e Stefano Baldini (campione olimpico di maratona ad Atene 2004). A loro il compito di seguire la crescita psicologica e agonistica del giovane atleta, mantenendo un rapporto continuativo con lui e con il suo ambiente, tramite un contatto diretto durante i periodi di allenamento, la presenza alle attività tecniche federali ed eventualmente anche in occasione dei principali impegni agonistici. Questo percorso avrà verifiche periodiche, per valutare la crescita graduale e costante degli atleti individuati sotto l’aspetto tecnico e motivazionale.

 

L'ELENCO DEI SELEZIONATI

IL PROGETTO AZZURRO LONDRA 2012

 

Di seguito la scheda biografica di Eduardo Albertazzi, redatta da Raul Leoni.

ALBERTAZZI Eduardo (Disco/DT)
Nato a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) il 14/9/1991 (2.01m/98kg)
Società: Asa Ascoli
Allenatore: Armando De Vincentis
Curriculum: (NC) U18 DT (07-08), U20 DT (inv. 09), U20 DT (09); WJC: 2008 (13Q/DT); EJC: 2009 (Q/DT)
PB/SB: (DT/1.75kg) 59.87 Rieti 13/6/09, (DT/2kg) 53.84 Fabriano 16/5/09
Considerata la struttura fisica, era logico che si dedicasse al basket come prima attività sportiva: ma l’esperienza vissuta presso l’Olimpia Villa Pigna non l’ha assolutamente soddisfatto. Consigliato dall’ex primatista italiano Armando De Vincentis, nel settembre 2006 si è presentato a provare con il disco al Campo Scuola di Ascoli: e in pochi mesi ha bruciato le tappe, stabilendo i primati italiani allievi con l’attrezzo della categoria (58.51) e con quello degli juniores (54.60, minimo per i Mondiali “under 20”: a Bydgoszcz ha poi sfiorato l’ingresso in finale). Anche al debutto tra gli juniores ha continuato a progredire, migliorando il limite italiano di categoria due volte: prima con 58.59 a Bari, poi con 59.87 a Rieti. Risiede ad Ascoli e frequenta il Liceo classico.



Condividi con
Seguici su: