Ai campionati regionali di Reggiolo i nostri cadetti sono ormai pronti per Jesolo




 

Seconda giornata dei Campionati Regionali Cadetti e Ragazzi a Reggiolo con tanti atleti presenti e una serie di risultati interessanti, soprattutto nella categoria cadetti e cadette, ottimo segnale per i Campionati Italiani Individuali e per Regioni che si disputeranno a Jesolo dal 5 al 7 ottobre. Come avvenuto per altre “annate”, anche per gli anni (di nascita) 1997-1998 nella nostra regione ci sono parecchi cadetti in grado di puntare a piazzamenti importanti, ma su questo argomento avremo ulteriore occasione di ritornare nei prossimi giorni.

Nelle gare di oggi sugli 80 metri cadetti Diego Aldo Pettorossi (Cus Bologna) non ha avuto difficoltà ad affermare la supremazia in campo regionale; del resto sono suoi i migliori tempi 2012 in Italia. Nella gara di oggi Pettorossi ha corso in settima serie (+1,2), che ha vinto con il tempo di 9.40, davanti a Francesco Benetti (Sintofarm) con 9.69; il 2° posto è andato però al compagno di club di Pettorossi, Alessandro Xilo, vincitore ieri dei 300 metri, che in sesta serie ha corso in 9.67 (-0,6).

Nei 2000 metri Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) ha migliorato il personale sui 2000 metri con 5.49.13, una prestazione che è anche la seconda dell’anno in Italia dopo quella, apparentemente fuori portata, di Yohannes Chiappinelli con 5.29.68. Bernardi si è migliorato di un paio di secondi ed entra ora anche nei primi 10 all time in regione (il primato regionale è di Giuseppe Mucerino con 5.43.34 e il 3° di questa graduatoria è il suo presidente societario Massimo Cavini con 5.45.2). Bernardi ha preceduto il compagno di club e di allenamenti Federico Mengozzi, ieri vincitore dei 1000 metri, che ha demolito il suo personale con 5.52.08; al 3° posto Andrea Uccellari (Fratellanza 1874 Modena) con 6.05.06.

Nei 300 hs titolo regionale per Luca Bocchialini (Azzurra Parma) con 41.23, che in pratica eguaglia il personale di 41.1 con tempo manuale, davanti a Luca Gobbato (Pol. Castelfranco) 41.70 (primato personale) e Giovanni Mastippolito (Cus Bologna) 44.27.

Nell’alto Alessandro Bellelli (Self Montanari Gruzza) che vanta la seconda prestazione 2012 in campo nazionale con 1,92, vince il titolo regionale con 1,86; si migliora Marco Margini (Forti e Liberi), medaglia d’argento con 1,82; 3° posto per Luca Pieri (Atl. Castiglione) con 1,74 che eguaglia il suo limite.

Nel triplo Tobia Bocchi (Fmi Parma Sprint) non è solo il primatista regionale cadetti con 14,60 ma anche il 3° di sempre in Italia (la m.p.n. è di Andrew Howe con 15,10) e oggi, dopo 2 nulli nei salti iniziali, arriva nel 3° salto a 13,37 poi in quello successivo a 13,93 (+0,6) e 13,88 al sesto salto. Per la cronaca, nonostante questa prestazione sia a 67 cm dal suo personale, è lo stesso ben superiore a quella ottenuta dal 2° atleta nelle graduatorie nazionali 2012 (13,67 di Michele Oliva). Abissale è naturalmente il distacco rispetto agli altri cadetti: 2° posto per Mariano Pelagatti (Atl. Piacenza) con 11,76 (+0,2) e 3° posto per Marco Dalmonte (Atl. Lugo) con 11,73 (+0,8), primato personale.

Tobia Bocchi, prima di disputare il triplo, si era cimentato anche nel peso e aveva vinto anche questo titolo regionale, con 13,41. Non si è trattato di una sorpresa perché Tobia aveva già la migliore prestazione 2012 in regione con 14,02. Al 2° posto nel peso si è piazzato Giacomo Taddia (New Star) con 13,26 e al 3° Andrea Berti (Atl. Imola) con 12,56, primato personale.

Nelle cadette la gara degli 80 metri era particolarmente attesa con Laura Fattori (Atl. Reggio) e Eleonora Iori (Mollificio Modenese) che avevano già dato vita a precedenti gare combattute. Oggi ha prevalso la Fattori con 10.31 (+0,1), con la Iori a 10.38 e al 3° posto Paola Forghieri (Mollificio Modenese) a 10.53. Fattori e Iori sono al 1° anno nella categoria cadette.

Nei 2000 metri Monica Venturelli (Rcm Casinalbo) si è presa la rivincita su Valentina Ciuffi (Coop Consumatori Nordest) che l’aveva preceduta ieri nei 1000 metri. Oggi 6.54.56 per la Venturelli, che migliora il precedente limite di 7.02.7, che precede Imane Zouhir (Nuova Atl. Molinella) 7.03.56 e la Ciuffi (Coop Consumatori Nordest) 7.08.45.

Nei 300 hs Alice Branchi (Coop Consumatori Nordest) replica il successo di ieri sui 300 metri piani. Il 45.85 di oggi avvicina il suo personale di 45.6 e lascia lontane le altre cadette: 2° posto per Francesca Grapelli (Sintofarm), classe 1998, con 47.32, ieri al 2° posto sui 300 metri piani dietro la Branchi; 3° posto per Matilde Avanzini (Coop Consumatori Nordest) con 48.07 (per Grapelli e Avanzini è primato personale).

La gara di lungo è stata combattutissima con 4 atlete nello spazio di 6 cm e 2 serie disputate. Alla fine ha prevalso Sara De Punzio (Atl. Reggio) con 4,82 (-0,1), davanti a Laura Zambroni (Sintofarm) 4,78 e Paola Forghieri (Mollificio Modenese), dopo gli 80 metri ancora al 3° posto, con 4,76, pari misura di Debora Dazzi (Atl. Reggio).

Nel disco il titolo regionale va a Sara Andreani (Olimpus San Marino) con 28,68, davanti a Martina Vercalli (Atl. Reggio) con 26,96 e Chiara Coperchini (Atl. Buzzetti), 1° anno di categoria, con 23,43 (primato personale).

Nel giavellotto in gara Sara Corradin (Corradini Rubiera) che nel corso di questa stagione ha più volte migliorato il primato regionale cadette fino al 50,98, che è anche la seconda prestazione nazionale all time. Nella gara di oggi Sara è sempre su livelli di eccellenza: 5 lanci validi, da 43,39 a 46,85 nell’ultimo lancio, misura comunque superiore a quella della seconda atleta nella graduatoria nazionale 2012 (45,40 Ilaria Casarotto). 2° posto per Nermin Ahmed Saad Ahmed Montaser (Self Montanari Gruzza) con 36,84 e 3° posto per Greta Romei (Atl. Castelnovo Monti) con 35,57.

Nei ragazzi sui 60 metri si impone Marco Zanichelli (Atl. Reggio) con 8.14, davanti a Stefano Bignami (Lolliauto) 8.25 e Giulio Franchini (Centro Atl. Copparo) 8.30. Per Zanichelli il tempo di 8.14 è il nuovo limite personale per 1/100.

Titolo regionale nei 1000 metri ragazzi per Samuele Nicosia (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) con 3.03.87, davanti a Marco Plasmati (Fmi Parma Sprint) 3.07.15 e Riccardo Gaddoni (Atl. Imola) 3.09.69. Per tutti e 3 è primato personale e in particolare per Simone Nicosia il progresso è di quasi 8 secondi.

Nell’alto Filippo Bini (Centro Atl. Copparo) sale a 1,60, migliorandosi di 2 cm; 2° posto per Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza) con 1,56 e 3° per Lorenzo Morigi (Endas Cesenatico) con 1,54.

Nel peso Calogero Marco Volo (Atl. Buzzetti) vince il titolo con 15,07, 70 cm in meno della misura ottenuta all’incontro fra rappresentative di Majano; 2° posto per Enrico Zangari (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) con 13,17 e 3° per Fabio Bongiorno (Endas Cesena) con 13,06.

Nelle ragazze sui 60 metri si impone Mila Dovesi (Cus Bologna) con 8.43, su Laura Zucchi (Sintofarm Guastalla) 8.47 e, in altra serie, Giorgia Scaravella (Atl. Piacenza) 8.49.

Nei 1000 metri vince Chiara Bazzani (Atl. Frignano Pol. Pavullese) con 3.17.96, davanti a Margherita Gandini (Fmi Parma Sprint), nata nel 2000, con 3.19.36; al 3° posto, vincendo la prima serie, Jasmine Hmidani (Atl. Blizzard), pure nata nel 2000, con 3.20.78.

Nel lungo, con 62 atlete in gara (e 3 serie), prevale Alessia Orsatti (Coop Consumatori Nordest) con 4,80, davanti a Caterina Menghi (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) 4,37 e Chiara Bedodi (Fmi Parma Sprint) 4,13, misura pari a quella di Giulia Mausoli (Guastalla Sintofarm).

Nel vortex il titolo regionale è vinto da Emanuela Casadei (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) con 51,66, davanti a Lidia Mastellari (Centro Atl. Copparo) con 46,15 e Maria Bertolini (Fmi Parma Sprint) con 45,01.

 

Giorgio Rizzoli

 



Condividi con
Seguici su: