Al Trofeo Liberazione di Modena un pomeriggio di bellissime gare




 

Numeri record oggi al Trofeo Liberazione di Modena, basti pensare alle 31 (!) serie corse dei 100 metri uomini. E naturalmente non sono mancati i risultati di rilievo in molte gare, fra cui proprio i 100 metri uomini e poi anche i 400 metri e il martello donne e anche, per quanto riguarda 100 e 400 metri, belle prestazioni anche nelle serie “minori”.

Vediamo i principali risultati delle gare di oggi.

Uomini. 100 metri: si corrono 31 serie per un totale di 179 atleti. Le serie corrono via velocemente ed è naturalmente nella prima che ci sono le prestazioni migliori: vince Lorenzo Bilotti (Atl. Biotekna Marcon) in 10.58 (+0,6), davanti a Gaetano Di Franco (Enterprise Sport & Service) 10.76 e Luca Valbonesi (Atl. Imola Sacmi Avis) 10.80. Nelle altre serie spicca il 10.88 (+0,6) dell’allievo Andrei Alexandru Zlatan (Atl. Reggio), uno dei migliori tempi di sempre in regione fra gli under 18.

400 metri: il miglior tempo è del carabiniere Luca Galletti con 48.05, che è anche il primato regionale sm35. In totale sono in 14 a scendere sottoi 50 secondi e anche nelle serie minori non mancano dei tempi dignitosissimi intorno ai 51 e 52 secondi. Fra gli under 50 secondi si segnala il grande progresso di Davide Casacci (Virtus Emilsider Bologna) che in un colpo solo passa da un personale di 52.95 al 49.93 di oggi.

1500 metri: Enrico Riccobon (Athletic Club Firex Belluno) miglior tempo di accredito, parte fortissimo e a metà gara ha un vantaggio di circa 50 metri sul resto del gruppo. Poi cala un po’ nel finale, mentre fra gli inseguitori si scatena la bagarre nell’ultimo giro, ma il bellunese resiste e vince con 3.55.97, davanti a Damiano Guerrieri (Corradini Rubiera) 3.56.57, allo junior Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) 3.57.87 e ad altri atleti che riscrivono il personali, come gli junior Federico Mengozzi (Atl. Imola Sacmi Avis) 3.59.83, Omar Stefani 4.00.00 e Simone Colombini 4.00.84, entrambi Fratellanza 1874 Modena e Luca Tenca (Interflumina E’ Più Pomì) 4.00.52. Personali anche per l’allievo Yassir Kanziz (Atl. Imola Sacmi Avis) con 4.09.74 e il master sm40 Alessandro Bianchi (Fratellanza) con 4.10.49.

110 hs: fra gli assoluti vince Stefano Tedesco (Fiamme Gialle) con 14.31 (-1,2), mentre negli allievi Michele Brini (Atl. Imola Sacmi Avis) dopo avere realizzato la scorsa settiamana a Misano la m.p.n. del decathlon, oggi sigla un eccellente 14.70 (+0,8), a 2/100 da quello realizzato a Misano, che era però ventoso.

Alto: oltre alla misura vittoriosa con 2,12 di Ferrante Grasselli (Fratellanza), va segnalato il 2,04, con un progresso di 10 cm, per lo junior Kelvin Purboo, pure della Fratellanza.

Asta: 1° e 2° posto per 2 juniores, con Federico Biancoli (Atl. Riccardi Milano) con 4,80 e Francesco Lama (Atl. Imola Sacmi Avis) 4,60, entrambi al primato personale, rispettivamente di 30 e 20 cm.

Lungo: 7,21 (+0,6) per Riccardo Serra (Fratellanza), autore di un’ottima serie di salti: 7,07, 7,13, 7,03, 7,06, 7,21, 7.09.

Peso: negli assoluti si impone Andrea Ricci (Enterprise Sport & Service) con 16,08, davanti a Michele Calvi (Esercito) 15,31 e Giacomo Drusiani (Fratellanza) 15,10. Personale per Gabriele Natali (Atl. Ravenna) con 13,14. Negli allievi con i 5 kg successo per Calogero Marco Volo (Cus Parma) con 14,33.

Disco: assente Martin Pilato (Atl. Ravenna) per un attacco di febbre, vince lo junior Leonardo Fabbri (Atl. Firenze Marathon) con 51,09, su Michele Calvi a 48,14. Negli allievi con il disco da 1,5 kg altro successo per Calogero Marco Volo con 42,51 su Norberto Fontana (Atl. Cinque Cerchi) con 41,07.

Donne. 100 metri: Giulia Riva (Nuova Atl. Fanfulla Lodigiana) è la più veloce in prima serie con 11.64 (+0,5), davanti a Federica Giannotti (Atl. Reggio) con 12.06, ma si deve difendere dal debutto nei 100 metri da allieva di Zaynab Dosso (Corradini Rubiera), inserita in seconda serie che vince con 11.86 (+0,6), che precede la junior Leonice Germini (Atl. Reggio) a 12.07. Fra le allieve anche Eleonora Iori (Fratellanza) con 12.24 in prima serie.

400 metri: probabilmente è il miglior risultato tecnico del meeting e non poteva non essere realizzato da un’atleta della nazionale assoluta, titolare nella staffetta 4x400 azzurra, Elena Maria Bonfanti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), che ha vinto la prima serie in 53.18, miglior tempo stagionale in Italia. Alle sue spalle la modenese Raphaela Lukudo (Esercito) con 54.40, primato personale e Ilenia Vitale (Libertas Friul Palmanova) con 54.78.

1500 metri: è un assolo quello di Barbara Bressi (Self Montanari Gruzza) che vince con 4.29.87, con oltre 20 secondi di vantaggio sulle altre: al 2° posto è la junior Catia Solaroli (Atl. 85 Faenza) con 4.52.11, primato personale, davanti a Giorgia Marchini (Atl. Estense) 4.53.35 e Laura Bertoni (Fratellanza) che si migliora da un precedente personale di 5.06.49 a 4.55.58. Interessante anche il 5.00.32 dell'allieva classe 1999, Anna Boni (Self Montanari Gruzza).

100 hs: Sara Balduchelli (Bracco Atletica) vince nettamente fra le assolute con 13.93 (-0,8), davanti alla junior Lucia Quaglieri (Modena Atletica) con 14.66. Nelle allieve vince Giulia Cutini (Atl. C.R. Pistoia e Lucchesia) con 14.52 (+1,1).

Alto: vince la junior Chiara Loda (Virtus Castenedolo) con 1,68, davanti all’allieva Rachele Campagni (New Star) con 1,62.

Lungo: un’altra vittoria per Sherry Isofa (Cus Bologna) con 5,64 (-0,2), davanti ad Anna Coltro (Fondazione Bentegodi) con 5,48 (+0,3) e alla junior Anna Plodziszewska (Atl. Lugo) con 5,47 (-0,4). Al rientro dopo la maternità Elena Zaniboni (Atl. Lugo) che salta nel primo gruppo a 5,17 (+0,1), in cui ci sono anche le astiste nazionali Giorgia Benecchi (Esercito) e Elena Scarpellini (Aeronautica) che saltano 5,08 e 4,86.

Peso: 12,45 per la junior Marta Baruffini (Cus Parma) che resiste in testa al tentativo di recupero negli ultimi lanci di Virginia Braghieri (Atl. Cinque Cerchi) che arriva a 12,33. 3° posto per Erika Poli (Cus Parma) con 11,81. Fra le allieve con i 3 kg promettente 11,95 per Inemesit Gabriel Edwep (Fratellanza), che si migliora di oltre 2 metri rispetto allo scorso anno.

Martello: Sara Fantini (Cus Parma) avvicina il suo primato regionale juniores di 58,54, lanciando a 57,83, in una serie in cui ci sono altri 2 lanci oltre i 57 metri (57,78 e 57,44). 2° posto per un’altra atleta della categoria juniores, Vittoria Maria Galgani (Atl. Firenze Marathon) con 51,22. Nelle allieve con i 3 kg successo di Lucilla Celeghini (Fratellanza) con 47,13, davanti a Jessica Mazzola (Riccione Sessantadue) con 46,61.

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: